Campobasso-Bari, le pagelle dei biancorossi: D’Errico moto perpetuo, Gigliotti un mastino…



Per il Bari è arrivata la settima vittoria, quarta consecutiva: un risultato eccellente, dopo appena 9 giornate, che gli consente di guidare con largo margine la classifica del girone.

E con i 29 punti finora conquistati sarebbe in testa anche negli altri due raggruppamenti.

La squadra biancorossa cresce di settimana in settimana ma Mignani giustamente invita alla prudenza.

Ora per Di Cesare e compagni si presenta una fase cruciale: in 10 giorni affronteranno due derby, conl Foggia e Virtus Francavilla, e lo scontro diretto con il Catanzaro.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Campobasso.

FRATTALI
6,5semaforo_verde
  Qualche perplessità per l’uscita un po’ in ritardo su Tenkorang ma si è ampiamente riscattato dopo, in particolare sulla cannonata di Liguori, negandogli il pareggio. FULMINATO SUL RIGORE
BELLI
7,5semaforo_verde
  Sono state frequenti le sue discese sulla fascia, concluse con tanti cross insidiosi in area molisana. Nonostante le proiezioni non ha mai mollato Di Francesco, praticamente annullato. INESAURIBILE
TERRANOVA
7,5semaforo_verde
  A parte il rigore, il Campobasso ha tirato molto poco verso la porta barese. Ha anche il merito di aver sbloccato il risultato (terzo gol personale) e di aver compiuto un salvataggio spettacolare sull’1-0. FRESCHEZZA E POTENZA
GIGLIOTTI
6,5semaforo_verde
  A sorpresa, Mignani ha schierato in campo il francese dal primo minuto. Il mister non sbaglia mai e lo conferma l’ottima prestazione del difensore. Nel finale ha sofferto i crampi ma è rimasto caparbiamente al suo posto. UN MASTINO
MAZZOTTA
7semaforo_verde
  Ha limitato le sue proiezioni perché davanti a lui c’era D’Errico. Il suo avversario diretto, Vitali, è stato bloccato e dopo un’ora di gioco Cudini ha cambiato i due attaccanti esterni, sperando invano di cambiare le cose. NON TIRA INDIETRO LA GAMBA
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  Confermato dal mister dopo la buona prova contro la Turris, si è sacrificato in una costante opera di contenimento, consentendo a Maita e D’Errico le frequenti scorribande nella metà campo rossoblu. ISPIRATO
MAITA
8semaforo_verde
  Ha toccato una quantità incredibile di palloni, ha rappresentato il punto di riferimento dei difensori per far ripartire l’azione e si è spinto persino in area di rigore avversaria, regalando un assist al bacio per Antenucci. GIOCATORE UNIVERSALE
LOLLO
S.V.semaforo_giallo
  Ha rilevato negli ultimi minuti Maita, ammonito, ed è stato il suo esordio in questa stagione.  
D’ERRICO
8semaforo_verde
  Ha giocato poco più di un’ora ad altissima densità. E’ in continuo movimento e gli avversari non riescono a fermarlo. Difende la palla in maniera perfetta. E’ un elemento determinante per il centrocampo biancorosso. MOTO PERPETUO
BIANCO
6,5semaforo_verde
  Ha scontato la lunga squalifica (3 giornate) e a metà ripresa ha sostituito D’Errico che aveva speso tanto. Ha giocato da mezzala, sfiorando persino il quarto gol biancorosso. LAVORO SPORCO
BOTTA
7,5semaforo_verde
  Gli altri costruiscono e lui rifinisce. Ha servito dei palloni d’oro a Terranova (gol) e a Cheddira, malamente sciupati. Ha dialogato con D’Errico nello stretto dell’area avversaria, facendo impazzire i difensori. Non è stato fortunato un un paio di conclusioni personali. SI ESALTA
MARRAS
S.V.semaforo_giallo
  Ha dato il cambio all’italo argentino a un quarto d’ora dalla fine ed il portiere gli ha negato la gioia del gol con un grande intervento.  
ANTENUCCI
6,5semaforo_verde
  Inizialmente è apparso un po’ fuori dal gioco, poi si è integrato e rinfrancato una volta che ha messo a segno il gol che ha riportato la squadra in vantaggio. Ha retto più di 85 minuti ed ha lasciato il campo tra gli applausi di tutti gli spettatori, soprattutto dei suoi conterranei. RIGENERATO
DI CESARE
S.V.semaforo_giallo
  Ha dato il cambio ad Antenucci poco prima del recupero finale.                                                         
CHEDDIRA
7,5semaforo_verde
  E’ ormai inamovibile in attacco. Ha impegnato da solo la difesa avversaria, ha sbagliato due gol facili facili ed ha realizzato una rete spettacolare, dopo una finta che ha spiazzato due difensori. CROCE E DELIZIA
PAPONI
S.V.semaforo_giallo
  E’ subentrato a Cheddira pochi secondi dopo ijl gol della tranquillità dell’italo marocchino.  
Allenatore: M.MIGNANI
8semaforo_verde
  Con i giocatori che il d.s. Polito gli ha procurat,o ha costruito in brevissimo tempo un meccanismo quasi perfetto. La manovra biancrossa si sviluppa con fluidità partendo da dietro e il punto di forza è a centrocampo, dove vengono bloccati gli avversari e si avviano le ripartenze con scambi serrati e improvvise verticalizzazioni. Il mister giustamente temeva il Campobasso, ma la squadra molisana é stata letteralmente dominata. IDEE, GIOCO E RISULTATI
Arbitro: Sig. E.FELICIANI
7semaforo_verde
  L’arbitro di Teramo non ha risentito della vicinanza regionale (Abruzzo con Molise) ed ha diretto con grande polso e sicurezza. Ha preferito nel primo tempo richiamare i giocatori piuttosto che ammonirli, a parte Frattali in occasione del rigore. Nella ripresa é intervenuto con autorità per spegnere ogni accenno di nervosismo e gioco duro ed ha estratto 4 volte il cartellino giallo. NESSUN ERRORE





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*