Paparesta non le manda a dire: “ADL ha aggirato la norma, ha anche lo stesso avvocato di Giancaspro!”

Inviperito l'ex arbitro internazionale negli studi di Sportitalia




Non le manda a dire l’ex presidente Gianluca Paparesta. A proposito dell’acquisizione del Bari da parte di ADL, dichiara a Sportitalia: “Questo fallimento è assurdo. Io – riporta tuttonapoli.net – porto ancora le ferite addosso. Non si capisce cosa sia successo con Giancaspro ed anche altri imprenditori erano pronti ad intervenire per quella ricapitalizzazione. Dopo cinque giorni l’hanno portata al fallimento, ci sarà indagine della Procura su quanto accaduto. Adesso c’è ADL, gli vanno fatti gli auguri. Alla città spetta la serie A, ma sarà difficile: mi auguravo un imprenditore locale con una partnership tecnica con Lazio, Napoli o Torino per portare il club in A. Ora c’è una multiproprietà e non so cosa succederà perché ADL vuole un cambiamento delle regole ma dubito che cambierà. Il problema è stato delle squadre B con 1,2mln ogni anno… mentre ADL, Lotito e Preziosi hanno pensato di aggirare la norma prendendo club a 0. Bari è una citta importante, non può essere considerata seconda squadra. Il sindaco invece è contentissimo. Pure tra 10 anni ma dovranno spiegarci perché non hanno permesso a chi poteva di salvare il club. Poi devo dire anche che Giancaspro si era affidato a Grassani, lo stesso avvocato che ha portato ADL”.





About Redazione barinelpallone 2702 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

11 Comments

  1. Paparesta ha forti responsabilità in tutto questo casino! la prima quello di aver consentito l’ingresso in società da parte di Giancaspro..lui è stato l’artefice di tutto ciò…ora può solo ritirarsi e tacere…Bari ha ancora in ricordo le figure di merda fatte con Dato Noordin ahmad IL FALLIMENTO DELLA FC BARI , è figlia indiretta della sua gestione!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*