Bari: contro il Potenza in ballo classifica e morale. Presentazione della gara e precedenti



E’ una partita fondamentale quella contro il Potenza per i biancorossi. Sotto l’aspetto della classifica, si presenta come la migliore occasione per agganciare la squadra lucana, azzerando completamente lo svantaggio dei 3 punti, e per ridurre il distacco nei confronti degli altri avversari, sperando in un loro passo falso.


Ancor più importante è la vittoria sotto l’aspetto del morale. Siamo ormai a 2 settimane soltanto dalla sosta di fine anno, traguardo che si è posto Vivarini da raggiungere nella migliore posizione possibile per avviare poi la rimonta a partire dalla metà del mese di gennaio. E’ evidente che un peggioramento della posizione in classifica rischierebbe di creare delusione e sconforto tra i tifosi.

La squadra biancorossa è in serie positiva da 12 giornate, da quando cioè ha preso posto sulla panchina Vivarini; in questo periodo è andata regolarmente in gol in tutte le partite ad accezione dello 0-0 di Catania ed ha conservato la porta inviolata in 9 gare.

Ma il Potenza si presenta come un avversario difficile: ha una difesa migliore di quella barese (appena 11 gol subìti), seconda solo a quella della Reggina, e fuori casa ha un ottimo rendimento. Infatti, i lucani sono stati sconfitti solo a Terni e Monopoli, hanno pareggiato a Rieti e vinto a Bisceglie, Rende, Catanzaro, Avellino e Francavilla. Dopo la sconfitta in casa con la capolista hanno infilato una serie positiva di 4 vittorie. Le ultime 3 sono state conquistate con gol segnati all’89’, al 76’ e al 94’, segno di una condizione atletica ottimale. L’allenatore Raffaele schiera la squadra con il 3-4-3 e il folto centrocampo copre con efficacia la difesa.

Sono 11 i marcatori del Potenza: cannoniere è Murano, autore di 5 reti, seguito dall’altro attaccante Ferri Marini, che ha firmato 3 reti. Seguono poi in 4, con 2 realizzazioni a testa, precisamente l’attaccante esterno Isgrò, i centrocampisti Ricci e Viteritti e il difensore centrale Giosa. Infine hanno segnato un gol ciascuno gli attaccanti Arcidiacono, Longo e l’argentino di origini croate Vuletich, insieme alla coppia di 40enni brasiliani Franca e Emerson.

I  precedenti tra le due squadre a Bari sono appena 3: tutte le partite sono state giocate nell’arco di 10 anni, dal 1965 al 1975. Le prime 2 gare sono state disputate in serie B e si sono concluse con l’identico punteggio di 1-0 in favore dei biancorossi (reti del brasiliano Siciliano nel 1965 e di Mujesan nel 1967). La terza partita, l’ultima, fu giocata, sempre allo Stadio Della Vittoria, 44 anni fa, precisamente il 23 novembre 1975, e il Bari vinse per 2-0 con reti di Bergamo e Sciannimanico. Complessivamente, in casa i biancorossi hanno ospitato 3 volte i lucani vincendo tutte le gare e realizzando 4 gol senza subirne alcuno.

La partita sarà diretta dal sig. Daniele Paterna, iscritto alla sezione di Teramo. E’ alla quinta stagione in serie C e il suo bilancio è il seguente: 65 partite dirette, 274 ammonizioni, 23 espulsioni e 20 rigori concessi. In questo campionato è stato designato già 7 volte, 2 nel girone A (Giana Erminio – Renate 0-2 e Juventus U23 – Monza 1-4), 3 nel girone B (Cesena – Piacenza 1-1, L.R.Vicenza – Padova 0-1 e Ravenna – Gubbio 3-3), e 2 nel girone B (Potenza – Catania 2-0 e Reggina – Catanzaro 1-0). L’arbitro abruzzese ha arbitrato una gara dei lucani anche nello scorso campionato, Monopoli-Potenza 1-1. Per quanto riguarda il Bari, è stato una volta al “San Nicola” in occasione della partita Bari-Como (3-0) di serie B, in qualità di quarto uomo.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da   ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “San Nicola” alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 279 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*