Cala il sipario sul mercato di gennaio: il Bari ne esce rinforzato? Sembra proprio di si…



Alle 20 di ieri si è definitivamente chiusa la finestra di mercato invernale e il Bari ne esce leggermente trasformato e probabilmente rinforzato, nell’ottica del nuovo gioco voluto da mister Vivarini.


La scorsa estate, la squadra era stata costruita secondo dei criteri dettati dal modo di giocare del vecchio allenatore Giovanni Cornacchini e il primo obiettivo che il club ha voluto perseguire nel mese di trattative appena terminato è stato certamente quello di far rimanere solo chi fosse funzionale al progetto tecnico tattico di Vincenzo Vivarini.

Alla fine della giostra, arrivano calciatori di rango decisamente superiore, come il trequartista Karim Laribi e il duttile difensore Matteo Ciofani, oltre che un elemento di quantità come il centrocampista Mattia Maita, l’attaccante Rocco Costantino e un giovane interessante come il centrale difensivo Pierluigi Pinto.

Non arrivano invece nè Luca Tremolada (che nelle ultime ore di mercato è stato in procinto di arrivare in Puglia dal Brescia, ma che poi si è accasato a Pordenone) nè Nikola Ninković (rimasto alla fine ad Ascoli).

Hanno fatto invece le valigie gli attaccanti Franco Ferrari, Roberto Floriano e Samuele Neglia (gli ultimi due protagonisti indiscussi della stagione scorsa in serie D), i centrocampisti Theophilus Awu e Tomasz Kupisz e i difensori Giuseppe Esposito e Bruno Cascione.

La rosa sembra essere completa (forse manca qualcosina a centrocampo, ma questa è una considerazione al momento tutta da verificare) e il tecnico biancorosso è assolutamente nelle condizioni ideali per tentare la scalata alla serie B, per via diretta o attraverso i playoff. Nonostante il numero di elementi sia stato leggermente ridotto, il mister ha diverse alternative e almeno un paio di elementi per ruolo, ma la parola, come sempre, ora passerà al campo. La società ha fatto degli sforzi economici non indifferenti e il progetto appare chiaro e lineare. Non è questo un aspetto da trascurare, visti i recenti tribolati anni vissuti dal popolo biancorosso!





About Tommaso Di Lernia 444 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*