Vivarini: «C’è amarezza, ma dobbiamo ripartire! Preso un gol strano. Il gol annullato? Mirco ha detto di averla toccata con l’anca…»



Al termine della finale dei play off, persa di misura dal Bari contro la Reggio Audace, l’allenatore biancorosso Vincenzo Vivarini ha commentato l’esito del match giocatosi al “Mapei stadium” attraverso un breve video diffuso sui canali ufficiali del club.


Nonostante la comprensibile poca voglia di parlare, queste sono state le sue prime analisi a caldo: «C’è molta amarezza per com’è andata. La Reggiana ha avuto un approccio alla partita devastante e ci ha messo in difficoltà con accelerazioni eccezionali. Subire gol all’inizio poteva anche starci. Poi abbiamo raddrizzato il match, mettendo a posto un po’ di cose, e abbiamo ripreso a giocare. Non era facile perché loro si sono chiusi molto».

Quella in Emilia è stata paradossalmente la prima partita persa dal tecnico abruzzese durante tutta la sua gestione barese e fa rabbia che la prima battuta d’arresto sia arrivata proprio ad un passo dal traguardo, in occasione di una sfida determinante: «Le finali sono sempre molto equilibrate. Loro hanno collezionato due o tre occasioni all’inizio, ma poi gli equilibri si sono ristabiliti, anzi abbiamo fatto qualcosa in più noi. Abbiamo avuto un paio di situazioni importanti per fare gol e abbiamo preso la rete della sconfitta in modo strano».

Il gol decisivo di Kargbo è stato in effetti un po’ rocambolesco. «C’è stata una deviazione – ha spiegato il 53enne di Ari – e la palla ha scavalcato la linea, rimasta un po’ colpevolmente ferma. Come al solito le sfide sono decise da episodi. Ecco perché in questo tipo di partite ci vuole un pizzico di fortuna».

Il mister dei galletti ha voluto anche commentare il gol del pareggio annullato ad Antenucci: «Bisogna rivedere bene il regolamento. Mirco aveva il braccio unito al corpo e non so nemmeno se l’abbia toccata di mano o con l’anca, come mi ha detto lui stesso a fine gara. Sono tutte situazioni al limite che lasciano molta amarezza in bocca». Vivarini si è congedato con queste ultime laconiche, pragmatiche e lucide parole: «Accettiamo il verdetto, con la consapevolezza di dover ripartire».





About Redazione barinelpallone 2770 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*