Il Bari torna a marciare dopo lo stop contro la capolista. Antenucci e Montalto firmano il 2-0 a Caserta…



Il Bari rialza la testa dopo la sconfitta di 7 giorni fa contro la Ternana e vince a Caserta nella 12° giornata di campionato, confermandosi un carro armato in trasferta. Un 2-0 meritato da parte dei biancorossi che dominano l’incontro tenendo in mano il match per quasi tutti i 90 minuti. I gol arrivano nel finale dei due tempi e portano la firma di Antenucci e Montalto che regalano al proprio allenatore la prima vittoria nella sua carriera sul terreno campano. Vittoria doveva essere e vittoria è stata, ma i banchi di prova più attendibili saranno ben altri.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri torna finalmente in panchina dopo l’isolamento domiciliare e decide di apportare qualche modifica alla formazione delle ultime giornate. In difesa, considerata anche la squalifica di Perrotta, torna Sabbione, mentre a centrocampo è concesso un turno di riposo a Maita al posto del quale è schierato Bianco, affiancato da De Risio. Ciofani e D’Orazio agiscono sugli esterni, mentre in attacco rientra titolare D’Ursi che completa il trio offensivo nel quale giostrano anche Marras ed Antenucci.
Mister Guidi opta per il 4-3-3 e si affida ai centrali difensivi Konate e Carillo, affiancati da Hadziosmanovic e Setola per arginare l’attacco avversario. In cabina di regia c’è Santoro, mentre nel reparto offensivo trova spazio anche l’ex Fedato a sinistra, Icardi a destra e Cuppone al centro.

LA GARA
L’approccio alla partita da parte del Bari è quello giusto. La squadra pugliese fraseggia con padronanza e pressa sin da subito alto, stazionando stabilmente nella metà campo avversaria. La prima vera occasione da gol però la costruisce la Casertana dopo 18 minuti con Hadziosmanovic che conclude pericolosamente da fuori, ma il suo rasoterra insidioso sfiora il palo. Al 25’ una deviazione di Carillo sul cross di D’Ursi da dentro l’area mette leggermente in difficoltà Avella e, poco dopo, è Celiento a mancare di testa lo specchio della porta per un nonnulla su palla proveniente dalla bandierina. Al 28’ D’Orazio innesca D’Ursi che si rende protagonista di una percussione sulla sinistra, supera Santoro in velocità e serve la palla al centro per Antenucci, bravo a stoppare, ma non altrettanto lucido a fare centro col sinistro dall’altezza del dischetto. Al 38’ la gara fa registrare un episodio importante che cambia l’equilibrio delle forze in campo: Konate commette un fallo da dietro su Antenucci e si fa ammonire per la seconda volta in una manciata di minuti, meritandosi il rosso e lasciando i compagni in dieci. I galletti prendono ancora più fiducia e al 41’ sfiorano il vantaggio. Marras calcia un angolo a giro sul quale D’Orazio sfiora di testa e Celiento tocca col ginocchio costringendo Avella ad un doppio intervento miracoloso sulla linea di porta. Dopo un altro tiro di Marras, deviato da Carillo, gli ospiti sbloccano il risultato. Si gioca l’ultimo minuto del primo tempo quando Bianco serve l’accorrente Antonucci che si inserisce alla perfezione e la mette dentro con un tocco preciso di piatto.
La ripresa si apre con un gran destro di Icardi che termina fuori sibilando accanto al palo, ma anche il Bari divora il gol in contropiede con Marras che riceve palla al 5’ da Antenucci, scattato sul fondo, e di testa manda incredibilmente sul fondo. La gara procede sui binari di un sostanziale equilibrio con i biancorossi che gestiscono senza grossi patemi d’animo. Al 23’ entra in campo Lollo al posto di un propositivo Bianco. Antenucci impegna severamente il portiere campano e Marras non riesce a intervenire sulla ribattuta facendosi anticipare in corner da Carillo. Auteri inserisce anche Montalto, Citro e Semenzato al posto di Antenucci, D’Ursi e Ciofani. Nel finale il Bari raddoppia proprio grazie ai nuovi entrati. Semenzato lancia per Montalto che supera Carillo e Ciriello e di sinistro insacca. Nel recupero Hadziosmanovic calcia fuori da posizione defilata e Carillo impegna severamente Frattali di testa sugli sviluppi di una punizione.
I galletti vincono con merito e domenica prossima affronteranno in casa il Catanzaro, ex squadra di mister Auteri.

Tabellino
CASERTANA-BARI 0-2
CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Carillo, Konate, Setola (dal 38′ st Valeau); Bordin, Santoro (dal 10′ st Matese), Varesanovic (dal 38′ st Origlia); Icardi, Cuppone, Fedato (dal 44′ pt Ciriello). A disposizione: Dekic, Zirkovic, Polito, Longobardo, Petito, De Lucia, Pacilli. Allenatore: F.Guidi.
BARI (3-4-3): Frattali; Celiento, Sabbione, Di Cesare; Ciofani (dal 36′ st Semenzato), De Risio, Bianco (dal 23′ st Lollo), D’Orazio; Marras (dal 44′ st Candellone), Antenucci (dal 35′ pt Montalto), D’Ursi (dal 35′ st Citro). A disposizione: Marfella, Andreoni, Maita, Corsinelli, Hamlili, Simeri. Allenatore: G.Auteri.
ARBITRO: sig. A.Di Graci della sez. di Como. Assistenti: R.Terenzio della sez. di Cosenza e V.Pedone della sez. di Reggio Calabria.
RETI: al 45′ pt Antenucci (B), al 43′ st Montalto (B).
AMMONITI: Bordin, Ciriello e Matese (C); Celiento, De Risio e Sabbione (B).
ESPULSI: al 38′ pt Konate (C) per doppia ammonizione.
NOTE: temperatura rigida e vento forte, terreno in buone condizioni; angoli: 10-1 per il Bari; recuperi: 1′ pt e 5′ st; gara giocata senza spettatori per protocollo anti Covid; un minuto di raccoglimento osservato prima del fischio d’inizio.





About Tommaso Di Lernia 482 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*