Che scorpacciata di reti contro il Cittadella, Bari regina in casa e seconda macchina da gol del torneo! I biancorossi non calavano il poker…

Qualche curiosa statistica dopo il 4-2 di ieri sera contro i veneti di mister Venturato



Share

Giocatori del BariIn attesa delle altre gare, in programma oggi pomeriggio, la larga vittoria di ieri sera del Bari contro il Cittadella ha suggellato la spedita marcia interna dei pugliesi che al momento tra i cadetti hanno il miglior rendimento casalingo. Senza tener conto delle fatiche di Coppa Italia, con quello ottenuta a discapito dei veneti, infatti, sono in tutto 5 i successi inanellati fino ad ora da Basha e compagni che in questo avvio di stagione si sono dovuti piegare solo al cospetto del Venezia nella terza giornata (0-2 e gol dei lagunari con Bentivoglio e Zigoni). E’ anche vero che nessuna compagine di B ha disputato ad oggi 6 partite sul terreno amico, ma nessuna di quelle ferme a quota 5 potrebbe emulare le gesta dei galletti pur vincendo la prossima davanti ai propri tifosi. Solo Empoli, Perugia e Spezia (fermi a sole 4 gare giocate in casa) potrebbero eguagliare il piccolo record dei pugliesi, ma per farlo dovranno fare bottino pieno nelle prossime due sfide interne.

CHE POTENZIALE OFFENSIVO! – La serata di ieri ha anche incoronato la squadra di mister Grosso come seconda miglior macchina da gol della serie B. Sono infatti ben 19 le reti messe a segno dal prolifico attacco biancorosso che può vantare la coppia offensiva Improta-Galano (entrambi a segno anche contro i granata di mister Venturato) capace fino ad ora di realizzare in due la bellezza di 12 gol (solo uno in meno della coppia empolese Caputo-Donnarumma).

TORNA IL POKER BIANCOROSSO – I galletti non realizzavano 4 gol in una stessa partita di campionato dal pirotecnico 4-3 di Benevento andato di scena lo scorso febbraio. In apertura Galano rispose a Lopez, ma la rete di Floro Flores ed un rigore di Salzano permisero ai galletti di confezionare la rimonta. A cavallo dell’intervallo i campani riuscirono a pareggiare andando a segno con Cissè (ora biancorosso) e Ceravolo, ma la formazione di mister Colantuono chiuse i conti al 54′ con un’altra magia di Galano.
Al San Nicola, invece, non si assisteva ad un poker dei padroni di casa da quasi due anni. Era il 6 settembre del 2015 e si giocava la prima giornata del torneo cadetto. Sulla panchina barese c’era Davide Nicola e la vittima prescelta fu lo Spezia. Inizio del match al fulmicotone per i pugliesi che si portarono sul 2-0 grazie alla doppietta di De Luca. I liguri reagirono con veemenza e ribaltarono il risultato pareggiando nei primi 45 minuti con le reti di De Las Cuevas e Catellani (su rigore) e passarono in vantaggio grazie a Nenè. La partita avrebbe poi riservato ancora molte emozioni e soprattutto l’altra doppietta di giornata, quella di uno scatenato Maniero che regalò i tre punti ai galletti.
Per ritrovare l’ultimo 4-2 interno, bisogna invece tornare indietro di esattamente 3 anni e cioè a quando il Bari di mister Mangia liquidò l’Avellino di Massimo Rastelli. Alle reti iniziali di Romizi e Caputo, per gli irpini rispose Comi, ma nel secondo tempo Stefano Sabelli realizzò il suo primo gol in maglia biancorossa firmando il 3-1. Castaldo provò a riaprire i giochi al 70′ senza però riuscirci visto che un rigore di Caputo nel recupero sancì il successo dei padroni di casa.





About Tommaso Di Lernia 668 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*