IL 2017 DEL BARI: DA GENNAIO A GIUGNO – Colantuono illude, poi il crollo…

I primi 6 mesi del 2017 dei galletti



Share
Stefano Colantuono
Stefano Colantuono

GENNAIO – Il Bari ha chiuso il girone d’andata a 29 punti (8° posto con l’Entella) e, attraverso un corposo mercato di riparazione, prova a risalire in classifica. Tante partenze (su tutte Boateng, Valiani, Castrovilli, Di Cesare, Fedato e Valiani) ed altrettanti arrivi (Floro Flores, Parigini, Morleo, Raicevic, Salzano ed il ritorno di Galano i più importanti), secondo i dettami di mister Colantuono. Contro Cittadella e Perugia, nonostante i buoni propositi, arriva soltanto un punto.

FEBBRAIO – Il mese successivo, al contrario, dice molto bene ai galletti. In 5 partite arrivano 4 vittorie ed 1 pareggio. Gli ex Galano e Raicevic fanno precipitare il Vicenza, Floro Flores per poco non centra una clamorosa doppietta al ‘Manuzzi’ contro il Cesena. L’ex Sassuolo avrà modo di rifarsi nei turni successivi contro Ternana e, soprattutto, Benevento. Al ‘Vigorito’ mette a segno una preziosa doppietta anche Galano: l’esterno foggiano a primo impatto sembra un calciatore trasformato rispetto alla prima (lunga) parentesi pugliese. I galletti raggiungono il quinto posto per effetto di quella vittoria e due giorni dopo si sbarazzano anche del Brescia. Sembra che la stagione possa svoltare in maniera molto positiva.

MARZO – Sembra, appunto. Marzo doveva essere il mese della continuità, ma le cose andranno diversamente. La sconfitta contro l’Entella (colpa del sintetico, si dirà, cosi come a Vercelli) viene subito cancellata grazie alla vittoria interna contro il Frosinone. Si sblocca un acquisto su cui si era puntato molto ad inizio stagione: Federico Furlan. Fermata la corsa dei ciociari, lanciati verso la testa del campionato in quel periodo. I sogni, di fatto, terminano qui. Ed a Trapani, contro una squadra certamente viva ma in piena zona retrocessione, i galletti rimediano una sonora figuraccia: 4-0. In panchina per i siciliani c’è Calori ed una parte della squadra è rimasta in Serie C quest’anno. Si diffondono cattive illazioni: la società biancorossa sporge denuncia contro ignoti presso le autorità competenti. Il mese si chiude con lo 0-0 casalingo contro il Novara: tanta sfortuna, soprattutto nel primo tempo. Colpito anche un palo.

APRILE – Inizia male il mese di aprile con la sconfitta contro la Pro Vercelli. La stagione finisce in anticipo per diversi giocatori e piuttosto grave è l’infortunio accusato da Brienza. La vittoria contro il Latina al ‘San Nicola’ (2-0) permetterebbe in teoria di poter continuare a rincorrere i playoff: quota 50 punti è stata raggiunta e resterebbero ancora 8 partite da giocare. E invece niente. La squadra non solo rimedia due sconfitte esterne contro Spezia e Carpi, ma finisce anche col perdere Floro Flores. Fanno poi seguito una sconfitta contro il Verona e due fischiatissimi pareggi contro Pisa (con un piede e mezzo in C) e Salernitana. Inutile anche la contestazione della tifoseria al ‘San Nicola’: diverse le centinaia di sostenitori presenti.

MAGGIO – Pareggio brodino ad Avellino per il Bari: 1-1 su rigore, dubbi entrambi gli episodi. Si ferma per un grave infortunio anche Sabelli (tornerà in campo solo a novembre). La sconfitta interna rimediata contro l’Ascoli, poi, estrometterà aritmeticamente i biancorossi da ogni discorso playoff. Si chiude il campionato tra mille polemiche e critiche con la sconfitta di Ferrara contro la Spal (2-1). Colantuono saluta giornalisti e tifosi in conferenza stampa prima della gara del ‘Mazza’.

GIUGNO –
Ora bisogna rifare tutto dall’inizio. Con Colantuono via, si cercano altri allenatori. Si fanno i nomi di Bucchi, Oddo e De Zerbi, ma alla fine la scelta ricade su Fabio Grosso. Il campione del mondo 2006 è alla sua prima esperienza coi professionisti dopo i trascorsi con la Juventus Primavera. Nel frattempo suscita interesse e polemiche la questione stadio. Si parla di investitori esterni pronti a supportare il progetto del presidente Giancaspro, viene anche presentato uno studio di fattibilità. Incontro al ‘San Nicola’ con alcuni consiglieri dell’opposizione.





About Domenico Brandonisio 2279 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*