PRESENTAZIONE DELLA GARA: Il Bari gioca a Palermo uno spareggio per la promozione diretta in A



Una serie di incredibili coincidenze, dal crollo inaspettato del Palermo a Venezia al ritorno alla vittoria del Bari dopo un mese, alle sorprendenti sconfitte di Frosinone e Parma sui campi di avversari impegnati nella lotta per la salvezza, hanno riaperto il discorso per la promozione diretta in serie A. E al confronto diretto tra Palermo (63 punti) e Bari (60 punti) al “Renzo Barbera” (capienza 36.349 posti) si aggiunge un altro motivo di grande interesse, cioè la presenza sulla panchina siciliana di Roberto Stellone, esonerato dal Bari a metà del campionato scorso  e sicuramente alla ricerca della rivincita personale. L’ex tecnico biancorosso è stato chiamato da Zamparini per sostituire Bruno Tedino, sul quale sono piovute numerose accuse: la squadra non risponde più alle sollecitazioni dell’allenatore, che ha mostrato inesperienza e difficoltà a leggere le partite e a gestirle tatticamente ed anche perplessità nella turnazione degli elementi e nella valorizzazione dell’organico.

Dopo un avvio positivo (15 punti nelle prime 9 giornate) e un imprevisto rallentamento, contrassegnato da 2 sconfitte in casa, la squadra rosanero ha infilato una serie positiva di 8 partite. E’ stato il momento migliore dei siciliani, a fine gennaio imbattuti in trasferta e in testa alla classifica alla pari con il Frosinone e in vantaggio di  3 punti sull’Empoli, 7 su Parma e Cremonese, 8 su Bari e Cittadella e 11 su Venezia e Carpi. Le 3 sconfitte consecutive contro Empoli, Foggia e Perugia sono state il primo segno della crisi, scoppiata nel mese di aprile: dopo la battuta d’arresto a Parma nel recupero, il Palermo ha ottenuto solo un successo sull’Avellino e 3 pareggi, in casa contro Pescara e Cremonese e poi a Cittadella. Infine, la pesante batosta di Venezia ha spinto Zamparini alla ennesima rivoluzione tecnica.

L’esordiente Tedino, dopo una lunga gavetta in Lega Pro, ha così pagato le conseguenze prima del deficitario mercato invernale (partenze di Cionek, Embalo e Monachello e arrivi solo di Moreo dal Venezia e Fiore dallo Standadr Liegi) e poi dell’infortunio di Nestorovski, l’elemento di maggior spicco. E’ proprio il giocatore macedone Nestorovski il capocannoniere dei rosanero, autore di 13 centri (2 rigori trasformati) ma un infortunio gli impedisce di giocare le ultime partite del campionato: potrà essere recuperato solo  per i play-off.  In zona gol lo ha sostituito il brasiliano Coronado, che finora ha firmato 9 reti (2 rigori). Con 6 gol all’attivo segue il sorprendente difensore esterno Rispoli, che precede la punta 22enne La Gumina (5 gol). A quota 4 sono in tre, il macedone Trajkovski (1 rigore), il bulgaro Chochev e il francese Gnahoré. Infine chiudono la lista 6 giocatori, tutti autori di 1 gol ciascuno: Cionek, Embalo e Monachello, andati via a gennaio, e poi il croato Jajalo, il polacco Murawski e il serbo Rajkovic. Due sono state le autoreti a favore dei siciliani, una di Molina dell’Avellino e l’altra di De Santis della Virtus Entella.

La trasferta di Palermo in passato è stata proibitiva per il Bari. In 31 partite giocate, la formazione biancorossa ha ottenuto solo 2 vittorie e 12 pareggi, perdendo ben 17 volte. Le reti segnate sono state 24 e quelle subìte più del doppio, precisamente 49. Il primo successo risale addirittura a 73 anni fa, precisamente al 21 ottobre 1945, nel quadro del campionato Centro Sud A-B, il primo ufficiale dopo la conclusione della seconda guerra mondiale. In Coppa Italia sono state rimediate invece 2 sconfitte e nelle gare disputate in serie A il Bari ha ottenuto solo 3 pareggi contro 5 sconfitte. E’ stata registrata nel torneo dei cadetti l’altra vittoria, ventuno anni fa, il 18 maggio 1997: gli altri 19 incontri si sono chiusi con 9 pareggi e 10 sconfitte per i biancorossi. Nelle ultime 6 partite giocate dal 2002 al 2014, tra serie A e serie B, il Bari non è andato oltre 3 pareggi, subendo altrettante sconfitte.     

La gara sarà diretta dal sig. Gianluca Aureliano, 38enne, avvocato, iscritto alla  sezione di Bologna. In 5 campionati di serie B ha arbitrato finora 83 gare con questo bilancio: 36 vittorie per le squadre di casa, 29 pareggi e 18 successi in trasferta, 42 espulsioni e 50 rigori concessi.  I precedenti con i biancorossi sono favorevoli : 6 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. In questa stagione ha arbitrato, tra le altre gare, Bari – Avellino  2-1, Cremonese – Bari 0-1 e Palermo – Virtus Entella 2-0.

L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 1  HD (n. 251). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 20.30 allo  Stadio “Renzo Barbera” di Palermo.





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*