LA PRESENTAZIONE DELLA GARA: al “San Nicola” arriva la Ternana sempre vincente in trasferta



Non sarà importante come la finale di un campionato mondiale, secondo il paragone, un po’ azzardato, del presidente della Ternana Stefano Bandecchi, ma lo scontro tra biancorossi e rossoverdi, rispettivamente sesti e primi in classifica, può essere sicuramente considerato uno dei due incontri-clou della giornata, insieme a Reggina-Catanzaro,

Il risultato della partita non potrà essere determinante per il prosieguo del campionato, considerato che da lunedì saranno in palio ancora 87 punti fino alla conclusione della stagione e quindi potrà succedere di tutto.

Indubbiamente, però, una sconfitta potrebbe avere ripercussioni psicologiche di una certa rilevanza. I rossoverdi di Fabio Gallo hanno finora fatto bottino pieno nelle 4 trasferte giocate, conquistando 12 punti che hanno compensato i 5 persi in casa,  e rischiano di perdere la testa della classifica.

I biancorossi, da parte loro, con Vivarini hanno appena avviato un processo di profonda trasformazione sul piano del gioco, della mentalità e del carattere, per cui una battuta d’arresto potrebbe ritardare questo procedimento e ricacciare la squadra a metà classifica.

La gara si presenta impegnativa per entrambe le formazioni e il risultato sfugge ad ogni pronostico. La Ternana dovrebbe confermare lo schema che presenta regolarmente in trasferta, cioè la linea a 4 in difesa, 3 centrocampisti e un trequartista dietro le 2 punte.

Nel Bari, Vivarini con tutta probabilità non apporterà variazioni al 3-5-2, un modulo collaudato, che peraltro può assicurare una maggiore copertura alla difesa, considerata la velocità che finora hanno mostrato gli attaccanti rossoverdi.

Gli umbri hanno segnato finora 14 gol, di cui 9 in trasferta. Cannoniere è il barese Partipilo (3 reti), seguito a quota 2 da Marilungo, Russo e dall’ex Salzano (1 rigore). Chiudono la graduatoria con 1 gol a testa Ferrante, Paghera e l’altro ex Vantaggiato. Vanno poi aggiunte 2 autoreti a favore, autori Mbende e Biondi, entrambi del Catania.

I precedenti sono favorevoli al Bari, che sul suo campo ha ottenuto 12 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte, segnando 32 gol e subendone 13.

  La gara sarà diretta dal sig. Francesco Meraviglia, iscritto alla sezione di Pistoia. E’ un arbitro che può essere definito “casalingo” considerato che delle 45 partite in cui è stato designato ben 21 si sono chiuse con il successo delle formazioni di casa, 15 sono stati i pareggi e solo 9 le vittorie in trasferta, ben 184 i cartellini gialli, 20 le espulsioni e 10 i rigori concessi. In questa stagione ha diretto 4 partite con squadre di alta classifica: nel girone A Monza-Novara (2-0), nel girone B Cesena- Triestina (3-2) e Reggio Audace-Carpi (2-0) e infine nel girone meridionale Reggina-Catania (1-0). Nello scorso campionato è sceso solo una volta in Puglia, per arbitrare Monopoli-Catanzaro 0-0.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “San Nicola” alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 446 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*