Bari sciupone contro la Vibonese. Antenucci fallisce un rigore e la Ternana si allontana…



BARI – Nella quindicesima giornata del girone C del campionato di Serie C, il Bari non va oltre lo 0-0 interno contro la Vibonese e non riesce a restare sulla scia della Ternana che invece vince ad Avellino e porta a 9 il proprio bottino di vantaggio in classifica sui pugliesi. I galletti affrontano tutto sommato col piglio giusto un avversario scorbutico che non fa l’errore, soprattutto nel primo tempo, di chiudersi dietro in difesa, ma i ragazzi di Auteri sciupano davvero tanto. Nell’errore dal dischetto di Antenucci al 14’ del secondo tempo è racchiusa tutta la delusione dei biancorossi che ci provano fino all’ultimo senza però riuscire a superare il portiere dei leoni, oggi in autentica giornata di grazia.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri deve rinunciare a Citro e Minelli e schiera la solita difesa a 3 con Sabbione al centro, affiancato da Ciofani, inserito a sorpresa al posto di Celiento, e Di Cesare. A centrocampo viene riconfermata la coppia Maita-De Risio, con Semenzato a sinistra e il rientrante D’Orazio destra. In attacco c’è ancora Montalto al posto di D’Ursi, oltre ad Antenucci e Marras.
Mister Galfano propone un 3-4-3 dinamico e affida a capitan Redolfi il centro della difesa e al duo Tumbarello-Laaribi la zona nevralgica del centrocampo, con Ciotti e Rasi ad agire sulle fasce. In attacco giostrano Berardi, Plescia e l’ex Statella.

LA GARA
L’avvio di gara è parecchio equilibrato e la Vibonese dimostra subito di essere una squadra manovriera e per nulla rinunciataria. Eccetto la pesante ammonizione di De Risio (che verrà squalificato in quanto già diffidato), il primo quarto d’ora offre solo un’occasione fallita da Statella, a due passi dalla porta, sul cross di Berardi. Al 15’ è Laaribi a calciare una punizione dall’out sinistro che termina di una spanna sopra la traversa. Al 19’ un’impeccabile girata al volo di Plescia non centra la porta, mentre il Bari si fa vedere solo con una conclusione altissima di Antenucci. Il numero 7 dei galletti si ripete però al 28’ quando, una volta liberatosi al meglio al limite dell’area, lascia partire un rasoterra che fa la barba al palo. Al 36’ arriva la prima vera occasione da gol della partita: Antenucci mette al centro dal fondo e Semenzato prova di piatto a superare Marson che si rifugia in corner con i piedi. Subito dopo è la volta di Montalto che colpisce di testa sul traversone di Semenzato, ma anche in questo caso il tentativo è impreciso. Prima dell’intervallo i padroni di casa spingono con decisione il piede sull’acceleratore. Antenucci prima spara alto da posizione invitante, tutto solo all’interno dell’area, e successivamente incrocia bene e centra il palo interno sfruttando un lancio dalle retrovie di Maita, che si fa notare al tiro proprio allo scadere con un destro respinto ancora dall’estremo difensore ospite.
Nella ripresa il Bari si ripresenta in campo con Lollo al posto di De Risio e, nonostante l’approccio offensivo dei pugliesi, le occasioni da gol latitano. Almeno fino al 13’ quando Rasi comette fallo su Montalto inducendo l’arbitro a decretare il rigore. Sul dischetto si porta Antenucci, ma il suo destro è parato da Marson. Per l’ex Spal è il primo errore dagli undici metri della sua esperienza barese. Al 21’ Montalto incoccia di testa sulla punizione di Marras, ma “San Marson” devia ancora in angolo. Berardi calcia fuori al termine di una sortita offensiva di Statella e mister Auteri decide di osare un po’ di più con l’inserimento di Candellone e D’Ursi al posto di Montalto (espulso successivamente dalla panchina) e Semenzato. Dopo la mezzora ci provano D’Orazio e Antenucci, ma il portiere rossoblu sembra oggi davvero insuperabile e si oppone alla grande. Al 34’ Marson è anche fortunato quando Maita conclude sul fondo mancando lo specchio della porta di un nonnulla. Fa il suo ingresso in campo anche Simeri al posto di Marras, ma le cose si complicano al 42’ quando Sabbione si fa espellere lasciando i compagni di squadra in dieci. Nonostante il forcing finale biancorosso e i 5 minuti di recupero, il match termina a reti bianche.

Tabellino
BARI-VIBONESE 0-0
BARI
(3-4-3): Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare; Semenzato (dal 27′ st D’Ursi), Maita, De Risio (dal 1′ st Lollo), D’Orazio; Antenucci, Montalto (dal 27′ st Candellone), Marras (dal 38′ st Simeri). A disposizione: Marfella, Liso, Perrotta, Celiento, Andreoni, Corsinelli, Hamlili. Allenatore: G.Auteri.
VIBONESE
(3-4-3): Marson; Sciacca, Redolfi, Mahrous; Ciotti, Tumbarello, Laaribi, Rasi; Berardi (dal 37′ st Parigi), Plescia (dal 37′ st Spina), Statella. A disposizione: Mengoni, Riga, Falla, Vitiello, Ambro, Leone, Montagno Grillo, Prezzabile, La Ragione, Di Santo . Allenatore: A.Galfano.
ARBITRO:
sig. M.Saia della sez. di Palermo. Assistenti: E.De Angelis della sez. di Roma 2 e M.Bartolomucci della sez. di Ciampino.
AMMONITI:
De Risio, Ciofani, Di Cesare, Lollo e mister Auteri (B); Laaribi, Tumbarello, Rasi, Marson e Statella (V).
ESPULSI: 
al 30′ st Montalto (B) per proteste dalla panchina, al 42′ st Sabbione (B) per doppia ammonizione.
NOTE:
pomeriggio freddo con pioggia a tratti, terreno in ottime condizioni; angoli: 9-6 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 5′ st; gara giocata senza pubblico per protocollo anti Covid; al 14′ st Antenucci (B) ha fallito un rigore.





About Tommaso Di Lernia 570 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

1 Comment

Rispondi a Tommaso Mastronardi Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*