LA PRESENTAZIONE DELLA GARA E PRECEDENTI – Bari: l’obbiettivo è riconquistare il terzo posto…



Ora il Bari deve giocare per riconquistare il terzo posto, considerato che, come era facilmente prevedibile, il Catanzaro ha vinto il recupero di mercoledì in casa dell’ultima della classe, la Cavese.

Grazie ai 6 punti guadagnati domenica contro il Bari e mercoledì a Cava, i calabresi sono riusciti nell’impresa di scavalcare la squadra biancorossa,

Il recupero, nelle 6 partite che restano da giocare prima dei playoff, è ancora possibile, a patto che Carrera riesca a “cambiare” la testa ai giocatori, sollecitandoli a tirar fuori l’orgoglio e la volontà di riscatto da un rendimento che nelle ultime settimane è più da salvezza che da promozione.

Occorre fare tanti punti e per vincere è necessario fare tanti gol e quindi risvegliare le qualità tecniche di Antenucci e Cianci, due fra i migliori goleador del girone. Tocca a Carrera trovare le soluzioni tattiche più adeguate, tenendo conto degli uomini a disposizione, purtroppo in numero ridotto a causa delle sicure assenze dello squalificato Maita e degli indisponibili Citro, Andreoni, Celiento, Ciofani, e Sarzi Puttini. Sono poi incerte le condizioni fisiche di Marras.

La Paganese è invischiata nella zona dei playoff. Neppure la sostituzione dell’allenatore, Di Napoli al posto di Erra nel gennaio scorso, ha sortito effetto. La squadra campana gioca con il modulo 3-5-2 ma appare costituzionalmente debole. E’  reduce da una serie negativa nel corso della quale ha racimolato appena 2 punti in 6 partite. La difesa prende tanti gol, finora 43 in 31 gare, quasi in gol e mezzo ogni 90’, precisamente 1.39 e stenta parecchio ad andare in gol. Infatti, le reti all’attivo sono solo 23 (ha fatto peggio solamente la Cavese con 18 gol) con una misera media di 0.74 reti a partita. Particolare curioso: i biancazzurri si sono procurati ben 8 rigori a favore, dei quali 7 trasformati.

Il cannoniere della squadra è il senegalese Diop, autore di 9 centri (compresi ben 5 rigori). Lo segue Guadagni, attaccante non ancora ventenne, che ha realizzato 4 reti, delle quali 2 su rigore.  Viene poi una coppia di difensori, Schiavino e Squillace, autori di 2 gol ciascuno, che precedono altri 6 giocatori con una rete all’attivo ciascuno: il difensore Sbampato, il centrocampista Bonavolontà (ad agosto prossimo compirà 21 anni), e gli attaccanti Cesaretti, ceduto al Ravenna nel mercato di gennaio, Raffini, arrivato sempre a gennaio dalla Fermana (che ad inizio stagione l’aveva prelevato dal Ravenna), Mendicino e l’ultraquarantenne Scarpa (è nato a giugno del 1979), che l’anno scorso realizzò ben 6 reti, sempre in maglia biancazzurra.   

Il Bari ha ospitato solo 3 volte la Paganese. In 2 occasioni sono state gare di Coppa Italia, il lontano 4 novembre 1976 (finì 0-0) e il più recente 11 agosto 2019 (i biancorossi vinsero 3-2 con rete iniziale di  Kupisz e doppietta di Antenucci). L’unica partita in campionato, sempre in serie C, fu disputata nella stagione 1976/77, il 28 novembre, e il Bari vinse ancora di stretta misura, grazie al gol di Sciannimanico realizzato dopo la mezzora del primo tempo.

La gara sarà diretta dal sig. Mattia Caldera, iscritto alla sezione di Como.  E’ alla seconda stagione in Lega Pro, avendo esordito il 31 agosto 2019 proprio con la Paganese che, sul proprio campo, ospitava il Monopoli: l’incontro si concluse con il successo dei campani per 2-0. E’ stato quello l’unico precedente con i biancazzurri. Dopo  aver diretto 56 partite in serie D, è stato promosso alla CAN della serie C: in questa categoria il suo ruolino presenta finora 20 designazioni, con 103 cartellini gialli, 2 espulsioni per doppia ammonizione e nessuna per rosso diretto, con 6 rigori concessi. Quasi metà delle gare, precisamente 9, si è conclusa con il successo delle squadre di casa, 4 sono stati i pareggi e 7 le vittorie delle formazioni impegnate in trasferta. In questo campionato ha arbitrato 11 partite, 3 nel girone A (2 vittorie interne e 1 successo esterno), pure 3 nel girone B (1 vittoria fuori casa e 2 pareggi) e 5 nel girone C: Teramo-Casertana 2-0, Monopoli-Vibonese 2-0, Teramo-Avellino 1-1, Viterbese-Vibonese 0-0 e Turris-Foggia 1-3. E’ alla prima designazione in una gara del Bari.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da SKY SPORT (canale 272) e ELEVEN  SPORTS  e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 352 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*