LA PRESENTAZIONE DELLA GARA E PRECEDENTI – Bari: orgoglio e voglia di riscatto per riprendere la corsa ai playoff…



Il futuro immediato del Bari è nelle mani, anzi …. nei piedi dei giocatori, dopo il ritorno di Auteri sulla panchina.

I “galletti” devono dimostrare, contro Turris e Bisceglie, che non riuscivano ad esprimersi al meglio sotto la guida di Carrera e che ora sono animati da una grande volontà di riscatto. Si tratta dunque di una prova d’orgoglio che deve portare ad un cambio di ritmo e di rendimento, da squadra in lotta per la promozione e non per la salvezza.

Nelle 22 partite iniziali, la squadra biancorossa ha marciato al ritmo di 1,91 punti a gara ma, dopo il cambio con Carrera, la media è scesa a 1,50, del tutto insufficiente per restare nelle posizioni di vertice, tanto è vero che ha ceduto il passo in classifica prima all’Avellino e poi al Catanzaro e infine si è fatta scavalcare anche dal Modena nella corsa a distanza per la migliore quarta posizione.

C‘é da sperare in un miracolo per poter riguadagnare terreno sulla squadra emiliana e saltare così un turno dei playoff. In caso contrario il Bari entrerà in gioco già nella fase eliminatoria con le squadre del girone C.

Gli ultimi 2 avversari, a dire il vero, non sono proprio irresistibili ed entrambi  impelagati nella lotta per la salvezza.

I campani hanno disputato un buon girone di andata, inserendosi in una comoda posizione di centroclassifica, risultato positivo per una matricola. Nel girone di ritorno, invece, il rendimento è precipitato: i corallini in 15 partite ne hanno vinto solo 2, pareggiato pure 2 e collezionato 11 sconfitte, conquistando solo 8 punti contro i 27 all’attivo nella prima metà del campionato, peraltro con una partita da recuperare. La difesa si è rivelata un colabrodo, incassando 30 gol, in media 2 ogni 90’. L’allenatore Fabiano è stato sostituito da Bruno Caneo con precedenti da allenatore in seconda in A (Genoa e Inter) e unico responsabile in squadre di serie D, a parte una breve esperienza a Rieti nello scorso campionato di serie C. Ma non è cambiato praticamente nulla e la Turris affronta il Bari reduce da 5 sconfitte nelle ultime 7 partite.

Il cannoniere dei campani è Giannone, autore di 10 gol, tra cui un rigore trasformato. Lo seguono, nettamente distanziati, in 2: Pandolfi, passato al Brescia nel mercato di gennaio, e il centrocampista Romano (6). A quota 3 ci sono Daniele Franco (1 rig.), centrocampista, e la punta Longo, che precedono un’altra coppia con 2 reti all’attivo, il difensore Lorenzini e l’attaccante Persano. Infine, con 1 rete a testa, seguono la punta Alma e i difensori  Esempio, Loreto e Rainone.

Il Bari è stato ospite della Turris 4 volte, 3 negli anni ’70 e sempre in serie C. Dopo una lunga sosta, a distanza di 42 anni i biancorossi sono tornati a Torre del Greco il 3 febbraio del 2019, in serie D, nel campionato che ha visto il duello tra le due squadre per la promozione diretta in C. I campani vinsero quella partita per 1-0 (all’andata avevano pareggiato 0-0 al San Nicola) ma i biancorossi conclusero ugualmente il girone al primo posto con 11 lunghezze di vantaggio sui corallini, ma 9 effettive a seguito della penalizzazione di 2 punti. Complessivamente il Bari sul campo della Turris ha giocato 4 partite, conquistando 1 vittoria e 1 pareggio contro 2 sconfitte. In perfetta parità il bilancio dei gol, 5 fatti e altrettanti subìti.

La gara sarà diretta dal sig. Mario Vigile, iscritto alla sezione di Cosenza. Laureato in ingegneria all’Università della Calabria, ha iniziato la carriera di arbitro nel 2004. Nel 2016, dopo aver diretto 30 partite in serie D, è passato alla CAN di Lega Pro ed ha esordito l’11 settembre 2016 con Viterbese-Racing Roma 3-1 nel girone A. Complessivamente, ha arbitrato finora 71 partite di campionato, facendo registrare 29 vittorie per le squadre di casa, 21 pareggi e pure 21 successi delle formazioni impegnate in trasferta, con 290 cartellini gialli, 5 espulsioni per doppia ammonizioni e 15 per rosso diretto ed ha decretato 23 rigori. In 2 occasioni ha ammonito 8 giocatori e sempre in 2 partite ha concesso 2 rigori in 90’. In questo campionato ha diretto 4 partite nel girone A (1 vittoria interna, 2 esterne e 1 pareggio), 5 nel girone B (1 successo in casa, 1 fuori e 3 pareggi) e 5 nel girone C: Paganese-Ternana 0-3,Viterbese-Bari 0-3, Teramo-Catania 1-0, Palermo-Monopoli 3-0 e Avellino-Ternana 1-2. Particolare curioso: nella stagione in corso si sta mostrando “buono” nel girone meridionale, considerato che non ha concesso rigori ed ha espulso un solo giocatore per rosso diretto. Con il Bari, oltre alla gara di Viterbo, ha un altro precedente, il derby a Monopoli del 9 febbraio 2020, concluso sul risultato di 2-2. Non ha mai arbitrato la Turris.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da SKY SPORT (canale 252), ELEVEN  SPORTS  e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “Amerigo Liguori” è fissato alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 358 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*