LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari costretto a vincere contro il fanalino Vibonese…



Nelle ultime 4 giornate il Bari ha ottenuto soltanto 4 punti: peggio hanno fatto solo in quattro, Latina, Fidelis Andria, Vibonese e Monterosi Tuscia.  La conseguenza di questo periodo-no è che , nei confronti dei biancorossi, hanno guadagnato  6 lunghezze Monopoli e Palermo, 4 punti Avellino e Catania, 3 il Taranto e 2 Catanzaro, Turris e Foggia. I rossoneri, però, sono stati penalizzati di 4 punti ma pare che le inadempienze siano solo formali.

Comunque, è importante che la squadra di Mignani sia rimasta solitaria in testa alla classifica e che ora abbia la possibilità di recuperare quanto ha malamente perso in questo periodo, grazie alla coincidenza di giocare le prossime 3 gare contro le ultime della classifica, prima Vibonese e poi Fidelis Andria e Latina.

Inutile dire che “il Bari è costretto a vincere”, come ha riconosciuto l’altro giorno Di Gennaro, contro questi avversari sulla carta decisamente più deboli, per affrontare poi nelle migliori condizioni fisiche e psicologiche il finale del girone di andata, contro Avellino, Taranto e Palermo.   

Mignani, dunque, ha 3 giornate a disposizione per riportare la squadra a un livello di prestazione accettabile e potrebbe anche sfruttare indirettamente i risultati degli scontri diretti tra gli inseguitori più immediati.

A patto, naturalmente, che non si verifichino più incidenti di percorso e che l’approccio alla gara sia determinato e vigoroso, tanto da mettere presto il risultato al sicuro.

 La Vibonese, fanalino di coda alla pari con la Fidelis Andria, intanto, non va sottovalutata anche se le cifre dei calabresi sono tragiche: 1 sola vittoria (alla 9^ giornata),  6 sconfitte, porta violata in 9 partite su 13, peggiore attacco del girone (8 reti segnate), appena 3 pareggi ottenuti in trasferta (ad Andria, Taranto e Messina) e solo 1 gol realizzato in 540’, proprio sul campo della Fidelis, poco meno di due mesi fa. 

Sono soltanto 6 i giocatori che hanno firmato le reti segnate dalla squadra meno prolifica del girone meridionale: 2 gol a testa per Golfo e Sorrentino e 1 ciascuno per Basso, mauceri, Spina e Vergara.

Il Bari ospita per la terza volta la squadra calabrese. I precedenti, infatti, sono soltanto 2, nelle ultime 2 stagioni, entrambi in serie C. Curiosamente, le partite sono finite sempre in parità, 2-2 il 3 novembre 2019 e 0-0 il 13 dicembre 2020. Nella prima il Bari passò due volte in vantaggio, con Antenucci e Terrani, e poi fu sempre raggiunto dai rossoblu. Nella seconda, Antenucci si fece parare un calcio di rigore e il risultato non si schiodò dallo 0-0. In campo degli attuali biancorossi c’erano Frattali, Di Cesare, Maita, De Risio, Lollo, Marras, Simeri e Antenucci. In panchina, con Auteri, restarono Marfella, Andreoni e Celiento.  Complessivamente il Bari ha pareggiato le 2 partite giocate, con un bilancio di 2 gol segnati e 2 al passivo.

La gara sarà diretta dal sig. arco Ricci, iscritto alla sezione di Firenze. Trentatreenne, (è nato il 1° gennaio 1988) è uno dei “veterani” della Lega Pro, nella quale arbitra da 5 campionati, dopo aver collezionato 44 presenze in  serie D. Il suo ruolino registra 62 partite dirette, di cui 26 successi per le formazioni impegnate in casa, 15 pareggi e 21 vittorie per le squadre in trasferta, 288 cartellini gialli, 5 espulsioni per doppia ammonizione e 9 per rosso diretto e 22 rigori concessi. Il suo record di ammonizioni è 9, registrato nella partita Virtus Francavilla-Potenza 2-1 del 24 ottobre 2020. In due gare ha concesso 2 rigori in 90’ e in altre 2 gare ha sanzionato 2 espulsioni. Ha già incontrato più volte le due squadre: ha infatti diretto Vibonese-Bari 0-1 del 3 aprile 2021 e ancora i biancorossi nella gara interna con l’Avellino del 2 dicembre 2020, finita 4-1. Altre 2 volte ha arbitrato la Vibonese, sempre in casa e nel 2019: Vibonese-Rende 3-0 e Vibonese-Catanzaro 0-0. A ottobre 2018, nella seconda stagione in Lega Pro, fu protagonista di un curioso episodio: arbitrò con grande professionalità Fermana-Sudtirol nel girone B appena 3 giorni dopo la morte del padre. Alla fine della gara, per la tensione accumulata scoppiò in un pianto dirotto e fu consolato da tutti i giocatori e dirigenti delle due squadre. Al “San Nicola” si avvarrà dei collaboratori designati  Giuseppe Trischitta di Messina e Andrea Torresan di Bassano del Grappa, assistenti, e Emanuele Frascaro di Firenze, quarto ufficiale

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 17.30. 





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*