LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: il potenziamento dell’attacco contribuisce ad alimentare le ambizioni…



Share

Dopo i “botti” finali del mercato, il Bari non può nascondere le proprie ambizioni: la batteria degli attaccanti è stata rinforzata da 2 elementi con una certa esperienza alle spalle, nonostante la giovane età, e soprattutto motivati, come piace al ds Polito. E’ stato subito convocato Salcedo: il genovese, nato da genitori colombiani, e il francese Scheidler costituiscono una valida alternativa alla coppia Antencci-Cheddira, ciò che consente a Mignani di poter effettuare rotazioni secondo le esigenze della partita. Il Bari è squadra a trazione anteriore, disponendo anche di centrocampisti offensivi: tocca al mister di trovare i giusti equilibri con il reparto arretrato.

La Spal (ricordiamo che la denominazione è l’acronimo di Società Polisportiva Ars et Labor) è una delle più gloriose società di calcio “provinciali”, potendo contare su 24 presenze in serie A, di cui 19 nella massima divisione a girone unico, ed altrettante nel campionato cadetto, vinto 2 volte. L’anno scorso incappò in un’annata meno che mediocre, classificandosi al 15° posto con 42 punti (20 in casa e 22 in trasferta), 9 successi, 15 pareggi e 14 sconfitte, 46 gol fatti e 54 subìti. All’inizio della stagione si era verificato il passaggio della proprietà dalla famiglia Colombini all’italo-americano Joe Tacopina: fu scelto l’allenatore catalano Pep Clotet, sostituito a gennaio, alla 19^ giornata, a causa dei risultati negativi, da Roberto Venturato, confermato questa estate. I marcatori più prolifici furono Colombo e Mancuso (6 reti a testa) e Melchiorri (5), tutti ceduti, rispettivamente a Lecce, Cagliari e Perugia. Nel reparto avanzato sono stati inseriti La Mantia e Moncini, 2 attaccanti richiesti anche dal Bari. Anche il centrocampo è stato rinforzato con l’arrivo del trequartista Maistro dall’Ascoli, di Proia dal Brescia, di Murgia dal Perugia e di Fiordaliso e Valzania dalla Cremonese.

In questa stagione la formazione di Venturato ha iniziato male con la debacle interna contro la Reggina (1-3) con una tripletta incassata nel giro di 19 minuti all’inizio della ripresa (inutile il gol di La Mantia a 11’ dalla fine), poi si è riscattata conquistando un prezioso pareggio ad Ascoli (rete di Maistro in rimonta) e sabato scorso ha vinto in casa contro la corazzata Cagliari grazie al secondo gol dell’attaccante ex Empoli.

Bari e Spal si sono incontrate in Puglia 16 volte, 4 nella massima divisione (3 vittorie per i biancorossi e 1 pareggio) e 12 in serie B (5 successi 6 pari e 1 sconfitta). Quindi  il bilancio complessivo è nettamente positivo per i biancorossi: 8 vittorie, 7 pareggi, 1 sola sconfitta, 16 gol fatti e appena 4 subìti. La squadra di Ferrara scese a Bari la prima volta 88 anni fa, precisamente il 21 gennaio 1934, in serie B, e fu vittoria del Bari per 2-0. Nel campionato successivo, ancora in B, i biancorossi bissarono il successo per 3-0.  Passarono poi 16 anni per un nuovo incontro, il 15 aprile 1951, sempre in B, e finì 0-0. Dal 1959 al 1963 le due squadre giocarono al “Della Vittoria” nel massimo campionato 4 volte di seguito e,come detto, furono 3 vittorie per i baresi ed un pareggio. Poi ancora tanta serie B. L’unico successo dei biancoazzurri risale a 57 anni fa (1-0) mentre il Bari ha vinto l’ultima volta il 21 febbraio 1982 (1-0 grazie ad un’autorete). Le ultime due gare disputate a Bari si sono chiuse con altrettanti pareggi: 0-0 il 14 marzo 1993 e 1-1 il 29 dicembre 2016. In quest’ultima occasione giocarono con la maglia biancoazzurra Antenucci, che realizzò il rigore del provvisorio  vantaggio, e Vicari e in maglia biancorossa Di Cesare. Fu Maniero a trasformare il rigore del pareggio.

La gara sarà diretta dal sig. Antonio Rapuano, iscritto alla sezione di Rimini, 37enne, agente della polizia locale del Comune della sua città. E’ considerato un arbitro di polso, dotato di grande autorevolezza. Ha diretto finora 96 partite in serie B, facendo registrare 39 vittorie per le squadre di casa, 30 pareggi e 27 successi per le formazioni in trasferta, 29 espulsioni e 22 rigori concessi. Quest’anno è alla prima gara in serie B, mentre l’anno scorso è stato designato 9 volte (2 vittorie in casa, 3 pareggi e 4 vittorie fuori). Ha 3 precedenti in serie B con i biancorossi: Cittadella-Bari 2-0 (21 gennaio 2017), Frosinone-Bari 3-2 (16 settembre 2017) e Avellino-Bari 1-2 (2 aprile 2018). Una sola volta ha incontrato la formazione ferrarese: Brescia-Spal 1-1 (25 aprile 2022).

Completano la terna gli assistenti Davide Miele della sezione di Torino e Marco Trinchieri della sezione di Milano; quarto ufficiale è Alberto Ruben Arena, iscritto alla sezione di Torre del Greco, mentre sono stati designati al VAR Davide Minelli, della sezione di Varese, e quale AVAR Pietro Dei Giudici, della sezione di Latina. L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport e DAZN e in radiocronaca diretta da RADIOBARI (88,8/88,9 Mhz in FM). Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 14.





About Peppino Accettura 454 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*