Polito: «Non ci sono spiegazioni per una sconfitta di cui mi vergogno! C’è solo da chiedere scusa ad una città intera. Sono però sicuro che arriveremo all’obiettivo…»

Le dichiarazioni del Direttore Sportivo biancorosso al termine del match contro il Campobasso



BARI – Subito dopo il termine della gara persa malamente dal Bari contro il Campobasso, l’unico a parlare in casa pugliese è stato Ciro Polito che ha subito esternato la propria disapprovazione per la scivolata inaspettata: «Non ci sono tante spiegazioni per una sconfitta del genere di cui mi vergogno. C’è solo da chiedere scusa ad una città intera. Ora bisognerà parlare poco e pedalare tanto. Nonostante 2 gol fatti per inerzia, non si può rischiare di perdere 3-0 o 4-0 in casa contro una squadra che lotta per salvarsi. E questa è già la seconda volta che accade. Questa sconfitta non ha scusanti e da stasera la squadra sarà ritiro affinché ci si possa ritrovare per farci trovare pronto martedì».

Subito dopo, il Direttore Sportivo del Bari ha analizzato le ultime due sconfitte interne: «Oggi abbiamo avuto poca lucidità. Ho sempre detto ai ragazzi che bisogna saper perdere e la scivolata di oggi è davvero brutta e pesante. In occasione di quella contro il Messina, secondo me avevamo fatto una gara discreta e abbiamo perso a causa di un contropiede che ci sta subire, visto che siamo spesso proiettati in avanti».

Negli ultimi tempi i galletti hanno perso smalto e di questo l’ex Ascoli è perfettamente conscio: «La squadra ha innegabilmente perso qualcosa. Nelle ultime quattro partite abbiamo subito due sconfitte interne e anche la gara contro il Catania è da ritenersi quasi una sconfitta. Qualcosa non va e forse la squadra ha pensato già di poter fare un altro campionato. Questo non va bene perché siamo in Serie C, qui ci sono gli avvoltoi e tutti ci aspettano al varco. Abbiamo preso una brutta mazzata, la più brutta da quando sto a Bari, ma  vi garantisco che la squadra risponderà con grande orgoglio. Conosco i ragazzi e sono sicuro che, tra mille difficoltà, arriveremo all’obiettivo».

Entrando più nel merito del match contro i molisani: «Oggi è stata anche una giornata strana. E’ uscito Emmausso ed è entrato Liguori che poi ha fatto tre gol, quasi per volere del destino. Il primo gol è scaturito da un tiro conseguente ad una rimessa laterale e lui l’ha piazzata proprio sotto all’incrocio., Quelle sono giocate che capitano forse una volta ogni 10 anni. Il raddoppio è nato purtroppo da un retropassaggio errato, che a dir la verità non ha tante attenuanti. Poi è chiaro che perdi le distanze. Abbiamo incassato 3 reti, ma gli avversari non ci hanno messo sotto. Paghiamo delle singole giocate che però devono farci riflettere. Nelle ultime due gare non avevamo preso gol e abbiamo disputato delle belle partite, come piacciono a noi, belle toste. Questa invece rappresenta una singola partita che non può essere messa a confronto con nessuna delle altre».

Il 42enne napoletano ha cercato poi di trovare il lato positivo della situazione: «Voglio precisare che, comunque sia, anche tra mille difficoltà, abbiamo un vantaggio di 4 punti sulle inseguitrici e che la giornata di oggi potrebbe anche rivelarsi un toccasana per poter ripartire alla grande. Tornare subito in campo a distanza di poche ore? In questo caso potrebbe essere un vantaggio e, forse, è meglio ritrovarsi subito. Una settimana intera ti logora. Abbiamo tanti giocatori validi per poter sostenere anche fisicamente il prossimo impegno».

Il dirigente biancorosso ha concluso con un’ultima riflessione: «A Torre del Greco, i ragazzi mi sono piaciuti proprio tanto, perché ho rivisto quella squadra incline a battagliare con gli avversari e con l’arbitro. Ora voglio metterci uno scoglio e non una pietra sopra e andiamo avanti. Abbiamo tante partite ancora da giocare, siamo sempre davanti e dobbiamo ritrovare un po’ di autostima dopo certe sconfitte che fanno veramente male».





About Redazione barinelpallone 3496 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*