Celiento gongola: «Vincere all’ultimo minuto ha un sapore unico! Gli errori ci servano da lezione. I gol li dedico…»

Le dichiarazioni del difensore del Bari, autore di una doppietta contro la Cavese



Nel post gara del match tra Cavese e Bari, valevole per la terza giornata del girone C del campionato di serie C, a commentare quanto accaduto sul campo verde del “Simonetta Lamberti” è stato Daniele Celiento. Il terzino è stato l’autore di una doppietta fondamentale e si è rivelato  tra i principali artefici della vittoria dei galletti.

«Abbiamo disputato una partita buona a sprazzi – ha dichiarato attraverso un video diffuso dal club il numero #21 del Bari – ma l’importante era portare a casa il risultato pieno ed esserci riusciti proprio all’ultimo minuto fa si che questa vittoria abbia un sapore ancora più bello e unico. I tre punti ci danno ancora più fiducia in noi stessi».

Il 26enne napoletano ha riconosciuto il valore dell’avversario, ma gli errori commessi dalla sua squadra sono comprensibili: «Sapevamo che loro avevano quest’attitudine a non mollare mai, ma anche noi non abbiamo mollato. Abbiamo commesso degli errori che ci devono servire da lezione per il futuro. Non ci ha aiutato il terreno di gioco e la stanchezza legata alle tante partite che stiamo giocando. I due gol subiti? Frutto di episodi, ma preferisco non analizzare quelle situazioni ora, a caldo. Ci sarà modo di ragionarci su. I dati parlano chiaro, dobbiamo lavorare e migliorare».

Inevitabile concludere facendo riferimento ai due gol che portano la sua firma. «Non guardo tanto alla doppietta in sé – ha spiegato l’ex Catanzaro – ma alla prestazione nel suo complesso. Questi due gol li dedico alla mia figlia che sta per nascere e a mia moglie che mi sta sempre vicino».





About Redazione barinelpallone 2842 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*