Bari, le vespe rese innocue da Montalto ed Antenucci. Ora sotto col Potenza…



È giunto il momento di imporsi. Poche parole che, in realtà, dicono tanto. Dopo il successo per 2-0 contro una buona Juve Stabia, il Bari dovrà necessariamente continuare su questo sentiero. Potenza e Ternana rappresentano un bel banco di prova per la squadra accreditata da tutti – e a ragion veduta – come la più forte. Insidie ce ne sono sempre, soprattutto per chi come il Bari ha sempre qualcosa da perdere. Il Potenza rigenerato dalla cura Capuano è avversario ostico anche se – basta leggere la rosa – tecnicamente inferiore al Bari. Bastasse la tecnica, direbbe qualcuno, i campionato avrebbero sempre padroni certi e stabili. 

Il Bari dovrà mettere in campo la stessa cattiveria agonistica che ha reso inoffensive le vespe. Sempre e contro qualsiasi avversario. Uomini per far male ci sono, e se Antenucci dovesse rifiatare, spazio ai vari Montalto e Citro, lusso per la categoria. Vincere a Potenza sarebbe importante non solo per la classifica, ma anche per i benefici psicologici che ne scaturirebbero in vista della Ternana. Gli umbri meritano complimenti per quanto fatto finora, ma non ricordano la Reggina della scorsa stagione. Potrebbero, per alcuni aspetti, essere anche più forti degli amaranto. Ecco perché il Bari – che sicuramente non è quello della scorsa stagione, ma è meglio assortito – non deve concedere vantaggi in classifica. È giunto il tempo di imporsi e non ci stancheremo mai di ripeterlo. Chi ha tempo non lo perda. Per non rimpiangerlo. 





About Raffaele Garinella 9 Articoli
Medico, specialista in psichiatria, e giornalista pubblicista. Da sempre appassionato di calcio, collabora con diversi giornali, Tv e agenzie stampa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*