Il Tirreno – Caputo: «Ho sempre dato il massimo per il Bari, ma non sono stato forse apprezzato fino in fondo. Per me è una gara speciale…»

L'attaccante altamurano ha vissuto 7 stagioni indimenticabili con la maglia della squadra che l'ha lanciato nel grande calcio


Ciccio CaputoL’Empoli ha puntato fortemente su di lui sborsando ben 3 milioni di euro per assicurarselo e Ciccio Caputo ha tanta voglia di puntare in alto. Una miscela esplosiva che domenica prossima dovrà però fare i conti con lo stato emotivo dell’attaccante, chiamato ad affrontare la squadra della sua terra nella quale ha vissuto ben 7 stagioni collezionando 142 presenza e segnando la bellezza di 49 reti. Il Bari è reduce dalla vittoria roboante all’esordio contro il Cesena, mentre i toscani hanno colto un punto a Terni, ma la sfida del ‘Castellani‘ si preannuncia combattuta e avvincente.

Intervistato da Il Tirreno – edizione Empoli, Caputo ha raccontato le sue sensazioni in vista di una partita che per lui non è certamente come le altre: «Di sicuro io ho sempre dato il massimo per il Bari e per la piazza di Bari. Non sempre, forse, sono stato apprezzato fino in fondo, ma ho il massimo rispetto della società, che mi ha permesso di diventare calciatore, e di una piazza caldissima e passionale. Detto questo, è chiaro che quella di domenica per me non sarà una sfida come tutte le altre. Ho già giocato e anche segnato contro il Bari e affrontare il mio passato sarà sicuramente uno stimolo in più. Non è un avvertimento, ma una gara speciale. Tutti noi ci teniamo a fare bene alla prima di campionato davanti ai nostri tifosi. E io, magari, anche un pochino di più».

Quanto al suo stato di forma, il numero 11 degli azzurri ha preferito rimanere sul generico, conscio di non essere ancora al top: «Sto Bene. Non so dirvi a che punto sia la mia condizione, ma ho fiato e tanta voglia di fare bene nell’Empoli e per l’Empoli. Di solito non impiego molto ad entrare in forma, ma questa estate per me è stata un po’ particolare. Col mercato aperto ho saltato alcuni allenamenti e alcune amichevoli. A Terni mi sono venuti i crampi a tutti e due i polpacci, non mi era mai successo di dovermi bloccare mentre ero lanciato verso la porta avversaria».

Il Bari di mister Grosso ha cominciato alla grande la stagione, ma la parola d’ordine per i toscani è non avere paura. «È una squadra forte, giustamente ambiziosa come merita la piazza – conclude Caputo – ma lo siamo anche noi e sarà bello misurarsi contro un avversario di valore davanti ai nostri tifosi».






About Tommaso Di Lernia 734 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*