LE PAGELLE DI BARI-PARMA: Tonucci un gigante, Floro Flores gira a vuoto

Diamo un voto ai giocatori biancorossi dopo il pareggio contro il Parma


Denis Tonucci
Denis Tonucci

BARI – All’inizio del mese di dicembre il Bari era capolista. Il misero bottino di 1 punto ottenuto nelle 2 partite casalinghe contro le “big” Palermo e Parma lo hanno fatto scivolare in terza posizione, nonostante il successo di Perugia. La prestazione offerta contro gli emiliani, privi dei 2 migliori attaccanti, ha confermato che la squadra biancorossa non riesce ad imporsi negli scontri diretti con le migliori. Ed é arrivato il primo 0-0, segnale da non trascurare

MICAI
6semaforo_verde
  Non è mai stato seriamente impegnato. Solo una volta è uscito sui piedi di Baraye e in un’altra occasione ha rischiato di essere scavalcato da un colpo di testa di Marrone. INOPEROSO
SABELLI
5semaforo_rosso
  Ha faticato tanto ma non è riuscito a frenare Di Gaudio, il migliore in campo in assoluto.Ha limitato le proiezioni in avanti perché il gioco del Parma ha puntato molto sull’asse Gagliolo-Di Gaudio proprio sulla sua fascia. IN DIFFICOLTA’
TONUCCI
6semaforo_verde
  Ha praticamente annullato Baraye, centravanti di emergenza per sopperire alle assenze di Calaiò e Ceravolo. Si è fatto ammonire per un diverbio con Dezi a terra. UN GIGANTE
MARRONE
5semaforo_rosso
  Non è un difensore affidabile e ha mostrato di non possedere una chiara visione di gioco tale da poter avviare la manovra dalla retroguardia. Ha creato almeno 2 grossi pericoli al suo portiere! INSICURO
CASSANI
5semaforo_rosso
  E’ stato preferito a sorpresa a D’Elia, che si era distinto a Perugia. Probabilmente, Grosso lo ha schierato per dare maggiore consistenza alla difesa, ma la marcatura di Insigne ha lasciato a desiderare. ARRANCA
TELLO
5,5semaforo_rosso
  Ha limitato molro le sue puntate in avanti, allo scopo di fornire un maggiore apporto ai compagni del centrocampo ma ha commesso tanti errori nei passaggi. Ha bisogno di riposo. SPREMUTO
PETRICCIONE
5,5semaforo_rosso
  Il suo inserimento al posto di Basha é stata un’altra novità rispetto alla formazione vitoriosa a Perugia. Si è impegnato ma la sua prestazione è stata positiva solo in fase di interdizione e non di impostazione. MENO LUCIDO DEL SOLITO
IOCOLANO
5semaforo_rosso
  Non ha ripetuto la buona prova di sabato scorso. Non ha trovato spazi sufficienti nella metà campo a causa dello schieramento compatto degli emiliani ed ha spesso ecceduto in uno stertile individualismo. VUOLE STRAFARE
BRIENZA
5,5semaforo_rosso
  E’ subentrato a Iocolano nell’ultima mezz’ora di gioco. Grosso ha fatto ricorso alla sua classe nel vano tentativo di dare razionalità alla manovra biancorossa. PILE SCARICHE
GALANO
5,5semaforo_rosso
  Non ha trovato varchi nella difesa emiliana, una delle migliori del campionato. Si è allargato inutilmente all’esterno e l’unica sua conclusione al 40′ del primo tempo è stato il tiro in porta più pericoloso dei biancorossi. NON TROVA IL GUIZZO
KOZAK
S.V.semaforo_giallo
  Grosso lo ha buttato nella mischia a meno di dieci minuti dalla fine, proseguendo nel programma di graduale inserimento in prima squadra.  
NENÈ
5,5semaforo_rosso
  E’ stato chiuso da Lucarelli e Di Cesare, due difensori centrali di grande efficacia. Ha fatto molto movimento arretrando spesso fino a tre quarti campo ed è stato completamente assente in area di rigore. NON GRAFFIA
FLORO FLORES
5semaforo_rosso
  L’allenatore biancorosso lo ha inserito al posto di Nenè contemporaneamente al cambio di Iocolano con Brienza, una mossa per dare maggiore profondità al gioco della squadra, ma l’attaccante napoletano si è messo in evidenza in una sola occasione. GIRA A VUOTO
IMPROTA
5,5semaforo_rosso
  E’ il secondo cannoniere bincorosso, ma ormai da troppo tempo non trova la via del gol, anche perché è costretto ad assumere una posizione più arretrata per assicurare una maggiore copertura al centrocampo. HA PERSO SMALTO
Allenatore: GROSSO
6semaforo_verde
  Non è riuscito a dare la giusta carica alla squadra che ha disputato, come è ormai consuetudine, un primo tempo “alla camomilla”,all’insegna della flemma e della noia. Nella ripresa il ritmo è apparso più sostenuto, ma comunque la manovra è stata poco lucida e razionale. Alla squadra occorre rinforzare il centrocampo con elementi capaci di dettare i tempi e sostenere gli attaccanti. UN TEMPO SPRECATO
Arbitro: Sig. PICCININI
6,5semaforo_verde
  La designazione di un arbitro emiliano (Parma e Forlì distano meno di 170 km) aveva destato qualche perplessità, ma la direzione della gara ha fugato ogni dubbio. Imparziale, preciso, sempre presente nel vivo del gioco, l’arbitro ha tenuto in pugno la gara, smorzando ongi accenno di nervosismo. PARTITA SENZA MACCHIA





About Peppino Accettura 596 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

4 Comments

  1. Un punto importante,ma la difesa mi preoccupa è il settore dove bisogna intervenire:Gyomber,Diakite’ e due centrali prestanti fisicamente e duri da superare,io pescherei nella serie B francese,si va sul sicuro.Io taglierei Tonucci,Cassani ,Capradossi e uno tra Morleo e D’Elia,mentre a centrocampo ci vogliono due centrocampisti un regista dai piedi buoni e un’incontrista(Viola,Gazzi, Iori) o pescare sempre dal mercato di B francese, io taglierei Salsano o Busellato,in attacco non c’è problema la rosa è importante,potrebbero restare tutti non c’è bisogno di tagliare, ora tocca a Sogliano perché la A diretta è possibile a condizione che si operò alla grande sul mercato!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*