Ecco la risposta del Bari! I gemelli del gol Antenucci e Simeri piegano il Catanzaro. Non basta ai calabresi il gol dell’ex di Cianci…



BARI – Nel big match della dodicesima giornata del campionato di serie C, il Bari riesce a centrare l’obiettivo della vittoria contro il Catanzaro e si conferma sempre più capolista solitaria staccando ulteriormente il secondo posto, ora distante 5 lunghezze. La formazione biancorossa riesce quindi a riscattarsi dopo la brutta sconfitta di Francavilla e lo fa in un momento cruciale del torneo e cioè in occasione di uno scontro diretto delicato, contro un avversario di rango. I galletti soffrono, combattono e colpiscono al momento giusto, dimostrando carattere e personalità. Proprio ciò che serve come il pane in questa categoria e che è clamorosamente mancato la settimana scorsa!

LE FORMAZIONI
Mister Mignani ridisegna l’assetto della propria squadra dopo la scoppola di Francavilla e in difesa, dovendo fare a meno di Di Cesare, schiera al centro Terranova e Gigliotti, affiancati da Pucino e Ricci (preferiti a Belli e Mazzotta). A centrocampo rientra Scavone che però non è rischiato dall’inizio e allora in cabina di regia c’è Bianco, con lo spostamento di Maita a destra e lo spostamento di Mallamo sulla sinistra al posto di D’Errico che si accomoda in panchina. Nel ruolo di trequartista agisce come al solito Botta mentre in attacco non c’è l’altro infortunato Marras e quindi la coppia offensiva è costituita da Antenucci e Simeri (che vince il ballottaggio con Cheddira).
Mister Calabro conferma il suo 3-5-2 e in difesa rilancia capitan Martinelli, coadiuvato da Fazio e Scognamillo. Sugli esterni di centrocampo scorazzano l’ex Rolando e Vandeputte, mentre Welbeck è la mente, affiancato da Verna e Bombagi. Nel reparto offensivo trovano infine posto l’altro ex Cianci e Carlini, che la spuntano su Vazquez e Curiale.

LA GARA
Primo tempo
– Il primo sussulto dell’incontro lo fa registrare Verna con un tiro dal limite al 9’ che esce di poco. Un minuto dopo è Vandeputte con un destro a giro ad impegnare Frattali che devia. I padroni di casa finalmente danno un segnale di reazione al 12’ quando Antenucci appoggia per Mallamo e la sfera calciata dal centrocampista sfiora il palo, con Branduani ormai battuto. I galletti insistono e subito dopo è ancora Mallamo a farsi notare con un colpo di testa sul cross di Botta che però risulta troppo centrale per impensierire il portiere ospite. Il motore biancorosso funziona ormai a pieno regime: al 16’ Simeri riceve palla da Botta e con un bolide sfiora l’incrocio dei pali dal limite, ma i tempi sono maturi per il vantaggio che giunge puntualmente al 19’. Sull’assist di Pucino, Antenucci in semirovesciata insacca firmando l’1-0. Il Catanzaro non si fa intimorire dalla rete subita e al 24’ va vicino al pareggio. Una punizione di Vandeputte dall’out destro innesca il colpo di testa di Cianci, ma Frattali si oppone alla grande rifugiandosi in corner. Maita nel frattempo accusa un problema muscolare e deve uscire: al suo posto entra D’Errico. Alla mezzora si mette in luce Simeri che da posizione leggermente defilata costringe Branduani alla parata in angolo sul potente rasoterra del numero 9 partenopeo. La gara è davvero piena di emozioni create da un parte e dall’altra. Non trascorre infatti un minuto che Antenucci effettua una conclusione deviata che si impenna e finisce ancora in angolo. Dopo una presunta trattenuta di Bombagi ai danni di Ricci, giudicata regolare dall’arbitro, gli animi si scaldano e Gigliotti è ammonito. A seguire, a farne le spese è anche Bianco che riceve il giallo per un fallo a centrocampo. Al 41’ i giallorossi pareggiano: Verna serve Cianci che segna il classico gol dell’ex con un sinistro a giro angolatissimo. Non è però finita qui perché al 47’ Botta lancia per Simeri che sfrutta un macroscopico errore di Fazio e per lui è un gioco da ragazzi siglare il 2-1.

I festeggiamenti biancorossi dopo il gol di Antenucci dell’1-0
I festeggiamenti biancorossi dopo il gol di Simeri del 2-1

Secondo tempo – La ripresa si apre con un tentativo velleitario di Bombagi che però si rende ancora più pericoloso al 3’ quando impegna severamente Frattali da distanza ravvicinata; sulla respinta dell’estremo difensore barese, Gigliotti riesce a deviare in angolo il successivo tiro di Cianci. Al quarto d’ora arriva la risposta del Bari con Antenucci che è servito da Botta, si fa circa una ventina di metri palla al piede, accentrandosi in diagonale, entra in area e di sinistro lascia di sasso Branduani, ma la sfera fa la barba al palo. Mignani decide di cambiare qualcosa e inserisce Cheddira e Mazzotta al posto di Simeri e Ricci. I calabresi hanno ora il pallino del gioco ed esercitano una discreta pressione offensiva, collezionando però solo angoli a ripetizione. I pugliesi puntano soprattutto su ripartenze veloci in contropiede che però non trovano mai la giocata risolutiva. Per cercare di assicurare più fosforo a centrocampo, il tecnico biancorosso richiama in panchina Bianco e Botta per mettere in campo Scavone e Di Gennaro. Al 39’ sull’asse Mallamo-Di Gennaro-Antenucci i galletti si ripresentano in avanti: il velo di Scavone favorisce Cheddira che si muove egregiamente in area, ma si allunga la palla e Branduani riesce a bloccare a terra. Proprio nell’ultimo dei 5 minuti di recupero, il Catanzaro fallisce la palla del 2-2 con Vandeputte che di piatto davanti a Frattali spedisce sul fondo. Il Bari consolida il primato e nel prossimo impegno, in programma sabato 6 novembre alle 14:30, farà visita alla Juve Stabia.

Tabellino
BARI-CATANZARO 2-1
BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Terranova, Gigliotti, Ricci (dal 16′ st Mazzotta); Maita (dal 30′ pt D’Errico), Bianco (dal 33′ st Scavone), Mallamo; Botta (dal 33′ st Di Gennaro); Antenucci, Simeri (dal 16′ st Cheddira). A disposizione: Polverino, Plitko, Belli, Celiento, Lollo, Paponi, Citro. Allenatore: M.Mignani.
CATANZARO (3-5-2): Branduani; Martinelli, Fazio, Scognamillo; Rolando (dal 35′ pt Porcino, dal 23′ st Bearzotti), Verna (dal 17′ st Cinelli), Welbeck, Bombagi, Vandeputte; Cianci, Carlini (dal 17′ st Vazquez). A disposizione: Nocchi, Romagnoli, Gatti, De Santis, Monterisi, Risolo, Tentardini, Curiale. Allenatore: A.Calabro.
ARBITRO: sig. D.Rutella della sez. di Enna. Assistenti: A.Severino della sez. di Campobasso e M.Massimino della sez. di Cuneo.
RETI: al 19′ pt Antenucci (B), al 41′ pt Cianci (C), al 47′ pt Simeri (B).
AMMONITI: Gigliotti, Bianco, Ricci, Pucino e Terranova (B); Martinelli, Welbeck e Bombagi (C).
NOTE: giornata soleggiata, terreno in perfette condizioni; angoli: 8-5 per il Catanzaro; recuperi: 3′ pt e 5′ st; spettatori: 8.473 (di cui 512 ospiti e 2.044 mini abbonati).





About Tommaso Di Lernia 612 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*