LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – A Palermo sfida Cheddira-Brunori e per il Bari da sfatare una tradizione sfavorevole…



Share

Sono tanti i motivi di interesse di questo Palermo-Bari, anticipo della seconda giornata di ritorno del campionato cadetto che porterà le due squadre alla ribalta televisiva nazionale, sotto gli occhi di milioni di spettatori.

Innanzi tutto la gara rappresenta uno dei più classici e antichi derby del Mezzogiorno, tra due delle formazioni meridionali più titolate. E poi è la terza sfida consecutiva negli ultimi 3 campionati tra biancorossi e rosanero che hanno sempre pareggiato. C’è poi una tradizione negativa da sfatare per il Bari, per il quale il “Renzo Barbera” è un campo tabù.

Ma l’aspetto più spettacolare è rappresentato dal confronto tra i due migliori attaccanti della serie cadetta, l’italo-marocchino Cheddira e l’italo-brasiliano Brunori. Il biancorosso ha viaggiato finora al ritmo di 1 gol ogni 97 minuti, mentre il rosanero è andato a rete ogni 177 minuti.

Il Bari è assolutamente la squadra dal miglior rendimento in trasferta: ha ottenuto il maggior numero di punti (19 come il Genoa), ha vinto più partite (5), ha segnato più gol (14 come Modena e Ascoli) e vanta la migliore difesa (7 come la Reggina)

Al “Renzo Barbera” il Palermo ha battuto Perugia, Genoa, Parma e Cagliari, ha pareggiato con Pisa, Cittadella e Como ed ha perso con Ascoli, Sudtirol e Venezia.

Mignani dovrebbe confermare l’undici che ha travolto il Parma, ma dal tecnico biancorosso c’è da aspettarsi sempre qualche sorpresa anche perché pretende massima concentrazione e voglia di vincere.

La difficoltà di andare in gol è invece il problema principale della squadra di Corini. Solo 6 formazioni hanno segnato meno delle 22 reti all’attivo di Brunori e compagni. Il centravanti ne ha firmate poco meno della metà, 10 con 3 rigori trasformati. Gli altri 12 gol sono stati realizzati da appena 5 giocatori: l’attaccante Elia e i centrocampisti Segre e Valente ne hanno segnati 3 a testa, il difensore Marconi 2 e l’altro attaccante Di Mariano 1.    

Il Bari ha perso a Palermo metà delle 34 partite giocate, precisamente 17, ne ha pareggiato 15 ed ha ottenuto solo 2 vittorie, la prima nel primo campionato del dopoguerra (misto Centro Sud A-B) il 21 ottobre 1945 per 2-0.e la seconda in serie B. 25 anni fa, il 18 maggio 1997 (2-1 con gol di Olivares e Ventola). Anche il bilancio dei gol fatti e subìti è disastroso, considerato che i biancorossi hanno realizzato solo 26 reti, subendone praticamente il doppio, cioè 51. Il maggior numero delle gare è stato disputato in serie B, ben 21, con 1 sola vittoria, 10 pari e 10 sconfitte dei baresi. Nella massima divisione le partite sono state 8 (3 pareggi e 5 sconfitte), in serie C 2 (altrettanti pareggi) e ugualmente 2 in Coppa Italia (entrambe sconfitte), oltre all’unica gara nel campionato misto Centro Sud, già ricordata. L’ultimo successo dei rosanero risale al campionato 2013/14 (2-1 in serie B). Gli ultimi 3 confronti si sono chiusi con altrettanti pareggi, 1-1 in B e due 0-0 in serie C.

La gara sarà diretta dal sig. Luca Massimi, 32enne, è nato a Termoli ed iscritto alla sezione della sua città. E’ alla quinta stagione in serie B, categoria nella quale ha diretto finora 45 partite, registrando 33 vittorie interne, 7 pareggi e 16 successi in trasferta, 241 cartellini gialli, 10 espulsi per doppia ammonizione, 9 per rosso diretto e 9 rigori concessi. Con i biancorossi ha 1 solo precedente, nella gara di Coppa Italia al San Nicola, senza pubblico, il 23 settembre 2020 (4-0 con reti di d’Ursi, Antenucci, Marras e Candellone).Sono state invece 2 le designazioni con il Palermo, sempre in B,  il 17 marzo 2019 Palermo-Carpi 4-1 e il 3 settembre dell’anno scorso Reggina-Palermo 3-0. Come assistenti sono stati designati Davide Moro, iscritto alla sezione di Schio, e Marco Cecconi, della sezione di Lovere (Bergamo). Quarto ufficiale è Paride Tremolada, della sezione di Monza, Al VAR è stato designato Gianluca Aureliano, della sezione di Bologna, coadiuvato dall’AVAR Daniele Perenzoni, della sezione di Rovereto.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 251). DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI (88,8/88,9 Mhz in FM). Il fischio d’inizio allo stadio  “Renzo Barbera” (dimensioni m. 105 x 68, capienza 36.365 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 20.30.





About Peppino Accettura 490 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*