LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Il “nuovo” Bari di Marino cerca la prima vittoria stagionale al “San Nicola”…


C’è tanta curiosità per vedere all’opera il “nuovo” Bari.  In realtà la formazione biancorossa è “nuova” per metà, in quanto i giocatori titolari saranno gli stessi già scelti regolarmente da Mignani e la novità è rappresentata dallo schieramento tattico.

Quasi certamente il neo allenatore Pasquale Marino opterà per il modulo che lo ha caratterizzato in carriera, ovvero il 4-3-3, che garantisce una maggiore pressione in attacco. In prima linea dovrebbero essere schierati un centravanti e due esterni. Ma il mister siciliano richiede aggressività, volontà di dominare sul campo, mantenere costantemente il possesso palla ed effettuare continue verticalizzazioni.  L’obbiettivo è quello di vincere e cominciare la risalita in classifica.

Il Modena appare in crisi di risultati: non vince da 5 partite ed ha realizzato 1 solo gol nelle ultime 4 gare. Il cannoniere gialloblu, Strizzolo, è andato in gol regolarmente 3 volte nelle prime 3 partite giocate, poi si è completamente bloccato. 

La squadra emiliana ha avuto un avvio di stagione  esaltante. Dopo aver saltato nella prima giornata la gara con il Brescia (sarà recuperata martedì prossimo) ha infilato 3 vittorie consecutive, in casa contro Ascoli e Pisa e a Cosenza. Poi i gialloblu si sono un po’ afflosciati, collezionando 3 pareggi, al “Braglia” contro la cenerentola Lecco e sui campi di FeralpiSalò e SudTirol. Nelle ultime 2 giornate prima della sosta la formazione emiliana ha subìto 2 pesanti sconfitte in casa, contro Venezia (1-3) e Palermo (0-2).

L’anno scorso il Modena si classificò in 10^ posizione con 48 punti, preceduto, a quota 49, dalla coppia Venezia-Palermo. Furono i lagunari a conquistare, nell’ultima giornata, l’8° posto a danno dei siciliani e quindi il diritto a partecipare ai play-off. La società emiliana è ripartita in estate quasi da zero, con l’obbiettivo di conquistare innanzi tutto una salvezza tranquilla, valorizzando i tanti giovani in squadra, ma con un occhio pure ai play-off. E’ cambiata la guida tecnica: al posto di Tesser é stato chiamato Paolo Bianco, 46enne, nato a Foggia e residente a Treviso, ex difensore con 524 presenze e 13 gol all’attivo nelle 3 serie nazionali (A, B e C/1).  Il nuovo mister ha lavorato per Siracusa e Sicula Leonzio, prima di entrare, nel 2019, nello staff tecnico di De Zerbi con il Sassuolo e poi con lo Shakhtar Donetsk. Nel 2022 ha lavorato alla Juventus con Allegri, che lo aveva allenato come giocatore al Cagliari nel 2008/2009. E’ stata rinnovata anche mezza squadra. Sono infatti arrivati il portiere Vandelli (dalla Fidelis Andria), i difensori Zaro (Sudtirol), Cauz (Reggiana), Cotali (Frosinone), Riccio (Juventus Giov.) e il croato Vukusic (RNK Spalato), i centrocampisti Palumbo (Ternana), Gargiulo (Pisa), il belga Mondele (Bruges) e Guiebre del Burkina Faso (Reggiana) e gli attaccanti Abiuso (Pergolettese), Manconi (AlbinoLeffe) e l’albanese Bozhanaj (Carrarese). Tante anche le partenze, tra cui i difensori Cittadini, De Maio, Coppolaro, Ferrarini, Renzetti, Silvestri e Piacentini, i centrocampisti Armellini, Mosti, Ionita e Panada e l’attaccante Diaw, rientrato per fine prestito al Monza e poi girato al Bari.

In quanto a gol segnati, la squadra emiliana lascia a desiderare. Solo 7 le reti all’attivo, peggio hanno fatto solo in 5. Il miglior marcatore è Strizzolo, autore di 3 centri. e gli altri 4 gol portano la firma di altrettanti giocatori, due giovanissimi attaccanti, Abiuso (20 anni) e Bonfanti (21 anni) e altri due “anziani”,  Falcinelli (32 anni, attaccante) e Tremolada (32 anni, centrocampista). 

Le sfide tra galletti e canarini hanno una lunghissima tradizione. I gialloblu sono stati ospitati per la prima volta ben 95 anni fa, precisamente il 30 settembre1928, e la partita si concluse col il risultato di 3-2 per gli emiliani. Complessivamente le partite giocate a Bari sono 38, delle quali 30 in serie B, 7 in serie A e 1 , la prima, nella Divisione Nazionale. I successi del Bari son ben 24, i pareggi 10 e le sconfitte appena 4, le reti segnate dai biancorossi sono 56 e quelle subìte 21. L’ultima vittoria degli emiliani risale al 21 gennaio 2012 (0-1) in serie B, poi i biancorossi hanno collezionato 2 successi (2-0 nel 2012 e 1-0 nel 2013) e 2 pareggi (1-1 nel 2014 e ancora 1-1 nel 2016), infine l’ultima gara disputata (11 dicembre 2022) registrò un clamoroso 4-1 a favore del Bari. Le reti portarono la firma di Botta, Folorunsho del gialloblu Cittadini  (autorete) e Di Cesare. Il gol dei gialloblu fu realizzato al 95’ proprio da Diaw!

La gara sarà diretta dal sig. Manuel Volpi, 35enne, nato a Città della Pieve (PG), iscritto alla sezione di Arezzo. A soli 30 anni, nel 2018, ha esordito prima in serie B e subito dopo, a febbraio 2019, nella massima divisione. Le sue caratteristiche sono una grande determinazione, voglia di arrivare e notevoli doti tecniche. Il suo ruolino nel campionato di serie B è il seguente: 55 partite dirette, 264 cartellini gialli, 16 espulsioni per doppia ammonizione, 7 per rosso diretto e 21 rigori concessi. Non ha mai arbitrato una partita del Bari. Due invece i precedenti con il Modena, il primo in Lega Pro nel 2016 (Modena-Venezia 1-2) e l’altro nel marzo scorso, in serie B (Modena-Pisa 1-0).Gli assistenti designati sono Alex Cavallina, iscritto alla sezione di Parma, e Federico Longo, della sezione di Paola. Quarto ufficiale è Ermes Fabrizio Cavaliere, della sezione di Paola. Al VAR c’é Paolo Silvio Mazzoleni, della sezione di  Bergamo, coadiuvato dall’AVAR Francesco Cosso, della sezione di Reggio Calabria.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 252) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 14.






About Peppino Accettura 593 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*