Il Bari inizia il nuovo anno col botto! Ternana battuta 3-1 al “San Nicola”…



BARI – Nella ventesima giornata del campionato di serie B, il Bari inaugura nel migliore dei modi il nuovo anno battendo in casa la Ternana con un largo 3-1 che dà finalmente ossigeno all’anemica classifica biancorossa. I pugliesi disputano una buona gara, ordinata e volenterosa, e alla fine meritano i tre punti. Sugli scudi non possono che andare Kallon e Benali, capaci di dare alla propria squadra rispettivamente una marcia in più e maggiori geometrie di gioco.

FORMAZIONI
Mister Marino deve fare a meno dello squalificato Menez e degli infortunati Maiello, Diaw e Koutsoupias. Il modulo adottato è il 4-3-3 e al centro della difesa, davanti a Brenno, ci sono Di Cesare e Vicari, mentre sulle fasce agiscono Dorval (preferito a Pucino) e Ricci. Nel fulcro del centrocampo si piazza Benali, affiancato da Maita ed Edjouma. Nel tridente offensivo trovano spazio il nuovo arrivato Kallon, Nasti e Sibilli. L’altro nuovo acquisto Lulić parte dalla panchina.
Mister Breda piazza davanti a Iannarilli i centrali Diakite, Sorensen e Lucchesi, mentre nella zona nevralgica del centrocampo agiscono e Marginean e Labojko, affiancati sulle corsie laterali da Casasola e Carboni. Sulla trequarti si piazza Luperini, mentre la coppia offensiva è composta da Raimondo e Di Stefano.

LA GARA
Primo tempo
– Il sostanziale equilibrio iniziale è interrotto da un’iniziativa di Kallon al 7’ che si libera bene all’altezza del vertice destro dell’area di rigore avversaria e lascia partire un sinistro che termina però alto.  Al quarto d’ora si stira Di Cesare ed è costretto ad uscire dal campo per fare spazio a Matino. La gara non offre grosse emozioni e vive di qualche sussulto causato soprattutto dalla vivacità di Kallon che però riceve anche un giallo per proteste dopo un contatto dubbio in area con Sorensen. I galletti sono ordinati, grazie alla regia di Benali che fa girare abilmente palla, ma poco incisivi. Gli umbri si fanno vedere soprattutto nel gioco aereo, ma Brenno e la difesa barese sbrogliano sistematicamente ogni criticità. Tra il 36’ e il 37’ i padroni di casa ci provano con due conclusioni da fuori area di Maita e Nasti, ma in entrambe le occasioni è bravo Iannarilli a deviare in corner. I biancorossi insistono e al 39’ Nasti alza troppo la mira da buona posizione. La svolta arriva al 41’ quando Ricci scambia con Sibilli, si presenta davanti al portiere ospite e da posizione defilata lo trafigge con un mancino forte e preciso che si insacca sul palo opposto. Ma non finisce qui. Tre minuti più tardi è Nasti invece a ricevere palla da Kallon e a firmare il raddoppio.

Secondo tempo – La ripresa parte in sordina e all’8’ Nasti cade in area, ma per il sig. Perenzoni si può continuare. Prima del quarto d’ora applausi a scena aperta per Kallon, capace di effettuare una discesa solitaria di una cinquantina di metri palla al piede prima di essere fermato dall’intervento provvidenziale dell’ultimo uomo Lucchesi. Subito dopo l’attaccante africano è sostituito da Achik. Al 23’ Sibilli scende sulla destra, si avvicina in solitudine alla porta umbra, ma centra il palo esterno più vicino, mentre al 28’ è invece Achik a colpire la parte inferiore della traversa. Marino richiama in panchina Nasti ed Edjouma per inserire il nuovo arrivato Lulić e Pucino. Il match si chiude virtualmente al 38’: Achik si invola sulla destra in contropiede e, arrivato quasi sul fondo, mette al centro per il  liberissimo Dorval che mette comodamente in porta di piatto. Al 41’ la Ternana trova il gol della bandiera grazie a Dakite e, poco dopo Brenno deve fare gli straordinari con un’uscita efficace per sbrogliare una situazione che avrebbe potuto portare pericoli più seri alla sua porta. Prima del triplice fischio, il nuovo entrato Boloca prova a riaprire la gara con un destro dalla distanza, ma la sfera si impenna troppo. Termina con un 3-1 che fa tanto bene al Bari e all’intero ambiente.

Tabellino
BARI-TERNANA 3-1
BARI
(4-3-3): Brenno; Dorval, Di Cesare (dal 15′ pt Matino), Vicari, Ricci; Maita, Benali, Edjouma (dal 33′ st Pucino); Kallon (dal 19′ st Achik), Nasti (dal 32′ st Lulić), Sibilli. A disposizione: Pissardo, Zuzek, Acampora, Faggi, Astrologo, Bellomo, Morachioli, Aramu. Allenatore: P.Marino.
TERNANA (3-4-1-2): Iannarilli; Diakite, Sorensen, Lucchesi (dal 33′ st Boloca); Casasola, Marginean, Labojko (dal 14′ st De Boer), Carboni (dal 23′ st Favasuli); Luperini (dal 14′ st Pyyhtia); Raimondo, Di Stefano (dal 23′ st Zuberek). A disposizione: Vitali, Nascimento Resende, Bonugli, Faticanti, Della Salandra, Dionisi. Allenatore: R.Breda.
ARBITRO: sig. D.Perenzoni della sez. di Rovereto. Assistenti: sig. P.Capaldo della sez. di Napoli e sig. G.Di Giacinto della sez. di Teramo.
RETI: al 41′ pt Ricci (B), al 44′ pt Nasti (B), al 38′ st Dorval (B), al 41′ st Diakite (T).
AMMONITI: Kallon (B); Labojko, Lucchesi e Raimondo (T).
NOTE: cielo sereno, terreno in perfette condizioni; spettatori: 13.928 (di cui: 5.119 paganti, 8.809 abbonati e 5 tifosi ospiti); angoli: 6-5 per la Ternana; recuperi: 3′ pt e 4′ st.






About Tommaso Di Lernia 726 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*