LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Gennaio decisivo per il Bari: si comincia con la Ternana…



BARI – Con la gara contro la Ternana inizia per il Bari un breve ciclo (3 partite) i cui risultati potranno definire quale sarà il ruolo della formazione di Marino in questa parte finale della stagione.

Di Cesare e compagni giocheranno per conquistare un posto nei play-off o dovranno limitarsi a lottare per evitare i play-out? La situazione sarà più chiara a fine gennaio, dopo le altre partite contro Ascoli e Reggiana, formazioni, come la Ternana, alla portata dei biancorossi.

Intanto Marino ha perso Koutsoupias per la rottura del crociato, che dovrà essere sostituito sul mercato. Il mister aspetta sempre qualche attaccante e per ora è costretto a schierare il solo Nasti. Non c’è traccia della “aggressione” sul mercato promessa dal presidente.

Rivoluzione nella Ternana: sono partiti Celli, Corrado e soprattutto Falletti. Sono arrivati l’esterno argentino Carboni, il centrocampista Faticanti e, dal’Inter, l’attaccante Zuberek.

La Ternana è leggermente più prolifica dei biancorossi, avendo all’attivo 23 gol segnati contro i 18 di Nesta e compagni. Il cannoniere della squadra è Raimondo, un giovanissimo non ancora 20enne, proveniente dal Bologna (4 presenze in A, in cui ha esordito 17enne), autore di ben 7 centri. Lo segue il difensore argentino Casasola, che ha segnato 4 gol e precede la coppia composta da altri 2 difensori, il francese Diakité e il danese Sorensen, con 2 reti all’attivo ciascuno. Fermi a quota 1 sono in 5: i difensori Celli e Lucchesi, i centrocampisti Luperini e Falletti, uruguaiano, (passato qualche giorno fa alla Cremonese) e l’attaccante Diomisi.

A Bari le due squadre si sono incontrate 24 volte e il bilancio è favorevole al Bari che ha conquistato 13 successi e 6 pareggi, subendo soltanto 5 sconfitte, con 36 retti all’attivo e 17 al passivo. La gran parte delle gare sono state disputate in serie B, precisamente 20, e solo 4 in serie C, La serie delle sfide è cominciata abbastanza di recente, solo 55 anni fa, il 16 febbraio 1969, e la gara si concluse a reti inviolate. Per curiosità, vale la pena di ricordare che una delle 2 vittorie dei rossoverdi in serie C fu determinato a tavolino: l’8 gennaio 1984 il terzino ternano Ratti fu colpito al braccio da una lattina scagliata da uno spettatore dal lato della torre di Maratona  e si fece portare negli spogliatoi e poi in ospedale. La partita proseguì, il Bari vinse 1-0 con un rigore trasformato da Messina ma il Giudice Sportivo decretò lo 0-2. L’ultimo successo degli umbri risale al 15 novembre 2020 (3-1 con doppietta di Partipilo e gol di Furlan, con pareggio temporaneo del terzino Ciofani). L’ultima vittoria dei biancorossi è precedente, il 13 ottobre 2019, in serie C, grazie ai gol di Hamlili e Sabbione nella ripresa. A due anni prima, il 23 settembre 2017, risale l’ultimo successo in B dei biancorossi (3-0 con doppietta di Cissé e gol di Improta).

La gara sarà diretta dal sig.  Daniele Perenzoni, 35enne, perito chimico, iscritto alla sezione di Rovereto. E’ stato promosso nella CAN di A e B nel 2022 ma aveva già esordito tra i cadetti il 9 ottobre 2021, subentrando all’infortunato Tremolada. Il suo ruolino in serie B registra 19 gare dirette, con 115 cartellini gialli, 2 espulsioni per doppia ammonizione e 3 per rosso diretto e 5 rigori concessi. Personalità, credibilità e concentrazione sono le caratteristiche che, a suo parewre, un arbitrop deve possedere. I precedenti con il Bari sono 4, tutti in trasferta, dei quali 3 in serie C: nel 2019 Rieti-Bari 1-2, nel 2021 Juve Stabia-Bari 0-2 e Palermo-Bari 0-0. L’unica gara in B, a ottobre 2022, si è conclusa con una sconfitta a Frosinone per 0-1. Con la Ternana, invece, ha diretto 6 gare, 2 in C (1 vittoria e 1 pareggio) e 4 in B, due nella stagione 2022/23 (2 sconfitte contro Venezia e Frosinone) e 2 in questo campionato (sconfitta a Modena e vittoria a Cosenza). Gli assistenti designati sono Pasquale Capaldo, iscritto alla sezione di Napoli, e Giuseppe Di Giacinto, della sezione di Teramo.  Quarto ufficiale è Domenico Mirabella,, della sezione di Napoli. Al VAR c’é Daniele Paterna, della sezione di Teramo, coadiuvato dall’AVAR Giacomo Camplone, della sezione di Pescara.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 252) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 14.






About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*