LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: 3 punti necessari nella sfida tra i peggiori attacchi…


BARI – E’ stato definito “la partita della svolta” questo scontro tra Bari, attualmente 11° scavalcato anche dal Sudtirol, e Spezia, relegato in 18^ posizione. E’ inutile ripetere che per i biancorossi è vitale conquistare i 3 punti perché poi il calendario diventa proibitivo.

Infatti, nelle restanti 10 giornate il Bari deve incontrare le prime 8 della classifica e avversari difficili come Pisa e Sampdoria. Il traguardo dei 40/41 punti, che dovrebbe garantire una tranquilla salvezza, rischia di diventare una mèta faticosa da raggiungere,

Il problema è che i biancorossi trovano grande difficoltà ad andare in gol. Nelle ultime 6 partite, Sibilli e compagni hanno realizzato solo 4 reti, delle quali 3 tutte insieme contro la Ternana e l’ultima, su rigore, contro la Feralpisalò. Ma è veramente significativo, anzi grave, che il Bari sia rimasto a secco in 10 gare su 27.

Tocca ora a Iachini risolvere questo problema insieme al compito di costruire un centrocampo efficiente, capace di coprire la difesa e di fornire palloni decenti agli attaccanti.

Lo Spezia é messo peggio del Bari. Reduce dalla retrocessione, è rimasto sul fondo della classifica sin dall’inizio. E’ stato sostituito Alvini con D’Angelo, sono stati schierati in campo addirittura 34 giocatori, con un grande rinnovamento a gennaio (9 arrivi e 6 partenze) ma non si sono visti risultati.

La formazione ligure è la meno prolifica della serie B, con 25 gol segnati (il Bari ne ha realizzati solo 2 in più). Il cannoniere è l’attaccante Verde, che ha firmato appena 5 reti (2 rigori), seguito a quota 4 da Moro (1 rig.), al quale era interessato il Bari a gennaio. Sono poi stati autori di 2 realizzazioni a testa gli attaccanti Di Serio, Francesco Pio Esposito e Konda e il difensore polacco Reca. Infine 7 giocatori sono andati in gol 1 sola volta, l’attaccante Bertola, i centrocampisti Salvatore Esposito (rig.) e Jagiello, polacco, e i difensori Gelashvili, georgiano,Hristov, bulgaro, Muhl, tedesco, e Antonucci, ceduto a gennaio al Cosenza.   

Lo Spezia non ha mai avuto molta fortuna quando è sceso in Puglia: nelle 13 gare disputate, i liguri hanno ottenuto solo 2 vittorie, contro le 8 dei biancorossi e 3  pareggi. Positivo per il Bari il bilancio delle reti: 21 a favore e 14 al passivo. Solo 1 partita è stata giocata in Coppa Italia (vittoria del Bari), tutte le altre sono state disputate in serie B. Il primo precedente risale al 16 febbraio 1930 e fu un successo strepitoso per i galletti (3-0) con una favolosa tripletta del centravanti Scategni. Dopo una lunga serie di risultati positivi, i biancorossi incapparono in due sconfitte consecutive, il 26 dicembre 2013 (1-2) e il 28 dicembre 2014 (0-3).L’anno dopo, il 6 settembre 2015, il Bari si rifece superando gli avversari per 4-3 (vantaggio iniziale barese con doppietta di De Luca, rimonta dei bianconeri  e ribaltamento a 2-3 e altra doppietta di Maniero per chiudere). Particolare curioso: tra i biancorossi scese in campo capitan Di Cesare. E’ stata l’ultima vittoria dei baresi perché i successivi 2 confronti si sono chiusi in parità, sempre per 1-1.

La partita sarà diretta dal sig. Marco Monaldi, 36enne, iscritto alla sezione di Macerata. E’ nato a Loreto ma è di Porto Recanati dove gestisce un’attività insieme al padre. E’ sposato con la giornalista di Mediaset Elena Tambini ed attualmente risiede a Tolmezzo, in provincia di Como. Dopo 5 stagioni nella CAN di Lega Pro, è passato nella CAN di A/B a luglio del 2023. In serie B conta 11 presenze, con 58 cartellini gialli, nessuna espulsione e 2 rigori concessi, 5 sono state le vittorie delle squadre di casa, 4 i pareggi e 2 i successi delle formazioni impegnate in trasferta. Con il Bari i precedenti sono 2, entrambi in serie C: Bari-Bisceglie 2-1 il 2 maggio 2021 e Bari-Virtus Francavilla ancora 2-1 il 5 marzo 2022.  Una sola invece è stata la designazione con lo Spezia, in serie B, l’8 novembre scorso Lecco-Spezia 0-0. Gli assistenti designati sono Giuseppe Di Giacinto, iscritto alla sezione di Teramo, e Francesco Cortese, della sezione di Palermo.  Quarto ufficiale è Valerio Crezzini, della sezione di Siena. Al VAR c’é Federico Dionisi, della sezione di L’Aquila, coadiuvato dall’AVAR Salvatore Longo, della sezione di Paola                    .

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 252) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 16.15






About Peppino Accettura 580 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*