Sibilli salva il Bari: contro lo Spezia termina 1-1. Ancora una prova mediocre dei galletti…


BARI – Nella ventottesima giornata del campionato di serie B, il Bari non va oltre l’1-1 in casa contro lo Spezia e deve anche dire grazie alla deviazione di Hristov nella ripresa, sul tiro di Sibilli, che frutta il pareggio. I biancorossi ancora una volta danno la sensazione di essere vittima di se stessi, smarriti in una confusione tattico-tecnica che dovrebbe preoccupare più dei mancati tre punti. Fino alla fine del torneo i galletti affronteranno praticamente solo squadre che li precedono in classifica e sembra ora quanto meno opportuno mettere in cassaforte la salvezza. Con umiltà ed impegno. E non come fatto certamente nelle ultime uscite letteralmente anonime e mediocri.

FORMAZIONI
Mister Iachini recupera Kallon , ma deve fare a meno dello squalificato Vicari e degli infortunati Maita, Diaw e Koutsoupias. Il tecnico conferma il nuovo modulo 3-4-1-2, introdotto a Catanzaro, e in  difesa, davanti a Brenno, piazza Matino, Di Cesare e Zuzek. Nel fulcro del centrocampo si piazzano Edjouma e Benali, con Dorval e Ricci a presidiare le fasce. Nel tandem offensivo trovano spazio Nasti (preferito a Puscas) e Morachioli (a rimpiazzare Menez, non disponibile), supportati alle loro spalle da Sibilli.
Mister D’Angelo schiera davanti a Zoet i centrali Tanco, Hristov e Nikolaou, mentre al centro della linea mediana trova spazio Nagy, affiancato da Jagiello e Cassata. Sulle corsie laterali agiscono Mateju ed Elia, mentre la coppia d’attacco è formata da Di Serio ed Esposito.

LA GARA
Primo tempo
– La partita è inizialmente molto equilibrata ed è lo Spezia a provarci per primo al 4’ con una grande staffilata di Tanco, smanacciata in volo da Brenno. Risponde il Bari all’11’ con un mancino preciso di Dorval, arpionato da Zoet, ma al 17’ gli ospiti ci riprovano ancora con Cassata che dalla distanza costringe Brenno al grande intervento plastico. Il portiere di casa è nuovamente chiamato in causa alla mezzora quando Cassata lascia partire un esterno destro quasi dal vertice sinistro dell’area di rigore. I galletti sono spesso in difficoltà e difficilmente riescono ad uscire dalla morsa ligure, finendo di fatto per essere completamente inoffensivi fino all’intervallo.
Secondo tempo – Dopo la pausa i biancorossi si ripresentano in campo con Lulic al posto di Edjouma e al 4’ Di Cesare riscalda i guanti di Zoet. Un minuto dopo il risultato si sblocca: sul lancio da centrocampo di Jagiello, Mateju controlla e batte Brenno sotto misura. I pugliesi non si perdono d’animo e grazie ad un pizzico di fortuna pareggiano all’11 con un destro di Sibilli, deviato con la spalla da Hristov, che spiazza il portiere spezzino e si infila in rete. Il Bari abbozza un forcing offensivo, a dire il vero alquanto disordinato, e al 24’ Lulic riceve da Ricci una buona palla, ma il suo tiro si spegne sull’esterno della rete. Iachini inserisce Guiebre e Puscas al posto di Ricci e Nasti e poco dopo è costretto a sostituire uno stremato Morachioli, per mettere in campo Achik. All’89’ Sibilli crossa dalla sinistra per la testa di Puscas, ma la sfera termina sul fondo, non molto distante dalla porta bianconera. Al termine dei 5 minuti di recupero è Sibilli ad alzare la mira da fuori area, facendo sfumare le residue, esigue, speranze di vittoria. Il coro finale dei tifosi baresi “meritiamo di più” è sufficiente a commentare il match e vale più di tante altre parole…

Tabellino
BARI-SPEZIA 1-1
BARI (3-4-1-2): Brenno; Matino, Di Cesare, Zuzek; Dorval, Edjouma (dal 1′ st Lulić), Benali, Ricci (dal 28′ st Guiebre); Sibilli; Nasti (dal 28′ st Puscas), Morachioli (dal 32′ pt Achik). A disposizione: Pissardo, Pellegrini, Pucino, Dachille, Acampora, Maiello, Bellomo, Kallon. Allenatore: G.Iachini.
SPEZIA (3-5-2): Zoet; Tanco (dal 18′ st Bertola), Hristov, Nikolaou; Mateju, Cassata (dal 31′ st Bandinelli), Nagy, Jagiello (dal 19′ st Esposito S.), Elia; Di Serio (dal 18′ st Falcinelli), Esposito F. (dal 39′ st Moro). A disposizione: Crespi, Vignali, Mühl, Gelashvili, Jureskin, Cipot, Verde. Allenatore: L.D’Angelo.
ARBITRO
: sig. M.Monaldi della sez. di Macerata. Assistenti: sig. G.Di Giacinto della sez. di Teramo e sig. F.Cortese della sez. di Palermo.
RETI
: al 5′ st Mateju (S), al 12′ st Sibilli (B).
AMMONITI
: Di Cesare, Matino e Nasti (B); Mateju, Nagy e Bertola (S).
NOTE
: cielo sereno, terreno in perfette condizioni; spettatori: 15.927 (di cui: 7.118 paganti, 8.809 abbonati e 130 tifosi ospiti); angoli: 8-5 per lo Spezia; recuperi: 1′ pt e 5′ st.






About Tommaso Di Lernia 734 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*