Catanzaro-Bari 2-0, le pagelle dei biancorossi: Di Cesare grande cuore, Menez non punge…


E’ inutile fasi illusioni.

Questo Bari è pieno di lacune e dovrà faticare per restare in serie B.

E’ ora indispensabile battere lo Spezia, divenuto avversario diretto per la salvezza, e poi conquistare altri 5 o 6 punti nelle restanti 11 giornate per mettere al sicuro la permanenza.

E non sarà facile, considerati i prossimi avversari, quasi tutti della zona alta della classifica.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Catanzaro.

BRENNO
5,5semaforo_rosso
  Senza colpe sulla punizione-capolavoro di Vandeputte, che ha centrato l’incrocio coperto dalla barriera, forse il portiere brasiliano poteva uscire meglio sul raddoppio, evitando di scontrarsi con Pucino. BEFFATO
MATINO
5,5semaforo_rosso
  E’ rimasto titolare con la difesa a 3 ed ha faticato a contenere gli attaccanti calabresi, ma ha poco da farsi rimproverare. HA CONCESSO POCO
DI CESARE
6,5semaforo_verde
  Il capitano è stato il migliore attaccante della squadra. Ed è tutto dire! Ha difeso con efficacia ed ha tirato tre volte in porta, cogliendo anche la traversa. GRANDE CUORE
VICARI
6semaforo_verde
  Prestazione sufficiente anche se ha sofferto un po’ sugli inserimenti degli attaccanti giallorossi, agili e rapidi. SEMPRE BEN PIAZZATO
PUCINO
5semaforo_rosso
  Iachini lo ha schierato esterno di destra nella linea dei 4 centrocampisti per frenare Vandeputte che lo ha messo in difficoltà. Nel finale, l’incomprensione con Brenno ha definitivamente steso il Bari. IN TILT
BENALI
6semaforo_verde
  Ha eretto un muro di contenimento davanti alla difesa biancorossa ma non è riuscito a illuminare il gioco quando c’era da ripartire. CHIUDE MA NON RIPARTE
LULIC
5,5semaforo_rosso
  Dopo 50 secondi ha sciupato la palla che poteva cambiare la storia della gara. Ha comunque mostrato tanta buona volontà. IN PROGRESSO
EDJOUMA
5,5semaforo_rosso
  E’ subentrato a metà della ripresa all’esausto Lulic. E’ apparso più rapido e concludente del solito. POCO VISIBILE
RICCI
5,5semaforo_rosso
  Ha coperto la zona di Sounes e si è spinto in avanti solo saltuariamente. Ha concluso 2 volte fuori dello specchio della porta. NON BRILLA
DORVAL
5semaforo_rosso
  Il mister lo ha mandato in campo per dare maggiore profondità sulla fascia sinstra, ma non è riuscito a servire a dovere i compagni. POCO INTENSO
SIBILLI
6semaforo_verde
  Ha giostrato, come al solito, a tutto campo alle spalle degli attaccanti, cercando iinvano di inventarsi qualche cosa per mettere i compagni in grado di tirare in porta. POCA FANTASIA
MENEZ
5semaforo_rosso
  Schierato come secondo attaccante, in realtà ha assunto una posizione più arretrata a tre quarti campo in cerca di maggiori spazi. NON PUNGE
PUSCAS
5semaforo_rosso
  Ha giocato l’ultima mezzora, recupero compreso, e si è messo in evidenza solo per due colpi di testa senza pretese. Troppo poco per un attaccante scelto a gennaio per fare la differenza. IN RITARDO DI CONDIZIONE
NASTI
5,5semaforo_rosso
  E’ tornato a giocare dall’inizio ed ha mostrato una certa vivacità fino quando gli è durato il fiato. Ha bisogno di un compagno in avanti. TROPPO SOLO
MORACHIOLI
5,5semaforo_rosso
  Iachini lo ha rispolverato dopo un lungo letargo. Naturalmente non può fare miracoli ma il mister fa bene a effettuare ogni tentativo per rendere più efficiente la squadra in zona tiro. CHI SI RIVEDE1
Allenatore: G.IACHINI
6,5semaforo_verde
  Il mister ha sorpreso tutti con una rivoluzione sul piano tattico e ruotando gli uomini a sua disposizione. La squadra è apparsa più organizzata e coperta a centrocampo ma ancora lenta e incapace di cambi di ritmo per mettere in difficoltà gli avversari. Si intravede qualche cosa di nuovo, ma resta comunque la chiara incapacità di andare a rete. IL GOL E’ UN PROBLEMA
Arbitro: Sig. I.PEZZUTO
6semaforo_verde
  L’arbitro leccese non ha mai perso il controllo della gara, nonostante la grande carica di nervosismo che ha attanagliato i giocatori in campo. Ha anche limitato i cartellini gialli a 5, 2 per i calabresi e 3 per i biancorossi. Ha diretto senza diventare protagonista. Ed é un merito. EQUILIBRATO





About Peppino Accettura 580 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*