Bari-Foggia 1-1, le pagelle dei biancorossi: Maita cuce il gioco, la luce non si accende per D’Errico…



BARI – Onore al Foggia che, anche con la benevolenza dell’arbitro, ha frenato la marcia travolgente del Bari.

Ma ai biancorossi, a parte il rammarico per aver mancato la quinta vittoria consecutiva, resta sempre la soddisfazione della continuità di risultati, qualità determinante in un torneo lungo e difficile come quello di C.

Ora bisogna porre la massima attenzione al prossimo derby a Francavilla, in attesa dello scontro diretto contro il Catanzaro.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Foggia.

FRATTALI
6semaforo_verde
  Una prestazione tutto sommato positiva, anche se non è riuscito a impedire il gol Ferrante al quale aveva negato il vantaggio nel primo tempo. FULMINATO SUL GOL
PUCINO
6semaforo_verde
  Non ha potuto spingere come di consueto perché non ha poteva perdere di vista lo sgusciante Curcio sulla sua fascia. Nel finale il mister lo ha sostituito. PRUDENTE
BELLI
S.V.semaforo_giallo
  E’ subentrato a Pucino poco prima del recupero finale.                                                                  
TERRANOVA
6semaforo_verde
  Come al solito è stato il baluardo della difesa, ma con un neo: la scivolata che ha data via libera a Ferrante in occasione del pareggio. SOTTO STANDARD
GIGLIOTTI
6semaforo_verde
  L’italo -francese è stato riconfermato, 3 giorni dopo l’esordio dal primo minuto. Fornisce tutte le garanzie di una buona tenuta. ORDINATO
RICCI
6semaforo_verde
  Anche lui è stato costretto a limitare le proiezioni in avanti a causa della pericolosità di Merola prima e Merkaj dopo. Nonostante tutto ha sfiorato il gol al quarto d’ora della ripresa dopo una triangolazione con Botta. INTRAPRENDENTE
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  Si è disimpegnato con accortezza nella metà campo, zona molto affollata perché i rossoneri hanno accorciato le distanze. Preziosi alcuni interventi in area barese per anticipare gli avversari. FA LEGNA
MAITA
6,5semaforo_verde
  E’ il decimo giocatore biancorosso ad andare in gol. Determinante il suo apporto in fase di costruzione e decisivo un suo salvataggio su Merola prima del vantaggio. CUCE IL GIOCO
D’ERRICO
5,5semaforo_rosso
  Non è riuscito a esibirsi nei suoi affondi trascinanti perché a metà campo il Foggia ha chiuso tutti i varchi. A metà ripresa Mignani lo ha sostituito. LA LUCE NON SI ACCENDE
BIANCO
6semaforo_verde
  E’ subentrato a D’Errico e si è sacrificato svolgendo un utile lavoro di interdizione nella zona in cui i rossoneri avviavano le ripartenze. ATTENTO IN COPERTURA
BOTTA
6semaforo_verde
  Ha mostrato qualche spunto di vera classe, ma è stato un sorvegliato speciale perché su di lui gli avversari raddoppiavano e spesso arrivavano in tre. Forse ha esagerato nelle azioni personali. POCA INTENSITA’
CITRO
S.V.semaforo_giallo
  Ha giocato i minuti finali ma è stato importante il suo esordio dopo la lunghissima assenza per infortunio.  
MARRAS
6semaforo_verde
  Mignani ha puntato su di lui per scardinare la linea di difesa rossonera, ma l’attaccante non ha trovato gli spazi necessari. Si è comunque mosso molto, lungo il fronte dell’attacco e anche in posizione arretrata per collaborare con i compagni a metà campo. VOLENTEROSO
ANTENUCCI
5,5semaforo_rosso
  Inserito nell’ultimo quarto d’ora non ha avuto il tempo di mettersi in evidenza. NON INCIDE
CHEDDIRA
6semaforo_verde
  Con la sua velocità ha messo in difficoltà i difensori rossoneri, ma per la troppa precipitazionee il pressing spietato degli avversari ha commesso parecchi errori nel controllo del pallone. POCHI LAMPI
SIMERI
5,5semaforo_rosso
  Ha fatto intravedere le sue qualità di combattente, ma il poco tempo e gli spazi ristretti lo hanno frenato. POCO LUCIDO
Allenatore: M.MIGNANI
6semaforo_verde
  I suoi timori espressi alla vigilia hanno trovato puntuale riscontro. La squadra di Zeman, schierata con distanze molto corte tra i reparti, ha imbrigliato la manovra biancorossa che non ha potuto svilupparsi come di consueto, in maniera scorrevole e fluida. Il tecnico le ha tentato tutte nel corso della gara, apportando modifiche in ogni settore. Addirittura ha cambiato la coppia delle punte, ma é stato tutto inutile. SQUADRA VALE PIU’ DEL RISULTATO
Arbitro: Sig. M.GUALTIERI
4,5semaforo_rosso
  L’arbitro di Asti ha condizionato il risultato, sul quale pesano due episodi molto dubbi nell’area di rigore rossonera: nel primo tempo il tocco con il braccio di Ferrante sul colpo di testa di Terranova e nella ripresa il calcione rifilato sul ginocchio di Cheddira che aveva recuperato la palla dopo il tiro ribattuto dal portiere. Purtroppo continua la serie-no con questo arbitro che nel campionato scorso fu protagonista negativo a Teramo, quando ammonì 6 giocatori biancorossi, cacciò Semenzato e concesse 2 rigori contro. POCA PERSONALITA’





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*