LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Per salvare il Bari è necessario un patto: più impegno dai giocatori e premio salvezza dalla società…


Chi scommette sulla vittoria del Como contro il Bari vincerà poco più di una volta e mezza la posta, mentre chi punta su un successo dei biancorossi sarà premiato con una vincita di oltre 5 volte la giocata!

Da questi dati si comprende quanto difficile sia l’impegno della formazione di Iachini.   E’probabile che il mister apporti qualche novità, alla ricerca disperata di uomini che abbiano una motivazione per affrontare i lombardi, in piena corsa per la promozione diretta.

 Considerata la necessità vitale di conquistare almeno un punticino, é auspicabile che il tecnico biancorosso provveda almeno a rinforzare il reparto di centrocampo, settore nel quale la squadra ha mostrato preoccupanti carenze soprattutto nelle ultime gare. Gli avversari regolarmente dominano territorialmente in quella zona e riescono a manovrare e dialogare in tutta libertà dato che Benali e compagni non sono in grado di effettuare una pur minima azione di filtro.

Per continuare a sperare nella salvezza, sembra necessario che, come ha evidenziato Carlo Regalia in una recente intervista, venga stipulato un “patto salvezza” tra allenatore, giocatori e società. I calciatori devono garantire un grande impegno sul campo che finora non si è visto e la società, da parte sua, deve assicurare un premio in caso sia evitata la retrocessione, che peraltro comporterebbe un danno economico rilevante per la proprietà.

 La squadra lombarda è di proprietà dei fratelli indonesiani Hartono (industriali fra i più ricchi al mondo), che avevano presentato a suo tempo una richiesta per l’assegnazione della proprietà del Bari appena fallito, ma al Comune non furono ritenuti affidabili e si preferirono i De Laurentiis.

Quindi i due fratelli scelsero il Como e stanno realizzando un progetto grandioso. La squadra, intanto, appare in uno stato di grazia: nelle ultime 7 giornate ha ottenuto 5 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta (il Bari nello stesso periodo solo 2 pareggi) ed è la formazione cadetta che ha conquistato il  maggior numero di punti in casa, 34 nelle 16 gare disputate.  

Il Como ha realizzato sul campo amico ben 27 reti (solo 4 in meno del totale di tutti i gol segnati finora dai biancorossi). Il cannoniere è Cutrone, con un bottino di 11 reti, seguito dall’altro attaccante Gabrielloni, arrivato a quota 8. Quindi segue una coppia di centrocampisti, Verdi (3 rig.) e il francese Da Cunha, autori di 6 centri a testa. Più staccati vengono, a quota 3, un altro centrocampista, Bellemo, e il difensore cipriota Ioannou. Con 2 gol all’attivo a testa sono in quattro: l’attaccante brasiliano Strefezza, il centrocampista danese Abilgaard e i difensori Barba e Odenthal, olandese. Infine, hanno firmato una rete ciascuno il difensore Goldaniga e l’attaccante Cerri, ceduto all’Empoli a gennaio.

Le sfide sul campo lombardo in serie B sono state 19: il bilancio è nettamente favorevole ai padroni di casa che hanno fatto registrare 10 vittorie e 6 pareggi, contro soltanto 3 successi dei biancorossi, che hanno realizzato 14 gol ma ne hanno subìti 23. Il primo incontro risale a 90 anni fa, precisamente al 14 gennaio 1934 (2-1 per il Como). Negli anni 2000 i baresi sono stati ospitati solo 4 volte dai lombardi: il 28 aprile 2002 (sconfitta per 0-2), il 15 maggio 2004 (vittoria per 3-1), il 28 novembre 2015 (pareggio per 1-1) e il 27 novembre 2022 (ancora parità per 1-1).

La gara sarà diretta dal sig. Daniele Rutella, 30enne, iscritto alla sezione di Enna: Dalla stagione 2022/23 è a disposizione della CAN di A e B e finora nella serie cadetta presenta il seguente ruolino: 24 partite arbitrate, 152 cartellini gialli, 7 espulsioni per doppia ammonizione e 2 per rosso diretto e 11 rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 10, 5 in serie B e 5 in serie C: i biancorossi hanno ottenuto 6 successi (2 tra i cadetti), 2 pareggi (1 in B) e 2 sconfitte (entrambe in serie B). Con i lombardi, invece, le presenze sono 7: 5 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. Gli assistenti designati sono Stefano Liberti, iscritto alla sezione di Pisa, e Federico Fontani, della sezione di Siena.  Quarto ufficiale è Davide Gandino, della sezione di Alessandria. Al VAR c’é Daniele Chiffi, della sezione di Padova, coadiuvato dall’AVAR Gianpiero Miele, della sezione di Nola.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 254) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “Giuseppe Sinigaglia” (dimensioni m. 105 x 65, capienza 13.602 posti, terreno in erba naturale) è fissato alle ore 14






About Peppino Accettura 594 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*