Foggia, Agnelli: «Onore al Bari, ma perdere nel recupero raddoppia il dispiacere. Grosso bravo nell’operare i cambi…»

Il capitano del Foggia dopo il derby con il Bari



Share
Cristian Agnelli
Cristian Agnelli

BARI – Recuperato dopo un infortunio durato un mese, il capitano del Foggia Cristian Agnelli è tornato ad occupare oggi a Bari la mediana rossonera. Al termine del derby tra biancorossi e satanelli, l’ex Spal e Lecce ha analizzato la gara intervenendo in zona mista. «Nonostante le assenze – ha confessato il classe ’85 – la squadra ha disputato una prestazione di carattere e qualità, così come avevo chiesto invitandola a mettercela tutta. Colgo l’occasione per complimentarmi con tutti i miei compagni. L’espulsione di Coletti ci ha condizionati molto, ma anche in dieci uomini abbiamo tenuto bene il campo. Dall’altra parte però, Grosso è stato bravo nell’operare i cambi, mettendo in campo tre attaccanti di spessore. Siamo rammaricati perchè perdere in pieno recupero raddoppia il dispiacere. Dal canto nostro possiamo recriminare un rigore netto sul tiro di Fedato».

Ai microfoni dei giornalisti il numero 4 della squadra allenata da Stroppa ha aggiunto: «Faccio gli onori a tutti i baresi e al Bari ma se oggi dovessi vedere il lato positivo apprezzo  il fatto che la mia squadra non molli di un centimetro e lotti su tutti i palloni».

Il mediano foggiano infine ha anche speso due parole sui biancorossi e a tal proposito ha detto: «Mi aspettavo questo Bari attento e volto al possesso palla , noi abbiamo preparato la gara al meglio, ma purtroppo restare in dieci uomini quando si ha difronte calciatori del calibro di Brienza e Galano è tutto più difficile». [Dichiarazioni raccolte dai nostri inviati al “San Nicola”]





About Redazione barinelpallone 3523 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*