D’Errico: «Che emozione il boato del “San Nicola”! Il mio gol ci ha aiutato e ora spero di farne altri. La nostra è stata una reazione da grande squadra…»

Le dichiarazioni del giocatore biancorosso al termine della gara vinta 4-2 contro la Turris



BARI – Al termine della gara tra vinta dal Bari contro la Turris, a presentarsi davanti ai microfoni dei giornalisti per i biancorossi è stato Andrea D’Errico che ha firmato il prezioso gol del 2-2 all’inizio della ripresa che ha poi spianato la strada della vittoria ai pugliesi.

Inevitabile che la prima battuta riguardasse proprio quell’episodio: «Volevo colpirla di prima ed ho aspettato il rimbalzo che mi ha anche aiutato. Ho aspettato il momento giusto per calciarla e poi entrata dentro una volta che ha toccato il terreno. Sono molto contento soprattutto perché il mio gol ha aiutato la squadra a pareggiare una partita che si era messa in un certo modo per loro. Sono molto felice e ora spero di farne tanti altri. E’ stato emozionante sentire il boato del “San Nicola”. La mia rete la dedico alla mia compagna, che è qua da una settimana e che mi ha finalmente raggiunto, ed ovviamente anche alla squadra perché questa è una grande vittoria. Siamo un grande gruppo anche se c’è ancora tanto da lavorare per diventarlo ancora di più».

Secondo il centrocampista lombardo è stato fondamentale iniziare la ripresa col piede sull’acceleratore: «Nel secondo tempo siamo subito forte e il pareggio lo dimostra perché abbiamo fatto gol penso dopo neanche un minuto. Poi è normale che quando trovi subito il pareggio finisci per galvanizzarti e cerchi di fare immediatamente l’altro gol. Loro ci hanno concesso parecchio spazio e quando l’avversario fa questo noi diventiamo veramente forti. Cosa ci ha detto il mister nell’intervallo? Che la partita era lunga, che avremmo potuto ribaltare il risultato e che avremmo dovuto dare tutto per poi, alla fine dei 50 minuti, tirare le somme».

Il 29enne concorda con chi fa notare quanto il gruppo si diverta nel giocare: «Nella mia conferenza stampa di presentazione dissi che il calcio è divertimento e che senza di quello tutto diventerebbe pesante.  Noi giochiamo divertendoci e, poiché siamo tutti giocatori forti, questo risulta anche più facile. Dobbiamo solo continuare così anche se sappiamo che la strada è lunga. Però siamo un grande gruppo e l’abbiamo dimostrato anche oggi, in una partita difficile, contro una grande squadra che ha giocato bene e che ci ha messo a tratti in difficoltà. Penso che la reazione nel secondo tempo sia stata da grande squadra»

Il numero #14 dei galletti si è congedato dai microfoni della stampa parlando degli effetti di questi tre punti sulla classifica: «Abbiamo vinto contro la seconda è abbiamo allungato ulteriormente. E’ vero che il Catanzaro ha vinto, ma ci sono sempre 6 punti di vantaggio. E’ però ancora tanto presto per fare bilanci. Dobbiamo  lavorare a testa bassa e la classifica la guarderemo a fine febbraio-marzo».





About Tommaso Di Lernia 612 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*