Termina 0-0 il derby tra Bari ed Andria, la festa è solo rimandata…



BARI – Nella 34esima giornata del campionato di Serie C, il Bari pareggia in casa per 0-0 contro la Fidelis Andria e non approfitta del mezzo passo falso del Catanzaro (fermato sul pareggio dalla Juve Stabia), fallendo il primo match point del campionato. Il derby è tutt’altro che esaltante e per tutta a gara i biancorossi non riescono a risultare davvero pericolosi, sebbene l’avversario sia penultimo in classifica. I biancazzurri però si battono con ardore e alla fine riescono a strappare un prezioso punto. Una vittoria avrebbe regalato al Bari la serie B, ma la festa è solo rimandata.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani, schiera ancora tra i pali Polverino e al centro della difesa posiziona Terranova e Gigliotti, preferito a Di Cesare. Sulle fasce agiscono Celiento e Mazzotta, mentre Maiello è la mente del centrocampo, affiancato da Maita e D’Errico. Botta parte della panchina e sulla trequarti si colloca Galano, a sostegno dei due attaccanti Antenucci e Cheddira.
Mister Di Leo si affida al 4-2-3-1, con Benvenga, Monterisi, Alcibiade e Nunzella schierati a comporre il quartetto difensivo. Urso e Bonavolontà agiscono centralmente, mentre il trio formato da Ciotti, Casoli e Carullo fanno da supporto all’unica vera punta Sorrentino.

LA GARA
Primo tempo
– L’avvio del Bari è ovviamente arrembante e a rendersi pericoloso è all’8’ Maita che, dopo aver ricevuto un giallo per simulazione in area, ci prova due volte da fuori impegnando Saraco alla presa alta. Rispondono immediatamente gli ospiti con Ciotti che manda sull’esterno della rete da posizione leggermente defilata, mentre al quarto d’ora un colpo di testa di Terranova su azione di calcio d’angolo finisce alto. Al 21’ Maiello su punizione costringe Saracco alla deviazione in corner, ma nei successivi minuti il match subisce un’involuzione in termini di gioco. I galletti spingono, ma non trovano le giocate giuste per scardinare la difesa andriese e il primo tempo termina senza particolari sussulti.

Secondo tempo – Dopo l’intervallo i biancorossi vanno subito al tiro con Maita che impatta sul cross di Mazzotta, ma Monterisi gli si oppone efficacemente. Al 10’ Cheddira colpisce di testa da centro area sul traversone di Celiento: l’inzuccata è perfetta, ma la potenza non è sufficiente ad impensierire il portiere avversario che blocca. L’attaccante italo-marocchino ci riprova poco più tardi con un rasoterra in spaccata, ma anche in questa circostanza Saracco si fa trovare pronto. Superato il quarto d’ora, Sorrentino alza troppo la mira sull’assist di Nunzella, mentre 5 minuti dopo è D’Errico a non capitalizzare un contropiede ben orchestrato da Galano, guadagnando solo un angolo. Mignani decide di dare una scossa alla propria squadra ridisegnandola con il progressivo inserimento di Bianco, Belli, Mallamo e Citro e Simeri al posto di Maita, Celiento, D’Errico, Antenucc e Galano. In realtà i padroni di casa continuano ugualmente a trovare difficoltà a sfondare nonostante il forcing asfissiante che costringe i biancazzurri a rintanarsi praticamente nella propria area. Non bastano al Bari neanche i 5 minuti di recupero finali e il match si conclude sullo 0-0. Domenica prossima, a Latina, bisognerà però chiudere i conti…

Tabellino
BARI-F.ANDRIA 0-0
BARI (4-3-1-2): Polverino; Celiento (dal 21′ st Belli), Terranova, Gigliotti, Mazzotta; Maita (dal 21′ st Bianco), Maiello, D’Errico (dal 21′ st Mallamo); Galano (dal 35′ st Simeri); Antenucci (dal 27′ st Citro), Cheddira. A disposizione: Frattali, Di Cesare, Ricci, Misuraca, Scavone, Botta, Paponi. Allenatore: M.Mignani.
F.ANDRIA (4-2-3-1): Saracco; Benvenga (dal 37′ st Bortoletti), Monterisi, Alcibiade, Nunzella; Urso (dal 45′ st Ortisi), Bonavolontà; Ciotti, Casoli, Carullo; Sorrentino (dal 33′ st Messina). A disposizione: Vandelli, Paparesta, Riggio, De Marino, Bolognese, Legittimo, Di Schiena, Cirillo, Calamita. Allenatore: N. Di Leo.
ARBITRO: sig. P.Tremolada della sez. di Monza. Assistenti: sig. A.Cavallina della sez. di Parma e sig. A.Fine della sez. di Battipaglia.
AMMONITI: Maita e Belli (B); Benvenga e Bonavolontà (F).
NOTE: cielo coperto, terreno in buone condizioni; angoli: 5-3 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 5′ st; spettatori: 24.332 (di cui 430 abbonati e 967 tifosi ospiti).





About Tommaso Di Lernia 645 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*