Spal-Bari 3-4, le pagelle dei biancorossi: Maiello insostituibile, Di Cesare distratto…



A Ferrara è stata una battaglia e lo conferma il risultato clamoroso.

Del resto i due allenatori, Mignani e De Rossi, hanno costruito due formazioni votate all’attacco che macinano gioco e puntano sempre verso l’area di rigore avversaria.

I biancazzurri hanno effettuato 16 tiri in porta, di cui 8 nello specchio, e i biancorossi hanno calciato 9 volte verso il portiere, centrando 5 volte lo spazio tra i pali.

Comunque, nonostante le perplessità suscitate, il Bari marcia nel girone di ritorno, per ora, allo stesso ritmo dell’andata: 6 punti nelle prime 4 giornate (1 vittoria e 3 pareggi) e 6 punti nelle 4 gare giocate dopo la sosta di fine anno (2 successi e 2 sconfitte).

Diamo un voto ai biancorossi scesi in campo contro la Spal.

CAPRILE
7semaforo_verde
  Ancora una volta il portiere ha salvato il risultato con alcuni interventi miracolosi, almeno 3. E’ stato impegnato continuamente ed ha sfoderato una prestazione super. Si è fatto sorprendere solo dal tiro cross di Celia finito in rete senza che nessuno abbia toccato il pallone. PRODIGIOSO
PUCINO
6,5semaforo_verde
  Mignani lo ha richiamato a sorpresa perché voleva un elemento di maggiore copertura sulla fascia dove ha operato un elemento insidioso come Celia. Il difensore si è fatto trovare prontissimo e non ha deluso il mister. DECISO
DI CESARE
6semaforo_verde
  Il capitano ha mostrato come sempre grande capacità di anticipare gli avversari e murare le loro conclusioni, ma questa volta ha accusato qualche momento di distrazione che ha favorito i gol di Moncini e Naiggolan. DISTRATTO
VICARI
6,5semaforo_verde
  Piazzato nel cuore dell’area di rigore, ha spazzato via una quantità di palloni, pur non riuscendo a chiudere tutti i varchi come in altre occasioni. Non ha subìto l’emozione dell’ex. SOLIDO
MAZZOTTA
7semaforo_verde
  Nel primo tempo è stato impegnato a frenare l’irruenza di Dickmann e soprattutto del neo arrivato Fetfatzidis. Nella ripresa ha avuto la possibilità di spingere e si è esibito in una serie di spunti tecnici di vera classe. STRAORDINARIO
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  E’ stato schierato nel ruolo di Maita, ancora assente perché non ancora ristabilito. Il suo apporto è stato molto utile sia in fase di contenimento che in appoggio agli attaccanti. PREZIOSO
BELLOMO
6semaforo_verde
  Ha dato il cambio a Mallamo alla metà della ripresa e si ritrovato proprio nel periodo di maggiore pressione da parte dei padroni di casa che ha consentito la loro rimonta parziale. FA FILTRO
MAIELLO
7semaforo_verde
  Ha spaziato a tuttocampo, collaborando costantemente con i colleghi della difesa per chiudere gli accessi all’area biancorossa e, come sempre, ha dettato i tempi della manovra offensiva. Eccezionali alcune verticalizzazioni per gli attaccanti. INSOSTITUIBILE
BENEDETTI
6,5semaforo_verde
  L’ex sampdoriano ha ormai preso posssesso del ruolo di mezzala sinstra. Si fa valere nei recuperi in fase difensiva, persino davanti a Caprile, e con i suoi strappi trascina la squadra in avanti. UN MOTORINO
ZUZEK
S.V.semaforo_giallo
  I due gol realizzati dalla Spal in rimonta in due minuti hanno consigliato Mignani a cambiare modulo tattico, schierando lo sloveno quale terzo difensore centrale, con 5 centrocampiti alle spalle dei due attaccanti.  
FOLORUNSHO
6,5semaforo_verde
  Non sembra fisicamente nella migliore condizione. Nel primo quarto d’ora non è entrato in partita ed ha girovagato, poi ha fatto esplodere la sua potenza fisica, realizzando il primo gol e entrando in misura determinante nell’azione del raddoppio. Poi si é innervosito, ha preso un cartellino giallo e ha rischiato di rimediare anche il secondo, per cui Mignani lo ha lasciato negli spogliatoi dopo il riposo. IMPETUOSO
MOLINA
6,5semaforo_verde
  Appena arrivato in città dopo la chiusura del mercato, ha subito esordito schierato centrocampista esterno nel 4-4-2 presentato nella ripresa. E’ rimasto inizialmente un po’ fuori del gioco, poi ha lottato fino al 90′. CORAGGIOSO
ESPOSITO
6,5semaforo_verde
  E’ rimasto in campo un’ora, ha mostrato di legare bene con Cheddira, ha realizzato un gol con notevole prontezza di riflessi. L’esordio è stato davvero promettente. ESUBERANTE
ANTENUCCI
6,5semaforo_verde
  Mignani lo ha inserito nell’ultima mezzora per dargli la soddisfazione di tornare davanti al suo vecchio pubblico (che lo ha applaudito con affetto). L’attaccante biancorosso ha ringraziato il mister realizzando il quarto gol che poi si è rivelato decisivo. KILLER
CHEDDIRA
6,5semaforo_verde
  Il capocannoniere è tornato a segnare dopo la goleada contro il Parma. Non è riuscito a sfruttare quaolche altra occasione ma apre nuove prospettiva la presenza di un’altra punta come Esposito. BOMBER
Allenatore: M.MIGNANI
6,5semaforo_verde
  Dalla squadra si attendeva un pronto riscatto e così è stato. Oltre ai 3 punti, importantissimi per mantenere le distanze sugli inseguitori, anzi per incrementarle, i biancorossi hanno hanno guadagnato apprezzamenti e credibilità, nonostante i 3 gol subìtiin 90 minuti, fatto che é accaduto per la prima volta quest’anno. I nuovi arrivati hanno esordito in maniera più che positiva, tutti i giocatori hanno ritrovato lo spirito combattivo che li aveva contraddistinti e la formazione si é mostrata capace di assorbire le variazioni tattiche nel corso della partita. Infatti Mignani, partito con il 4-3-1-2, é passato dopo il riposo al 4-4-2 e nel finale al 3-5-2. E tutti si sono adeguati! SQUADRA DI CARATTERE
Arbitro: Sig. R.ABISSO
6,5semaforo_verde
  L’arbitro palermitano ha tenuto in pugno una gara che si rivelata difficile con il trascorrere dei minuti. C’era tanto nervosismo in campo e il direttore di gara è intervenuto spesso per spegnere ogni accenno di rissa. DIREZIONE AUTORITARIA





About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*