LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari favorito dai pronostici nella gara con la Reggiana…



BARI – Cancellare la delusione regalata ai tifosi domenica scorsa contro l’Ascoli: è questo il primo obbiettivo della squadra di Marino, alla caccia dei 3 punti anche per scavalcare in classifica Brescia e Modena, impegnate in due sfide quasi proibitive rispettivamente contro Cremonese e Parma.

E’ un’occasione estremamente favorevole che i biancorossi non devono sprecare. Peraltro gli emiliani si presentano con tante assenze di rilievo, a cominciare dai centrocampisti Portanova e Cigarini e dall’attaccante Girma, tutti in diffida sabato scorso contro il Como e tutti ammoniti dall’arbitro leccese Pezzuto.

Marino ha a disposizione parecchie alternative e deve scegliere con accortezza. Purtroppo la squadra biancorossa ha mostrato, come l’anno scorso, una vera e propria incapacità di difendersi con raziocinio-, caratteristica confermata dalle 7 rimonte subìte. E va segnalato che  la Reggiana ha segnato 3 reti in più del Bari e  va in gol ininterrottamente da 8 partite. Nelle prime due giornate del girone di ritorno ha ottenuto altrettanti 2-2 a Pisa e in casa con il Como.

Il Bari ha segnato nello stesso periodo 5 reti, ma ne ha subìte ben 3. La tenuta della difesa lascia parecchio a desiderare  perché i biancorossi sono riusciti a mantenere inviolata la propria porta solo in 2 occasioni nelle ultime 17 gare giocate.

La Reggiana è una delle 11 squadre con la differenza gol negativa, avendo realizzato 25 reti e subìto 28. Per inciso, il Bari è in perfetta parità, con 23 gol all’attivo e altrettanti al passivo. I marcatori granata sono 11; in testa alla miniclassifica sono in due, il centrocampista svizzero Girma e l’attaccante Gondo della  Costa d’Avorio, autori di 5 centri a testa. Segue immediatamente dopo l’attaccante francese Antiste, con 4 reti. Alle sue spalle c’è un terzetto, composto dal 21enne difensore Pieragnolo,  dal centrocampista Portanova e dall’attaccante Pettinari, tutti a quota 2. Infine, con 1 rete all’attivo a testa chiudono li attaccanti Vido e Lanini e i centrocampisti Bianco, Cigarini e Melengoni.

A Bari la Reggiana è venuta a giocare 14 partite, tutte in serie B tranne l’ultima, nella massima divisione. Il bilancio è nettamente favorevole ai biancorossi che hanno ottenuto 10 successi e 3 pareggi e sono stati sconfitti 1 sola volta, il 25 ottobre 1981 (0-1 allo Stadio della Vittoria). La prima sfida risale a oltre 94 anni fa, precisamente al 24 novembre 1929 (3-0 per i biancorossi). L’ultimo incontro, come detto, è stato disputato in serie A il 18 settembre 1994 e vide il Bari prevalere per 1-0 con gol vincente di Tovalieri dopo  20 minuti di gioco.

La gara sarà diretta dal sig.  Davide Di Marco, iscritto alla sezione di Ciampino. E’ stato riconosciuto come miglior arbitro della stagione 2022/23 in serie C e nello scorso mese di luglio è stato promosso nella CAN di serie A-B. Il suo ruolino in serie B è il seguente: 8 partite dirette, 39 cartellini gialli, nessuna espulsione per doppia ammonizione, 1 per rosso diretto e 2 rigori concessi. Le vittorie delle squadre di casa sono state 2, altrettanti i pareggi e 4 i successi per le formazioni fuori casa. I precedenti con il Bari sono 4, tra serie D e Coppa di serie C, con 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte. Ha diretto invece 6 volte la formazione emiliana, che ha registrato 3 successi, 1 pareggio e 2 sconfitte, sempre nelle categorie minori, Gli assistenti designati sono Federico Fontani, iscritto alla sezione di Siena, e Stefano Galimberti, della sezione di Seregno.  Quarto ufficiale è Andrea Zanotti, della sezione di Rimini. Al VAR c’é Francesco Meraviglia, della sezione di Pistoia, coadiuvato dall’AVAR Francesco Cosso, della sezione di Reggio Calabria.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 252) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 16.15.






About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*