Bari: contro la Turris non c’è alternativa alla vittoria…



Ricomincia l’inseguimento del Bari alla capolista. Nel duello a distanza i biancorossi ritrovano un avversario ostico, quella Turris che 2 anni fa, in serie D, fa contese sino all’ultimo la promozione.

I campani avevano protestato polemicamente per l’inserimento nel girone I del Bari, unica pugliese tra squadre campane, siciliane, calabresi e lucane. Il Bari di Cornacchini fece un campionato di testa, mantenendo sempre un buon margine sugli avversari e chiuse la stagione con 11 punti di vantaggio sulla Turris, 25 sul Marsala e 28 sul Portici.   

I campani si rifecero l’anno scorso, conquistando la promozione con un ruolino di marcia eccellente: 61 punti in 26 partite grazie a 18 vittorie, 7 pareggi e 1 sola sconfitta, in casa. Il campionato, come si ricorderà, fu sospeso. Quello che stupiva nella formazione corallina era la grande capacità di andare in gol: Longo segnò nei due campionati prima 23 e poi 16 gol.

Quest’anno, in C, Longo ha realizzato 1 sola rete ma il ruolo di cannoniere è stato assunto da Pandolfi, su cui si è posata l’attenzione del Napoli che potrebbe girare il giocatore in prestito al Bari.

Alla squadra biancorossa, in effetti, servirebbe un’altra punta per incrementare il potenziale offensivo. Per fare un confronto, va ricordato che nella Ternana 4 attaccanti (Partipilo, Falletti, Vantaggiato e Furlan) hanno firmato ben 27 reti, solo 2 in meno di quante ne ha realizzate in totale il Bari. Il bottino degli attaccanti di Auteri è decisamente più modesto: Antenucci 8 gol, Montalto 4, Marras 3, D’Ursi 2, Citro e Simeri 1 ciascuno.

Tornando alla Turris, va detto che ha il record stagionale di pareggi, ben 7, ed ha conquistato più punti in trasferta (13) che in casa (12), grazie ai successi a Bisceglie, Caserta e Palermo. Sul campo  delle migliori del girone ha pareggiato (Avellino Foggia, Catania e Ternana) e solo da Catanzaro i campani  sono tornati sconfitti.

Come già detto, il cannoniere della squadra corallina è Pandolfi con 6 reti, seguito da Giannone (5) e da Daniele Franco (3 di cui 1 rigore). Altri 7 giocatori hanno firmato   1 rete a testa: Codromaz, Esempio, Longo, Persano, Rainone, Romano e Lorenzini.

I campani giocano con un centrocampo a 5 e proprio in quel reparto ad Auteri mancherà Maita, l’uomo più in forma. L‘alternativa è schierare Lollo in coppia con De Risio.

 I precedenti tra biancorossi e rosso corallini sono davvero pochi, solo 4. In casa il Bari ha conquistato 3 vittorie, tutte in serie C,  25 anni fa, precisamente a febbraio 1975 e a febbraio e ottobre 1976.  Due anni fa, in serie D, invece la gara al “San Nicola” si chiuse in parità e a reti inviolate. Complessivamente il Bari in casa ha realizzato 7 reti subendone 2.

La gara sarà diretta dal sig.  Federico Longo, iscritto alla sezione di Paola, in provincia di Cosenza. Ha esordito in Lega Pro il 10 settembre 2017 nella gara Siena-Arzachena (3-2) nel girone A. E’ alla 4^ stagione in C e il suo ruolino è molto equilibrato: in 48 partite ha fatto registrare 17 vittorie per le squadre di casa, 16 pareggi e 15 successi per le formazioni in trasferta, con 191 cartellini gialli, 6 espulsioni per doppia ammonizione e 13 per rosso diretto ed ha concesso 9 rigori. In questo campionato ha diretto 3 gare nel girone C: Avellino-Turris 2-2, Juve Stabia-Paganese 1-1 e Viterbese-Catania 1-2. Non ha alcun precedente con il Bari.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da SKY Primafila (can. 256) e ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 15. 





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*