Carrera: «Siamo stati dei polli. Non abbiamo sbagliato nell’atteggiamento, ma nell’attenzione. Nel secondo tempo abbiamo concesso pochissimo…»

Le dichiarazioni dell'allenatore biancorosso al termine della gara persa 1-0 contro l'Avellino



Nel post gara dello scontro diretto per il secondo posto tra Avellino e Bari, valevole per la sedicesima giornata di ritorno del girone C del campionato di serie C, Massimo Carrera ha tenuto la sua consueta conferenza stampa per analizzare a caldo il match perso di misura.

«Nel primo tempo non abbiamo giocato per niente – ha esordito l’allenatore del Bari – abbiamo fatto poco per andare al tiro e abbiamo sbagliato tante situazioni e tanti passaggi, mentre nella ripresa abbiamo fatto qualcosa di più, abbiamo fatto un buon calcio e abbiamo concesso pochissimo all’Avellino. Sicuramente avremmo potuto fare meglio. La parità l’avevamo preparata diversamente da come poi è andata. Avremmo dovuto giocare più sugli esterni che centralmente. La nostra intenzione era quella di venire qui a vincere, ma poi in campo ci sono anche gli avversari e si verificano altre situazioni. Ad un certo punto si sono difesi in 8 e abbiamo fatto fatica a trovare le soluzioni giuste. Alla fine loro sono stati bravi e hanno vinto, mentre noi siamo stati dei polli».

Il mister dei biancorossi ha poi spiegato il perché non abbia effettuato sostituzioni, se non dopo il gol di Fella: «Nel secondo tempo stavamo tenendo bene il campo e stavamo mettendo in difficoltà l’avversario che non è quasi mai arrivato dalle parti di Frattali. Ero quindi soddisfatto di quello che stava facendo la squadra. Certamente si può sempre fare meglio, ma non volevo rompere gli equilibri che c’erano in campo poiché ritenevo che si stesse facendo bene».

A chi gli ha chiesto se la sua squadra avesse sbagliato atteggiamento, il 56enne di Pozzuolo Martesana ha risposto con tono deciso: «Non centra l’atteggiamento. La squadra ha affrontato il primo tempo un po’ così, ma nel secondo ha giocato, ha lottato e ha corso, con voglia di vincere. La squadra sta bene dal punto di vista psico-fisico. E’ vero che non siamo stati molto pericolosi, ma loro nella ripresa hanno solo fatto gol su un e quindi su un errore nostro su calcio piazzato. Forse è un problema invece di attenzione in questo tipo di situazioni e nel mantenere le posizioni che vengono spiegate prima della partita. Questo è un punto debole sul quale bisogna lavorare. Anche a causa di un piccolo dettaglio si può perdere una partita».





About Tommaso Di Lernia 563 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*