Botta colpisce, Antenucci non dà il colpo di grazia! Il Bari si fa riprendere dalla Paganese che fa 1-1 con Firenze…



BARI – Nella quinta giornata del campionato di serie C, il Bari pareggia in casa contro la Paganese e, vista la concomitante sconfitta del Monopoli a Francavilla, conquista il primo posto solitario in classifica. I galletti passano in vantaggio in apertura con Botta e tutto sommato gestiscono bene il match, almeno fino al termine del primo tempo, quando Bianco si fa ingenuamente espellere e Antenucci fallisce il rigore della sicurezza. Nel secondo tempo, vista l’inferiorità numerica, i biancorossi vanno a tratti in difficoltà e alla mezzora subiscono il gol del pari ad opera di Firenze. La vittoria sfumata crea un po’ di amarezza in casa pugliese, ma non è il caso di fare drammi. Quest’anno le prospettive sembrano ben diverse rispetto alla scorsa stagione.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani conferma il solito 4-3-1-2 e in difesa piazza i centrali Di Cesare e Terranova, con Ricci che continua ad occupare la corsia sinistra al posto di Mazzotta e Belli che si piazza sulla fascia opposta. In cabina di regia c’è la sorpresa Di Gennaro, affiancato da Maita e D’Errico, tornato nell’undici titolare dopo il turno di riposo osservato a Catania, mentre Botta agisce sulla trequarti, a sostegno del duo offensivo composto da Simeri ed Antenucci.
Mister Grassadonia si affida al 3-5-2 allo scopo di fare densità a centrocampo. Nella zona nevralgica agisce infatti Tissone, affiancato da Cretella e Firenze, mentre Zanini e Manarelli presidiano le fasce. In difesa ci sono Scanagatta, Schiavi e Murolo. La coppia d’attacco è composta infine da Castaldo e Iannone.

LA GARA
Primo tempo
– L’avvio del Bari è folgorante e uno sfondamento centrale di Antenucci al 2’ fa rimpallare la palla verso Botta che col destro lascia partire un diagonale preciso sul quale nulla può Baiocco. Il vantaggio galvanizza i padroni di casa che sembrano un fiume in piena. Al 5’ i campani però si fanno vedere con una bella azione corale che porta al tiro Firenze, ma la palla si spegne sull’esterno della rete. Di Gennaro è costretto ad uscire per un contrasto con un avversario e al suo posto al 16’ entra Bianco subito dopo un tiro alto di D’Errico. Al 23’ Zanini si fa notare con una ficcante incursione dalla destra e il suo traversone mette in difficoltà Frattali che non trattiene, ma ad evitare guai peggiori a porta sguarnita ci pensa Belli, reattivo a spedire la palla in corner. Sul versante opposto, nell’azione seguente,risponde Maita con una conclusione imprecisa, ma i galletti si rendono ancora pericolosi dalle parti di Baiocco con un doppio tentativo di Maita al 42’ e anche in questo caso la mira è imprecisa da parte del centrocampista siciliano. Il finale del primo tempo è decimante concitato. Bianco si fa espellere per un fallo di reazione su Cretella e, nell’azione successiva, Murolo commette fallo su Di Cesare in area provocando il rigore. Sul dischetto si porta Antenucci, ma Baiocco riesce nel miracolo di deviare il tiro salvando la propria squadra.
Secondo tempo – I biancorossi si ripresentano in campo con due novità: Mallamo e Cheddira rilevano Botta e Antenucci. Passano pochi secondi di gioco e Simeri già ci prova dalla destra con la sfera che non centra di poco lo specchio della porta. Al 6’ un bel cross dalla sinistra di Ricci mette Cheddira nelle condizioni di colpire di testa in tuffo da posizione favorevolissima, ma anche in questo caso il tentativo termina oltre la traversa. Nonostante l’inferiorità numerica i pugliesi tengono bene il campo e si ripropongono con continuità in fase offensiva. Al 13’ gli stellati vanno però vicinissimi al pareggio con il nuovo entrato Piovaccari, ma Terranova in extremis fa muro e devia in angolo. Ricci merita gli applausi del “San Nicola” per un’iniziativa personale con la quale effettua un tunnel, supera un altro avversario e conclude verso la porta trovando la parata del portiere salernitano. Al 17’ Tissone centra la traversa da fuori area e una rovesciata di Piovaccari impegna severamente Frattali costretto al provvidenziale tuffo in angolo. Alla mezzora la Paganese trova il pareggio: al termine di una ripartenza è Firenze a ricevere palla da Piovaccari e a castigare Frattali con un diagonale preciso dalla sinistra che si insacca sul palo opposto. Pucino prende il posto di Belli e al 34’ ci prova D’Errico su punizione dalla distanza, ma Baiocco blocca in due tempi. Prima del 40’ gli uomini di mister Mignani insistono con una mischia in area che Simeri non riesce a concretizzare e con un destro da fuori di D’Errico, ma i biancoazzurri non si fanno sorprendere. Esce anche Simeri per fare spazio a Celiento. La gara si chiude con l’ammonizione di D’Errico per simulazione a seguito di un dubbio intervento avversario in area, e tra i fischi del pubblico nei riguardi dell’arbitro. Per i galletti, invece, ci sono solo applausi, nonostante la vittoria sfumata. Mercoledì il Bari farà visita al Messina, magari per recuperare quanto perso oggi.

Tabellino
BARI-PAGANESE 1-1
BARI (4-3-1-2): Frattali; Belli (dal 32′ st Pucino), Di Cesare, Terranova, Ricci; Maita, Di Gennaro (dal 16′ pt Bianco), D’Errico; Botta (dal 1′ st Mallamo); Simeri (dal 44′ st Celiento), Antenucci (dal 1′ st Cheddira). A disposizione: Polverino, Gigliotti, Mazzotta, Scavone, Paponi, Marras, Citro. Allenatore: M.Mignani.
PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Scanagatta, Schiavi, Murolo (dal 1′ st Sbampato); Zanini (dal 18′ st Vitiello), Cretella, Tissone (dal 18′ st Zito), Firenze, Manarelli (dal 44′ pt Sussi); Castaldo, Iannone (dal 1′ st Piovaccari). A disposizione: Caruso, Pellecchia, Perlingieri, Schiavino, Volpicelli, Del Regno, Guadagni. Allenatore: G.Grassadonia.
ARBITRO: sig. C.Petrella della sez. di Viterbo. Assistenti: F.Cortese ed E.Micalizzi della sez. di Palermo.
RETI: al 2′ pt Botta (B), al 30′ st Firenze (P).
AMMONITI: Frattali, Ricci e D’Errico (B); Castaldo, Murolo, Vitiello e Zito (P).
ESPULSI: al 47′ pt Bianco (B) per condotta violenta.
NOTE: tempo soleggiato, terreno in ottime condizioni; spettatori: 5.030 (di cui 324 ospiti); angoli: 6-4 per il Bari; recuperi: 6′ pt e 4′ st; al 51′ pt Baiocco para un rigore ad Antenucci; Bari con il lutto al braccio in memoria del suo ex calciatore Marcello Diomedi, scomparso ieri.





About Tommaso Di Lernia 645 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*