LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: sarà festa a Latina e al “San Nicola”?…



Appuntamento al “San Nicola” per assistere, dalle gradinate, grazie ai maxischermi, alla partita del Bari a Latina. Tutto lascia prevedere che finalmente è giunto il momento di festeggiare la meritata promozione. Sarà infatti sufficiente  conquistare i 3 punti sul campo laziale per diventare matematicamente irraggiungibili.

I tifosi a Latina e al “San Nicola” si apprestano a vivere la grande emozione, auspicando che la squadra non perda la concentrazione come è avvenuto domenica scorsa nel derby con la Fidelis Andria.

Si ripeterà anche questa volta una curiosa circostanza: i biancorossi scenderanno in campo conoscendo il risultato del Catanzaro impegnato alle 14.30 sul campo della Monterosi Tuscia, una matricola che addirittura gioca per conquistare il diritto ai play-off.

Mignani ha solo l’imbarazzo della scelta, in quanto tutti i giocatori, ad eccezione di Botta, sono a sua disposizione.

Il Latina ha ottenuto 32 dei 44 punti in casa, dove ha vinto 9 volte. L’ultimo successo, sulla Vibonese, risale al 19 febbraio, poi ha infilato una serie negativa di 3 pareggi e 4 sconfitte e i laziali non segnano un gol da 302’.

Il Bari ha un conto aperto con gli avversari e l’intenzione è di riscattare l’eliminazione dai play off per la promozione in A a giugno 2014, a seguito dei due pareggi ottenuti, entrambi per 2-2. I nerazzurri erano posizionati meglio in classifica e passarono turno. Furono determinanti i gol segnati negli ultimi minuti di gioco, quello di Ristovski a Bari al 90’ e i 3 realizzati a Latina negli ultimi 10 minuti. Il Bari, in vantaggio con un rigore trasformato da Polenta quando mancava poco più di un quarto d’ora, precisamente al 73’, fu raggiunto da un altro penalty di Jonathas all’81’ e superato 3 minuti dopo da Laribi. Galano pareggiò all’88’ ma il forcing finale fu inutile.  

All’andata, Il Bari vinse agevolmente (3-1) su un avversario che navigava in piena zona retrocessione, staccato di 16 punti dalla capolista. Andarono in gol tutti gli attaccanti, Antenucci, Paponi e Marras, mentre i laziali con il centrocampista Di Livio conquistarono il pareggio provvisorio all’inizio della ripresa.

Le cifre della squadra nerazzurra confermano la posizione da centro classifica che occupa attualmente: 10^ difesa del girone con 41 gol subìti in 34 gare (media 1,21) e 13° attacco con 37 reti all’attivo (media  1,09). I due terzi del gol realizzati portano la firma di 3 attaccanti, Carletti con 10  centri (3 rigori), il brasiliano Jefferson con 7 (1 rigore) e il senegalese Sane con 6. Seguono poi il difensore Ercolano (3 reti) e la coppia composta dal centrocampista Barberini e dall’altro difensore Nicolao con 2 realizzazioni. Quest’ultimo a gennaio è passato al Foggia. Infine hanno segnato un gol a testa i centrocampisti Di Livio, Teraschi e Tessiore (1 rigore) e i difensori Esposito e Giorgini. Vanno aggiunte 2 autoreti a favore, di Mbende (Monterosi Tuscia) e Alcibiade (Fidelis Andria).

 I precedenti del Bari sul campo laziale non sono molto positivi: 2 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte, 10 reti segnate ed altrettante subìte. La prima sfida risale a 71 anni fa, precisamente al 30 dicembre 1951, in serie C e fu un trionfo per 4-0. Nel campionato successivo le due squadre si ritrovarono in serie D e il 5 aprile 1953 vinsero i nerazzurri per 2-1. Dopo una serie di vicende alterne, il Bari tornò a giocare a Latina a distanza di 60 anni, il 17 novembre 2013, in serie B. Successivamente, le due squadre si sono trovate di fronte regolarmente ogni anno per 4 stagioni consecutive, sempre in B. L’ultimo successo biancorosso risale ad ottobre 2015 (2-1 con gol di Valiani all’84’ e Donati all’87’) ed è più recente l’ultima vittoria nerazzurra, il 5 novembre 2016, 2-1 sui biancorossi guidati da Vivarini.

 La gara sarà diretta dal sig. Francesco Carrione, iscritto alla sezione di Castellammare di Stabia. Trentaquattrenne, ha diretto 53 gare in serie D e a giugno 2018 è stato promosso in Lega Pro. Il suo ruolino presenta 56 designazioni finora in serie C con 279 cartellini gialli, 11 espulsioni per doppia ammonizione e 2 per rosso diretto e 24 rigori concessi. Non può essere certamente definito arbitro “casalingo” considerato che registra 22 vittorie in trasferta (circa il 40%), 18 pareggi e soltanto 16 successi per le squadre di casa, meno del 30%. In ben 5 gare ha assegnato 2 calci di rigore in 90’. Una di queste è Bari-Potenza del 22 dicembre scorso, unico precedente con i biancorossi. La partita si concluse 2-0 grazie ai rigori trasformati da Antenucci e D’Errico, concessi dopo l’espulsione di Scavone per doppia ammonizione. Nessun precedente con il Latina. I collaboratori designati sono gli assistenti Luca Dicosta della sezione di Biella e Andrea Nasti della sezione di Napoli e il quarto ufficiale Alfredo Iannello della sezione di Messina.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  SKY SPORT (canale 257)  e da ELEVEN  SPORT e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “Domenico Francioni” (dimensioni m. 105 x 68, capienza 9.310 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 17.30.  





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*