Bari-Sudtirol 2-2, le pagelle dei biancorossi: Di Cesare straordinario, Pucino deludente…



Share

BARI – Se cambiano i fattori, cambia anche il risultato.

Il Bari rinnovato rispetto alla formazione standard non ha offerto lo stesso rendimento.

Questo vuol dire che al momento i nuovi innesti non concedono le stesse garanzie.

Mignani deve trovare un rimedio perché il campionato é ancora lungo e saranno sempre più frequenti le assenze, per infortuni o squalifiche (a cominciare da Maita già nella prossima gara).

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Sudtirol.

CAPRILE
6semaforo_verde
  Non ha colpe sui due gol, realizzati da distanza ravvicinata e senza ostruzione da parte dei difensori. Non ha compiuto i soliti miracoli. ATTENTO
PUCINO
5,5semaforo_rosso
  ha avuto ampia libertà di movimento perché sulla sua fascia Belardinelli si è spinto in avanti solo raramente, ma non ne ha approfittato. DELUDENTE
DORVAL
6,5semaforo_verde
  Ha sostituito Pucino dopo poco meno di un’ora ed è stato tra i protagonisti della reazione biancorossa con una serie di accelerazioni efficaci. UNA FRECCIA
ZUZEK
6semaforo_verde
  E’ stato mandato in campo da Mignani al posto di Vicari, non in in perfette condizioni fisiche. Lo sloveno non ha però ripetuto le recenti prestazioni concrete. Si è aperta qualche falla in difesa. DISTRATTO
DI CESARE
7semaforo_verde
  Il capitano non finisce mai di stupire. In area biancorossa ha eretto una vera e propria diga contro gli altoatesini ed è stato l’artefice dell’avvio della rimonta con un colpo di testa magistrale. STRAORDINARIO
RICCI
7semaforo_verde
  Dopo un primo tempo lievemente opaco, si è scatenato nella ripresa, proiettandosi in avanti dalla sua fascia e mettendo in crisi la difesa avversaria. Una sua conclusione è stata miracolosamente deviata dal portiere ma è suo il cross per Salcedo. GRANDE PERSONALITA’
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  Ha giocato come mezzala destra perché Maita si è spostato al centro. Prestazione in fondo positiva, anche se ha trovato una certa difficoltà a trovare gli spazi nella metà campo presidiata dai giocatori avversari. REGGE BENE
MAITA
6,5semaforo_verde
  E’ tornato al centro della linea mediana a causa dell’assenza di Maiello. Sempre efficace nel takle, ha dato ordine e razionalittà alle azioni offensive dei biancorossi. Sarà assente a Como dopo ave ricevuto il quinto cartellino giallo. HA ORCHESTRATO LA MANOVRA
BELLOMO
6,5semaforo_verde
  Mignani l’ha preferito nel ruolo di mezzala, in sostituzione di Folorunsho. Si è mosso molto, giocando con intelligenza e cercando di verticalizzare i lanci per gli attaccanti.Ha ceduto il posto a Botta. AL SERVIZIO DELLA SQUADRA
BOTTA
7semaforo_verde
  L’argentino è stato buttato nella mischia nell’ultima mezzora ed ha fatto cambiare atteggiamento alla squadra. Passaggi illuminanti, triangolazioni nello stretto, lanci in profondità per gli attaccanti (poco sfruttati) hanno vivacizzato il gioco e costretto gli ospiti a serrare le fila per chiudersi nella propria tre quarti campo. ENTUSIASMANTE
SALCEDO
6semaforo_verde
  Ha iniziato la gara nella posizione di trequartista alle spalle delle punte, ma non è apparso a proprio agio. Ha sbagliato tanto ma si è riscattato con il gol spettacolare del pareggio realizzato con un tiro al volo di rara potenza. MODESTO
BENEDETTI
S.V.semaforo_giallo
  Ha rilevato nel finale Salcedo per dare più consistenza al centrocampo e non rischiare di lasciarsi sfuggire il punto conquistato faticosamente.  
ANTENUCCI
6semaforo_verde
  Ha avuto pochi palloni da giocare. Qualcuno se l’è procurato arretrando a metà campo alla ricerca degli spazi, ma dal centrocampo sono mancati i rifornimenti. Una prodezza del portiere gli ha negato il gol. POCHI GUIZZI
SCHEIDLER
5,5semaforo_rosso
  Mignani lo ha preferito a Cheddira, “distratto” dalla convocazione ai mondiali. Non c’è ancora la giusta intesa con Antenucci, anche perché la caratteristiche tecniche del francese sono molto diverse dal marocchino. Si è visto solo una volta in zona tiro. UN REBUS
 
 
Allenatore: M.MIGNANI
6semaforo_verde
  Il mister ha presentato una squadra con molte novità, alcune obbligate, altre per scelta. I subentrati non si sono mostrati per ora all’altezza dei compagni assenti e la squadra ha sofferto, senza poter esprimere una certa qualità di gioco. Alcuni meccanismi vanno rivisti e probabilmente vanno ridotti gli scambi al limite dell’area per cercare con maggiore insistenza il tiro in porta. A volte i biancorossi indugiano troppo e diventano prevedibili, per cui le loro conclusioni sono ribattute dai difensori. Positivo é stato il radicale cambio di atteggiamento dopo il riposo. PROVA DI CARATTERE
Arbitro: Sig. L.MAGGIONI
5semaforo_rosso
  E’ stato presentato come uno degli arbitri emergenti, ma il sig. Maggioni è stato molto lontano dalla sufficienza. Ha fatto ricorso al VAR in occasione delle prime 3 reti e non c’é stata intesa con i collaboratori. Restano fondati dubbi infatti su una segnalazione per palla fuori e poi rimessa in area barese sul primo gol da parte del primo assistente che avrebbe prima alzato e poi abbassato la bandierina, disorientando Di Cesare e compagni. E’ stata incomprensibile poi la gestione dei cartellini gialli: nonostante gli socntri duri, l’arbitro ne ha tirati fuori solo due ed entrambi nel recupero finale! INSICURO





About Peppino Accettura 472 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*