Bari ancora a secco di vittorie: contro il Pisa è solo 0-0. Il successo manca ora da 7 turni…



Share

BARI – Nella quindicesima giornata del campionato di serie B, il Bari pareggia in casa contro il Pisa per 0-0 al termine di una gara che si accende e si fa apprezzare solo nella ripresa. I galletti soffrono nel primo tempo l’organizzazione di gioco e l’intraprendenza dei nerazzurri e solo nel secondo tempo cercano con più convinzione la vittoria, anche aiutati dalla superiorità numerica di cui usufruiscono nell’ultimo quarto d’ora a seguito dell’espulsione di Rus. Il successo ora manca da ben 7 turni e di questo passo, si rischia davvero di mandare in fumo quanto di buono fatto ad inizio campionato.

FORMAZIONI
Mister Mignani non può disporre in difesa di Ricci, ma recupera Mazzotta e Di Cesare. Il capitano torna al centro a far coppia con Vicari davanti a Caprile, mentre Pucino e Dorval presidiano le fasce del pacchetto arretrato. A centrocampo torna disponibile Maita, che si riprende la corsia sinistra, e Maiello agisce da play, supportato a destra da Folorunsho. Sulla trequarti opera Botta, a sostegno delle due punte Scheidler, impiegato al posto di Cheddira che è ancora ai mondiali, ed Antenucci.
Mister D’Angelo recupera Morutan ma è costretto a fare a meno del portiere Nicolas. In porta c’è Livieri, mentre Hermannsson, Rus, Barba e Beruatto compongono il quartetto difensivo. La mente del centrocampo è Nagy, affiancato da Touré  e Mastinu, mentre Morutan e Tramoni coadiuvano l’unica vera punta Torregrossa.

LA GARA
Primo tempo
– L’avvio di gara è molto equilibrato e combattuto. Le due squadre si affrontano apertamente senza però creare grosse occasioni da gol, anche a causa dei continui errori in impostazione e in fase d’attacco. Per assistere alla prima vera palla gol, bisogna aspettare allora la mezz’ora quando Scheidler serve egregiamente Antenucci che, tallonato da Rus, entra in area e scarica il mancino trovando la pronta parata in due tempi di Livieri. Al 39’ Torregrossa effettua il primo tiro in porta degli ospiti tentando il gran gol dalla trequarti senza però che Caprile si lasci sorprendere. Due minuti dopo Antenucci mette al centro dal fondo una bella palla guadagnando però solo un corner.
Secondo tempo – La ripresa si apre con un tiro telefonato dal limite di Maita che termina sul fondo. Qualche istante dopo, Folorunsho effettua una discesa imperiosa e scarica per Botta che conclude da destra: la palla è rinviata da Rus ed incoccia sulla testa di Scheidler, terminando fuori. All’11’ un passaggio errato di Vicari consente a Morutan di innescare Torregrossa che entra in area e ci prova di sinistro facendosi anticipare da Pucino: la palla è ricrossata in area per Tourè sul quale esce Caprile e il successivo traversone è rimediato da Vicari. Passato il quarto d’ora è ancora Tourè a farsi notare sulla sinistra, ma anche stavolta Caprile ci mette una pezza. Dorval fa partire una buona azione di contropiede, servendo Antenucci che a sua volta suggerisce per Scheidler, ma il tiro del francese è da dimenticare. A cavallo del 24’ il Pisa insiste e Caprile deve intervenire per ben due volte, prima sulla botta da fuori di Morutan e poi sulla punizione di Rus. Mignani capisce che è il caso di cambiare qualcosa e richiama in panchina Antenucci e Scheidler per far entrare Benedetti e Salcedo. Le sostituzioni danno più brio ai galletti e i padroni di casa cominciano a farsi davvero pericolosi. Prima Botta e poi Benedetti non trovano il giusto spiraglio, prima che Rus venga espulso per doppia ammonizione. Al 32’, su una palla proveniente da calcio d’angolo, Di Cesare incoccia di testa e colpisce la traversa: Pucino ci prova sulla ribattuta, ma per lui c’è solo un corner. I biancorossi, in superiorità numerica, sono ora un autentico fiume in piena e al 40’ Benedetti centra la traversa. Prima del recupero, Botta mira l’angolino più lontano dalla distanza e Livieri si salva ancora in angolo. Bellomo rileva Maiello, ma ormai non c’è più molto tempo e il match termina a reti bianche.

Tabellino
BARI-PISA 0-0
BARI
(4-3-1-2): Caprile; Pucino, Di Cesare, Vicari, Dorval; Maita, Maiello (dal 46′ st Bellomo), Folorunsho; Botta; Antenucci (dal 26′ st Benedetti), Scheidler (dal 26′ st Salcedo). A disposizione: Frattali, Terranova, Zuzek, Bosisio, Mazzotta, D’Errico, Mallamo, Galano, Cangiano. Allenatore: M.Mignani.
PISA (4-3-2-1): Livieri; Hermannsson, Rus, Barba, Beruatto; Touré, Nagy (dal 34′ st De Vitis), Mastinu (dal 19′ st Marin); Morutan (dal 34′ st Canestrelli), Tramoni M. (dal 26′ st Sibilli); Torregrossa (dal 19′ st Gliozzi). A disposizione: Dekic, Guadagno, Calabresi, Estevez, Ionita, Jureskin, Tramoni L.. Allenatore: L.D’Angelo.
ARBITRO: sig. F.Cosso della sez. Reggio Calabria. Assistenti: sig.  S.Affatato della sez. di Vco e sig. P.Laudato della sez. di Taranto.
AMMONITI: Vicari, Scheidler e Maiello (B).
ESPULSI: al 31′ st Rus (P) per doppia ammonizione.
NOTE: cielo sereno, terreno in ottime condizioni; spettatori: 16.278 (di cui 7.651 abbonati e 326 tifosi ospiti); angoli: 8-7 per il Bari; recuperi: 1′ pt e 4′ st; prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria delle vittime della tragedia che ha colpito l’isola di Ischia.





About Tommaso Di Lernia 679 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*