Bari-Pisa 0-0, le pagelle dei biancorossi: Maiello un leone, Scheidler deludente…



Share

BARI – Il Bari non vince da 7 giornate ma è piazzato al terzo posto della classifica, insieme a Genoa, Brescia e Parma.

E’ davvero incredibile, ma si spiega con la grande quantità di pareggi registrati. Nelle ultime 5 giornate, infatti, regolarmente ogni volta metà delle partite, 5 su 10, si sono chiuse in parità.

Il grande equilibrio é confermato anche dalla discontinuità di risultati registrati dalla maggior parte delle big del campionato. Genoa, Brescia, Parma e Cagliari, ad esempio, hanno rimediato già 4 sconfitte, come la Reggina, seconda in graduatoria.

Addirittura 5 sono state le battute d’arresto della Ternana. Il Bari é fermo a 2 e mostra una incoraggiante continuità nei risultati.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Pisa.

CAPRILE
6,5semaforo_verde
  Si è esibito con grande naturalezza in alcuni interventi difficili. Ha detto no soprattutto al rumeno Morutan che ci ha provato inutilmente in tutte le maniere, da vicino, da oltre 40 metri e su punizione. SEMPRE BEN PIAZZATO
PUCINO
6semaforo_verde
  Nel primo tempo ha superato raramente la metà campo perché sulla sua fascia radoppiavano costantemente Maita e Botta. Nella ripresa si è spinto in avanti ed ha centrato la traversa con un colpo di testa. SCALOGNATO
DI CESARE
7semaforo_verde
  E’ un esempio da imitare. Interviene su tutti i palloni che capitano dalle sue parti con estrema decisione. A metà primo tempo ha anticipato Torregrossa al limte dell’area, salvataggio che vale quanto un gol realizzato. GLADIATORE
VICARI
7semaforo_verde
  e intervine sempre con grande tempismo sulle seconde palle. INSUPERABILE DI TESTA
DORVAL
6,5semaforo_verde
  Non è fisicamente un gigante ma è molto dificile strappargli il pallone dai piedi. E’ molto efficace quando se ne va in velocità sulla fascia sinistra e serve la palla ai compagni nell’area avversaria. ASSAI TOSTO
MAITA
7semaforo_verde
  E’ tornato in squadra dopo aver scontato il turno di squalifica ed ha conferito concretezza e vigore al centrocampo. E’impossibile togliergli il pallone nel takle. RUBAPALLONI
MAIELLO
7semaforo_verde
  Si batte come una furia nella zona di trequarti campo biancorossa e intervviene sempre con grande tempismo sulle seconde palle. Prezioso in fase di impostazione. UN LEONE
BELLOMO
S.V.semaforo_giallo
  E’ subentrato a Maiello ed ha giocato solo i minuti del recupero finale.  
FOLORUNSHO
6semaforo_verde
  Partecipa alla manovra biancorossa con una lucidità decisamente inferiore rispetto alla prima parte della stagione. E’ andato meglio nella ripresa quando ha giocato più avanzato e nel finale è diventato un attaccante aggiunto. GENEROSO
BOTTA
7semaforo_verde
  Mignani lo ha confermato dal 1′ dopo la buona prestazione di Como. E’ indubbiamente l’elemento di maggior classe della squadra e contribuisce ad avviare un gran numero di azioni. FANTASISTA
ANTENUCCI
5,5semaforo_rosso
  Sta attraversando un periodo di forma poco brillante. Non riesce a rendersi pericoloso: una sola volta è arrivato davanti al portiere e non è riuscito ad alzare il pallone. NON BRILLA
BENEDETTI
6semaforo_verde
  Ha sostituito Antenucci poco dopo la metà della ripresa per rinforzare la fase di impostazione del gioco quando il Pisa si è chiuso a difendere il pareggio. Ha scheggiato la traversa con il portiere fuori causa. SFORTUNATO
SCHEIDLER
5semaforo_rosso
  Mignani e Polito credono sempre nel francese che però continua a offrire prestazioni insufficienti. Nel primo tempo è rimasto un po’ isolato,nella ripresa ha ricevuto numerosi palloni ma ha mostrato ancora una certa difficoltà nel controllo, soprattutto in area avversaria. DELUDENTE
SALCEDO
6semaforo_verde
  Mignani lo ha inserito al posto di Scheidlwer. Ha vivacizzato l’attacco ma non ha potuto esprimersi al meglio perché i nerazzurri si sono arroccati davanti alla loo area, soprattutto quando sono rimasti in inferiorità numerica. VIVACE
Allenatore: M.MIGNANI
6semaforo_verde
  Deve risolvere il problema dell’attacco che non segna. L’assenza di Cheddira, come si prevedeva, si fa sentire e la squadra non riesce a finalizzare la gran mole di gioco che viene svolta soprattutto nei secondi tempi. Se non vince, comunque è importante che la squadra conservi una continuità nel rendimento e il tecnico si é dichirato soddisfatto dell’atteggiamento aggressivo mostrato dai giocatori. VOGLIA DI VINCERE
Arbitro: Sig. F.COSSO
6semaforo_verde
  L’arbitro calabrese favorisce il gioco ed evita di spezzettare le azioni, ma questa sua scelta provoca qualche tensione in campo. Infatti i giocatori non hanno apprezzato la sua volontà di dare continuità al gioco evitando di punire alcuni interventi rudi e oltre il limite della regolarità da entrambe le parti. Poi hanno destato qualche perplessità le valutazioni di alcuni interventi. Comunque non ha influito sul risultato. NON FA DANNI





About Peppino Accettura 490 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*