Partipilo piega il Bari, a Terni arriva uno stop inaspettato…


Nel posticipo domenicale della 30esima giornata del campionato di serie B, il Bari perde per 1-0 sul terreno della Ternana e si lecca le ferite in un turno davvero sfavorevole, viste le concomitanti vittorie del Genoa e del Sudtirol. I galletti non sfoderano una prestazione all’ultimo sangue, se non in alcuni tratti (soprattutto nel finale, alla ricerca disperata del pareggio) e, dopo 3 vittorie consecutive lontano dal “San Nicola”, tornano a mani vuote da una trasferta che potrebbe aver compromesso la strada verso il sogno della promozione diretta. Non tutto è perduto, ed è doveroso continuare a crederci, ma la sensazione è che i biancorossi probabilmente si dovranno giocare la serie A ai playoff.

FORMAZIONI
Mister Mignani deve rinunciare agli squalificati Di Cesare e Maiello e agli infortunati Mazzotta, Folorunsho e Ceter. Al centro della difesa ci sono Zuzek e Vicari, mentre Pucino e Ricci giocano sugli esterni del pacchetto arretrato. Il ruolo di play di centrocampo è affidato a Maita, affiancato da Mallamo e Benedetti, mentre sulla trequarti si piazza Botta. In attacco giostrano Cheddira e Scheidler (preferito ad Antenucci).
Mister Lucarelli schiera i suoi col modulo 3-4-1-2 e in difesa piazza Diakitè, Sørensen e Mantovani. Di Tacchio e Corrado occupano la zona nevralgica del centrocampo, mentre Coulibaly e Palumbo presidiano le corsie esterne. Sulla trequarti agisce Palumbo, alle spalle di Partipilo e Falletti.

LA GARA
Primo tempo
– La prima azione pericolosa della gara è creata da Cassata che però di prima intenzione non inquadra la porta al 4′. E’ all’11’ che gli ospiti rischiano seriamente di capitolare: Partipilo affila le armi impegnando severamente Caprile dal limite e sulla respinta il portierone biancorosso si oppone con bravura anche alla ribattuta ravvicinata di Diakitè. Il Bari prova ad abbozzare una timida controffensiva e al 18′ Cheddira effettua un movimento di rapina in mezzo a due difensori avversari, ma non riesce ad impattare al meglio la palla davanti alla porta su cross dalla destra di Pucino. Non trascorre un minuto che Botta, servito da Maita, lascia partire in caduta un sinistro insidiosissimo che sfiora il palo. proprio quando i galletti sembrano aver preso adeguatamente le misure, la Ternana passa in vantaggio grazie ad un’azione ben congeniata. Palumbo effettua un traversone basso dalla sinistra, Coulibaly fa un velo intelligente a beneficio di Partipilo che dalla parte opposta stoppa di destro ed infila Caprile con un preciso rasoterra mancino. I pugliesi si riorganizzano e reagiscono al 25′ con un diagonale velenoso di Cheddira, prima che il match perda leggermente di intensità. Fino all’intervallo c’è da segnalare un colpo di testa alto di Partipilo al 36′, una conclusione fuori misura di Mallamo un minuto dopo e una respinta di pugni di Caprile ad anticipare ancora Partipilo.
Secondo tempo – Dopo la pausa, i pugliesi entrano in campo decisi a pareggiare e all’8′ Scheidler sfrutta un passaggio di Pucino per scagliare un destro che però si spegne sull’esterno della rete. L’incontro si riaccende e vive di fiammate, condite da tanto agonismo e determinazione. Al 12′ Falletti impegna in due tempi il portiere barese con un tiro dal limite e allora Mignani decide di rivoluzionare l’assetto di squadra inserendo a stretto giro Antenucci, Morachioli, Bellomo e Benali al posto di Scheidler, Botta, Mallamo e Maita. In realtà non cambia tanto e la musica è la solita: il Bari prova ad imbastire azioni offensive senza riuscire ad essere pericoloso e la Ternana si difende strenuamente senza disdegnare pericolose ripartenze. Morachioli prima e Bellomo poi provano a creare qualcosa con dei cross che però non danno i frutti sperati. Al 38′ Antenucci crea una delle occasioni più nitide per pareggiare, ma il suo pericoloso sinistro dalla distanza è messo in angolo da Iannarilli. Martella si fa deviare in corner una conclusione dai 25 metri e in pieno recupero Sørensen effettua in area un duro intervento al limite della regolarità su Cheddira che però l’arbitro ritiene regolare. L’ultimo sussulto lo crea Esposito che sulla non ineccepibile uscita di Iannarilli non trova il tocco vincente. Il Bari torna a casa a mani vuote e prova  a ricaricarsi, sfruttando il prossimo turno di pausa del campionato.

Tabellino
TERNANA-BARI 1-0
TERNANA
(3-4-1-2): Iannarilli; Diakitè, Sørensen, Mantovani; Cassata (dal 29′ st Martella), Coulibaly (dal 13′ st Agazzi), Di Tacchio, Corrado; Palumbo (dal 36′ st Favilli); Partipilo (dal 36′ st Donnarumma), Falletti (dal 29′ st Paghera). A disposizione: Krapikas, Vitali, Bogdan, Capuano, Mazzarani, Proietti, Capanni. Allenatore: C.Lucarelli.
BARI (4-3-1-2): Caprile; Pucino (dal 31′ st Esposito), Zuzek, Vicari, Ricci; Mallamo (dal 13′ st Bellomo), Maita (dal 19′ st Benali), Benedetti; Botta (dal 13′ st Morachioli); Scheidler (dal 13′ st Antenucci), Cheddira. A disposizione: Frattali, Sarri, Dorval, Bosisio, Matino, Molina. Allenatore: M.Mignani.
ARBITRO: sig. M.Di Bello della sez. di Brindisi. Assistenti: sig. G.Baccini della sez. di Conegliano e sig. A.Zingarelli della sez. di Siena.
RETI: al 19′ pt Partipilo (T).
AMMONITI: Maita e Vicari (B).
NOTE: cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni; spettatori: 6.519 (di cui: 4.796 paganti, 1.723 abbonati e 934 tifosi ospiti); angoli: 5-4 per la Ternana; recuperi: 3′ pt e 5′ st.






About Redazione barinelpallone 3559 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. Tommaso Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*