Morachioli illumina il Bari, Esposito ed Antenucci trasformano! Galletti vittoriosi a Pisa…



Nella 34esima giornata del campionato di serie B, il Bari vince a Pisa per 2-1, allunga ancora di altri due punti sul Sudtirol e tiene il passo del Genoa per la rincorsa al secondo posto. I galletti giocano quasi tutto il match in superiorità numerica per l’espulsione al 12’ di Nagy, ma riescono a conquistare il successo solo negli ultimi minuti grazie al gol su rigore di Antenucci. Quella pugliese è però una prova di spessore, degna di una squadra ormai matura che ha ormai in mano la terza poltrona e sogna un miracolo nelle ultime giornate.

FORMAZIONI
Mister Mignani deve fare a meno ancora degli infortunati Maiello e Scheidler. Al centro della difesa ci sono come al solito Di Cesare e Vicari, mentre Pucino e Mazzotta giocano sugli esterni. Il ruolo di play di centrocampo è affidato a Maita, affiancato da Bellomo e Benedetti, mentre sulla trequarti si piazza a sorpresa Morachioli (che rimpiazza Folorunsho alle prese con fastidi al ginocchio). In attacco giostrano Esposito (preferito ad Antenucci) e Cheddira.
Mister D’Angelo deve rinunciare agli indisponibili De Vitis e Toure e allo squalificato Beruatto, e schiera i suoi con un modulo 4-3-1-2, speculare a quello avversario. Davanti a Nicolas ci sono i centrali  Caracciolo ed Hermannsson, affiancati lateralmente da Calabresi e Barba, mentre la mente di centrocampo è Nagy, supportato da Marin e Sibilli. Sulla trequarti si piazza Morutan, a sostegno degli attaccanti Torregrossa e Moreo.

LA GARA
Primo tempo
– Dopo una punizione in apertura di Esposito, deviata dalla barriera, al 5′ si accende la lampadina di Di Cesare che supera Hermannsson, converge al centro, elude la chiusura di Nagy e conclude col mancino mandando la palla sul fondo. Al 6′ è Morachioli a ritrovarsi davanti a Nicolas sull’assist di Cheddira, ma il numero 14 ospite prova a superare invano il portiere avversari che ci mette una pezza in uscita. La reazione dei toscani non si fa attendere e subito dopo Morutan serve Torregrossa che ci prova con un rasoterra insidioso, ma la sfera non inquadra la porta. Caprile deve abbandonare per un attimo i pali per anticipare di testa Moreo, ma al 12′ il match fa registrare il primo episodio davvero importante. In ripartenza gli ospiti mettono Cheddira nelle condizioni di involarsi verso la porta e, al limite dell’area, Nagy lo ferma fallosamente: per il centrocampista c’è il rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pisa non si abbatte e affonda il colpo. Al 17′ Mazzotta sbaglia un passaggio e Morutan intercetta: la palla arriva a Torregrossa e Mazzotta, nel tentativo di rimediare all’errore precedente atterra l’avversario causando il rigore. Dal dischetto è lo stesso Torregrossa a spiazzare Caprile e a firmare l’1-0. Al 21′ Morachioli spedisce fuori di testa sul cross dalla destra di Bellomo e per assistere al pareggio dei pugliesi bisogna aspettare poco più di un quarto d’ora. E’ appena iniziato il 37’ quando Esposito capitalizza alla perfezione il traversone di Morachioli per mettere in rete di testa. I galletti insistono e Bellomo sfiora la traversa su una punizione dalla distanza, ma si va all’intervallo sull’1-1.
Secondo tempo – Nella ripresa i biancorossi sembrano concentrati e desiderosi di puntare alla vittoria, ma i nerazzurri si difendono con ordine. Caprile effettua un’uscita da brivido e Di Cesare rimedia alla situazione critica subendo un calcio alla testa da Moreo. Il capitano stringe i denti, ma un successivo scontro fortuito con Bellomo lo costringe ad abbandonare il campo cedendo il posto a Zuzek. Contestualmente al cambio, c’è anche la staffetta tra Esposito e Antenucci che subito si fa notare con un passaggio illuminante a Cheddira: la potente conclusione ravvicinata dell’attaccante marocchino è deviato in angolo da Nicolas. Al 18’ è Moreo a fare sponda per Morutan che conclude pericolosamente, ma Caprile non si lascia sorprendere. Nell’azione successiva Morachioli mette scompiglio in area pisana, ma guadagna solo un corner, prima che Botta rilevi Bellomo. Al 31’ Maita ci prova da fuori area, ma Nicolas è attento e blocca ed un paio di minuti più tardi sono ancora i galletti a sfiorare il raddoppio: Pucino lascia partire un bolide dalla distanza che Nicola respinge e Benedetti non riesce a ribadire un rete sulla ribattuta alzando troppo la mira. Il forcing pugliese è insistito e al 35’ Morachioli sfiora l’incrocio dei pali calciando dal limite. Mister Mignani si gioca anche le ultime carte Ricci e Ceter richiamando in panchina Mazzotta e Cheddira. Nel finale accade l’episodio decisivo. L’inesauribile Morachioli conclude a giro e Caracciolo respinge col braccio: l’arbitro, con l’auto del VAR decreta il rigore e dal dischetto il freddissimo Antenucci la mette all’incrocio e sigla il 2-1 biancorosso. I 5 minuti di recupero decisi dal direttpre di gara non alterano il risultato e il Bari conquista una vittoria preziosissima.

Tabellino
PISA-BARI 1-2
PISA
(4-3-1-2): Nicolas; Calabresi (dal 37′ st Gargiulo), Caracciolo, Hermannsson, Barba; Marin, Nagy, Sibilli (dal 17′ pt Esteves); Morutan (dal 27′ st M.Tramoni); Torregrossa (dal 17′ st Mastinu), Moreo (dal 37′ st Masucci). A disposizione: Livieri, Sussi, Rus, Trdan, Zuelli, L.Tramoni, Gliozzi. Allenatore: L.D’Angelo.
BARI (4-3-1-2): Caprile; Pucino, Di Cesare (dal 14′ st Zuzek), Vicari, Mazzotta (dal 38′ st Ricci); Bellomo (dal 20′ st Botta), Maita, Benedetti; Morachioli; Esposito (dal 14′ st Antenucci), Cheddira (dal 38′ st Ceter). A disposizione: Frattali, Sarri, Dorval, Matino, Molina, Mallamo, Benali. Allenatore: M.Mignani.
ARBITRO: sig. A.Colombo della sez. di Como. Assistenti: A.Costanzo della sez. di Orvieto e M.Passeri della sez. di Gubbio.
RETI: al 18′ pt Torregrossa rig. (P), al 37′ pt Esposito (B), al 45′ st Antenucci (B) rig.
AMMONITI: Morutan, Sibilli e Marin (P); Esposito e Vicari (B).
ESPULSI: al 13′ pt Nagy (P) per condotta gravemente sleale (fallo su un avversario in evidente condizione di segnare).
NOTE: cielo soleggiato, terreno in ottime condizioni; spettatori: 9.435 (di cui 900 tifosi ospiti); angoli: 10-2 per il Bari; recuperi: 1′ pt e 5′ st.






About Tommaso Di Lernia 728 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*