LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – il Bari a Pisa deve essere concreto e produttivo…


Secondo Mignani ormai non c’è più margine di errore: mancano solo 5 partite alla fine e il Bari deve essere concreto e produttivo. Occorrono i punti, anche se il gioco non sarà spettacolare, ma la voglia di raggiungere la promozione in A  giustifica tutto.

I risultati degli scontri diretti della 34^ giornata non sono stati negativi: il Sudtirol ha pareggiato a Frosinone ed ora è staccato di 4 punti dai biancorossi, che però potranno usufruire, in caso di parità di punti a fine campionato, del miglior risultato negli scontri diretti (vittoria e pareggio). Il Parma ha sconfitto il Cagliari e si è isolato in terza posizione, ma queste due squadre appaiono comunque le avversarie più temibili ammesse ai play-off.

Ma il Bari, al di là dei risultati delle concorrenti, deve metterci tanto di suo per blindare la terza posizione, considerato che il Genoa continua a vincere e addirittura sta mettendo in forse il primo posto del Frosinone.

Il Pisa, ha ribadito il tecnico biancorosso, non va sottovalutato: non va dimenticato, infatti, che nella passata stagione chiuse al terzo posto alla pari con il Monza e alla fine i lombardi conquistarono la promozione nella finale.

La squadra toscana occupa attualmente la 7^ posizione, alla pari con la Reggina, ma rischia di scivolare all’8° posto perché è quasi,certo che ai calabresi saranno restituiti i 3 punti di penalizzazione. Infatti il mancato pagamento delle ritenute e dei contributi è stato causato dall’apertura della procedura di omologazione degli accordi di ristrutturazione, Il Tribunale aveva negato, nell’ambito di tale procedura, l’autorizzazione al pagamento degli oneri tributari.  A questo proposito si prevede una importante contestazione di diritto e resta da augurarsi che non slittino le date già fissate per i play-off.

Il Pisa, con 43 reti all’attivo, è la quinta squadra più prolifica della serie cadetta, alla pari con il Modena, I toscani seguono il Frosinone (51), il Bari (50), il Genoa  e la Reggina (48). Il cannoniere è Gliozzi, prelevato a gennaio dal Como, autore di 9 reti (4 rigori). Seguono il trequartista romeno Morutan, (6 con 1 rigore) e Torregrossa (5), con esperienza in serie A con le maglie di Sampdoria e Brescia. A quota 4 c’è una coppia di attaccanti, il francese Mattia Tramoni e Masucci. Hanno firmato invece 3 centri il tedesco Touré e Sibilli che precedono l’attaccante Moreo, arrivato a gennaio, e il difensore Canestrelli, passato nel mercato invernale al Como, autori di 2 gol a testa. Con 1 solo realizzazione, infine, vengono i difensori Barba e Beruatto e i centrocampisti Gargiulo, Ionita, moldavo, e Marin, romeno.    

Il Bari ha giocato a Pisa 16 partite e il bilancio non è certo positivo. Le vittorie sono state solo 2, entrambe in serie B, l’8 novembre 1970 (2-1) e il 29 marzo 2009 (1-0). I pareggi sono stati 8 e le vittorie del Pisa 6 con 14 gol segnati e 23 subìti. L’ultima sconfitta risale a 30 anni fa, precisamente al 30 maggio 1993 (0-1). La prima sfida si disputò in pieno periodo di guerra, il 15 febbraio 1942 (3-1 per i toscani).

La gara sarà diretta dal sig. Andrea Colombo, 32enne, iscritto alla sezione di Como. Promosso alla CAN di A e B nel 2021/22,  ha arbitrato finora 14 partite in serie A e 15 in serie B, Tra i cadetti il suo ruolino è di 73 cartellini gialli, 3 espulsioni per doppia ammonizione e 4 per rosso diretto e ben 8 rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 3 tutti in serie C e si tratta di altrettanti successi, in casa con il Monopoli e in trasferta sui campi “bollenti” di Cava e Pagani. Con i toscani un solo precedente, nel campionato scorso in serie B e fu vittoria dei nerazzurri in casa sulla Reggina. Gli assistenti designati sono Alessandro Costanzo, iscritto alla sezione di Orvieto, e Matteo Passeri, della sezione di Gubbio. Quarto ufficiale è Francesco Burlando, della sezione di Genova. Al VAR c’é Paolo Mazzoleni, della sezione di  Bergamo , coadiuvato dall’AVAR Matteo Paseri, della sezione di Gubbio. L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 251). DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “Arena Garibaldi – Romeo Anconetani” (dimensioni m. 105 x 65, capienza 9.942 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 16.15.   






About Peppino Accettura 579 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*