Doppietta di Koutsoupias, ma non basta: solo un 2-2 del Bari in casa contro il Catanzaro…


BARI – Nella sesta giornata del campionato di serie B il Bari pareggia per 2-2 sul proprio terreno contro il Catanzaro e continua ad inanellare pareggi. La formazione pugliese nel primo tempo si fa vedere solo in occasione del gol del vantaggio di Koutsopias e subisce le reti di Sounas e Verna, ma nella ripresa riesce ad essere più pericoloso, raddrizzando il risultato ancora con il centrocampista greco, autore di una prova maiuscola. Ancora una prestazione dei galletti dalle due facce, soprattutto in difesa, in attesa che Mignani trovi la quadratura del cerchio e che l’attacco si sblocchi e cominci ad essere determinante.

FORMAZIONI
Mister Mignani recupera Diaw e deve rinunciare solo all’infortunato Menez. Al centro della difesa, davanti a Brenno, ci sono Di Cesare e Vicari, mentre Dorval e Frabotta (preferito a Ricci) occupano le corsie esterne. Nella zona nevralgica del centrocampo agisce come sempre Maiello, supportato da Koutsoupias (che vince il ballottaggio con Maita) e Acampora, mentre Edjouma (preferito a Morachioli) e Sibilli fanno da supporto all’unica vera punta Nasti.
Mister Vivarini deve fare a meno degli indisponibili Situm e Krajnc e dello squalificato Oliveri. I centrali difensivi sono Scognamillo e Brighenti, affiancati da Katseris e Veroli. I perni di centrocampo sono Pompetti e Verna, supportati lateralmente da Sounas e Vandeputte, mentre il tandem offensivo è costituito da Donnarumma (che la spunta all’ultimo su Iemmello) e Biasci.

LA GARA
Primo tempo
– In un inizio gara equilibrato, le due squadre tendono soprattutto a studiarsi e a non scoprire il fianco. Gli ospiti esercitano una discreta pressione offensiva e arrivano al tiro senza grosse pretese con Donnaruma e Vandeputte. La manovra dei padroni di casa è un po’ lenta e macchinosa, ma al 29’ arriva il guizzo vincente. Sibilli riceve sulla sinistra, converge al centro e conclude di destro: Fulignati respinge e Koutsoupias è bravo a farsi trovare pronto davanti a lui a stoppare e ad insaccare sotto la traversa. Trascorre un solo minuto e i calabresi trovano il pareggio. Sul cross dalla sinistra di Vandeputte, Sounas colpisce di testa e mette alle spalle di Brenno. Al 36’ Donnarumma conclude oltre la traversa da posizione angolata, mentre al 42’ è ancora Koutsoupias a mettersi in luce con un’incursione in area dal versante mancino che produce solo un tiro sull’esterno della rete. Nel minuto di recupero della prima frazione il Catanzaro colpisce ancora e completa la rimonta. Sulla discesa di Katseris, Vandeputte allarga per Sounas e il traversone basso di quest’ultimo mette fuori causa Brenno, per giungere sul versante opposto a Verna che indisturbato insacca.
Secondo tempo – I galletti rientrano in campo con Morachioli al posto di Edjouma e al 3’ vanno vicini al gol con Sibilli che raccoglie un passaggio di Koutsoupias e centra la parte inferiore della traversa. Al 12’ è proprio il greco a firmare il pareggio: Frabotta mette al centro dalla sinistra ed il numero 26 biancorosso prima si fa respingere da  il colpo di testa da Fulignati e poi ribadisce in rete di piede. I giallorossi ci provano ancora con Biasci che approfitta di una indecisione difensiva di Vicari per involarsi indisturbato verso Brenno che però intercetta in due tempi il suo rasoterra. Mignani inserisce anche Pucino e Diaw al posto di Koutsoupias e Sibilli. Al 26’ Vandeputte riscalda i guantoni di Brenno con un destro potente, ma il numero 27 ospite non è pago e si ripete due minuti più tardi impegnando ancora il portiere pugliese che sventa la minaccia, stavolta in due tempi. Entra anche Maita al posto di Acampora e al 38’ il Catanzaro resta in dieci per l’espulsione di Miranda che si becca il secondo giallo in pochi minuti. Il match a questo punto si infiamma e vede il Bari proiettarsi costantemente in avanti alla ricerca del gol vittoria. Nel recupero Mignani butta nella mischia Achik al posto di Dorval, ma ormai non c’è ancora molto tempo e la gara termina sul 2-2.

Tabellino
BARI-CATANZARO 2-2
BARI
(4-4-2): Brenno; Dorval (dal 47′ st Achik), Di Cesare, Vicari, Frabotta; Koutsoupias (dal 22′ st Pucino), Maiello, Acampora (dal 33′ st Maita), Edjouma (dal 1′ st Morachioli); Sibilli (dal 22′ st Diaw), Nasti. A disposizione: Farroni, Zuzek, Ricci, Benali, Bellomo, Aramu, Akpa-Chukwu. Allenatore: M.Mignani.
CATANZARO (4-4-2): Fulignati; Katseris (dal 31′ st Miranda), Scognamillo, Brighenti, Veroli; Sounas (dal 23′ st Brignola), Pompetti (dal 23′ st Ghion), Verna, Vandeputte; Donnarumma (dal 12′ st Stoppa), Biasci (dal 31′ st Iemmello). A disposizione: Sala, Borrelli, Krastev, Pontisso, D’Andrea, Ambrosino. Allenatore: V.Vivarini.
ARBITRO: sig. M.Mariani della sez. di Aprilia . Assistenti: sig. M.Vivenzi della sez. di Brescia e sig. M.Scatrigli della sez. di Arezzo.
RETI: al 29′ pt Koutsoupias (B), al 30′ pt Sounas (C), al 46′ pt Verna (C), al 12′ st Koutsoupias (B).
AMMONITI: Veroli (C).
ESPULSI: al 36′ st Vivarini (C) per proteste, al 38′ st Miranda (C) per doppia ammonizione.
NOTE: cielo coperto, terreno in ottime condizioni; spettatori: 20.431 (di cui: 11.789 paganti, 8.794 abbonati e 1290 tifosi ospiti); angoli: 4-2 per il Catanzaro; recuperi: 1′ pt e 5′ st; prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per  commemorare la scomparsa dell’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.






About Tommaso Di Lernia 734 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*