LA PRESENTAZIONE DELLA GARA E PRECEDENTI – Bari: nessuna alternativa ai 3 punti contro la Casertana…



Si deciderà nelle prossime 5 giornate il futuro del Bari, che fino a domenica 11 aprile (vero e proprio spareggio ad Avellino) affronterà i 2 avversari che insidiano ai biancorossi la conquista di una posizione più o meno privilegiata in classifica in vista dei playoff. Domenica prossima la squadra di Carrera dovrà respingere l’assalto del Catanzaro alla terza posizione attualmente occupata.

Ma per essere competitivi i biancorossi non devono commettere passi falsi contro Casertana, Paganese e Vibonese. I primi avversari sono i rossoblu campani  di Guidi che puntano a difendere il decimo posto, ultimo utile per partecipare ai playoff. E’ evidente che non va ripetuto l’errore commesso contro il Potenza, cioè di sottovalutare l’avversario. La Casertana fuori casa ha ottenuto 20 punti, frutto di 6 vittorie (a Francavilla, Bisceglie, Catania, Stabia, Pagani e Catanzaro) e 2 pareggi (a Potenza e Vibo Valentia) contro 6 sconfitte (a Teramo, Avellino, Palermo, Foggia, Terni e Torre del Greco). I campani sono reduci dalla sconfitta interna di domenica scorsa ad opera del Bisceglie e sicuramente avranno voglia di riscatto.

Dopo le sorprendenti (ma azzeccate fino a che ha retto il fiato) scelte tecniche di Terni, c’è curiosità per conoscere quale formazione Carrera presenterà in campo contro la Casertana. Il tecnico avrà certamente lavorato, nel poco tempo a disposizione, sulla testa (ragionare per non commettere errori) e sulla condizione fisica (calo evidente a seguito di un ritmo elevato)  degli elementi a sua disposizione. Comunque non ci sono alternative ai 3 punti.

La squadra campana può essere annoverata tra le più prolifiche del girone, avendo realizzato 36 reti in 28 partite. Meglio hanno fatto solo le prime 3 della classifica e cioè Ternana, Avellino e Bari. E’ notevole anche il numero dei marcatori, ben 13. Il cannoniere in assoluto è Cuppone, autore di 11 gol, cioè poco meno di un terzo di tutte le reti messe a segno finora dai rossoblu. Molto staccato, a quota 5, segue Carillo, un difensore centrale, che precede Turchetta (4 gol di cui 1 su rigore), attaccante arrivato a gennaio dal Sudtirol, e la coppia Castaldo, altro attaccante, e Icardi, centrocampista, entrambi con 3 realizzazioni  a testa. Con 2 reti all’attivo c’è un altro centrocampista, Izzillo, e poi chiudono la lista in 7, tutti autori di 1 gol: l’ex biancorosso Fedato, ceduto a gennaio al Gubbio, il difensore Kanouté, il play Santoro e gli attaccanti Pacilli, Matarese e i due arrivi nel mercato invernale  Rosso, dal Mantova, e Matos, portoghese, dall’Ascoli. Cìé da aggiungere l’autorete a favore di Scognamiglio del Catanzaro.

La Casertana torna a giocare a Bari dopo 37 anni: l’ultima partita fu disputata il 13 maggio 1984, naturalmente allo Stadio della Vittoria, con le due formazioni in serie C e si concluse  con un pareggio a reti inviolate. Quello 0-0 è stato l’unico risultato positivo che i campani hanno ottenuto sul campo barese, considerato che gli altri 6 incontri, 4 in C, 1 in B e 1 in D, hanno visto sempre prevalere i biancorossi che complessivamente hanno realizzato 12 gol subendone solo 1. Un’altra sfida, sempre in serie C, si disputò nel 1975 sul campo neutro di Brindisi. La prima trasferta dei rossoblu a Bari risale al febbraio del 1952 in C e fu ripetuta nel novembre dello stesso anno per il successivo campionato di serie D. In realtà le due squadre sino incontrate assai di recente altre 2 volte, ma sempre a Caserta, e il Bari ha vinto per 3-0 a dicembre del 2019 (il ritorno non si disputò per la sospensione del campionato) e per 2-0 nel novembre scorso, girone di andata della stagione in corso (gol di Antenucci e Montalto).  

La gara sarà diretta dal sig. Andrea Bordin, iscritto alla sezione di Bassano del Grappa. Nato nel 1988, dopo aver diretto 38 partite in serie D, è stato promosso in Lega Pro ed ha esordito il 15 settembre 2019 arbitrando Ravenna-Vis Pesaro 2-1 nel girone B. E’ alla seconda stagione in Lega Pro ed è ritenuto un direttore di gara molto fiscale perché nelle 18 partite arbitrate finora ha estratto ben 101 volte il cartellino giallo, ha espulso 4 giocatori per doppia ammonizione e 2 con rosso diretto ed ha assegnato 4 rigori. Con lui le squadre in trasferta hanno vita dura, considerato che le vittorie esterne sono appena 3,  contro 8 successi per le formazioni impegnate in casa e 8 pareggi. In questo campionato è stato designato già 10 volte, 3 nel girone A, 3 nel girone B e 4 nel girone C: Monopoli-Teramo 0-2, Catania-Bisceglie 3-0, Avellino-Viterbese-3-0 e Palermo-Bisceglie 3-1: In queste ultime 2 gare ha toccato il top delle ammonizioni con 9 cartellini gialli nei 90’. Peraltro in altre 3 occasioni è arrivato a 8 ammonizioni per partita. Non ha precedenti in Lega Pro con le due squadre.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da SKY SPORT (canale 253) e ELEVEN  SPORTS  e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 15. 





About Tommaso Di Lernia 554 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*