Mignani: «Contro il Latina non è una gara scontata, ma in palio ci sono punti troppo importanti! Tanti parlano di noi, ma noi parliamo coi fatti…»



BARI – Alla vigilia del match tra Bari e Latina, in programma domani alle ore 17:30, Michele Mignani ha incontrato oggi i giornalisti per la consueta analisi pre partita. Nella solita conferenza stampa tenutasi nella sala “Gianluca Guido” dello stadio “San Nicola”, queste sono state le prime parole pronunciate dal genovese: «Siamo sempre obbligati a pensare in termini di continuità. Domani ci aspetta un’altra partita che magari sulla carta può sembrare scontata, ma che in realtà non lo è affatto. Contro certe squadre si trovano sempre delle difficoltà. Il Latina è in un momento di forma perché è reduce da alcuni buoni risultati. Sta bene fisicamente e di testa. verrà a fare certamente la sua partita con la mente sgombra. Noi dobbiamo però provare a vincere in tutti i modi perché quelli in palio sono punti troppo importanti per la nostra classifica».

L’allenatore del Bari ha quindi parlato più approfonditamente del Latina: «E’ una squadra compatta e organizzata, che concede pochi spazi e che ha trovato recentemente anche delle soluzioni offensive con due attaccanti molto dinamici, rapidi e veloci, idonei ad attaccare la profondità. Adottano il 3-5-2, un modulo che copre bene tutto il campo e che sfrutta l’ampiezza. Dovremo quindi stare attenti, ma abbiamo preparato bene la partita. Credo che faremo una buona prestazione e di conseguenza anche risultato. L’avversario di turno per me non fa molta differenza. Soprattutto in casa, ma anche in trasferta, abbiamo l’obiettivo di provare sempre a vincere le partite».

Il discorso si è poi spostato sul momento emotivo della sua squadra: «Bisogna avere la testa sgombra e mantenere l’entusiasmo. Vincendo ti senti probabilmente più leggero e arrivi alla partita più spensierato. Quando invece vengono meno i risultati o si gioca una partita non eccellente, in un ambiente come questo nel quale non ti è concesso di sbagliare, si può accusare qualcosina. Cerco di lavorare sulla testa dei ragazzi per cercare di renderli coscienti e consapevoli che tante volte abbiamo portato in campo dei valori. Può succedere che nel corso di un campionato qualcosa si possa inceppare, ma bisogna sapersi rialzare e fare delle nostre certezze la nostra forza».

A chi gli ha chiesto dei titolari, il 49enne di Genova non si è come al solito sbilanciato: « Dopo l’ultimo allenamento faremo le ultime valutazioni. Vedremo come stanno i ragazzi e poi, come facciamo sempre, decideremo insieme allo staff gli 11 che partiranno dall’inizio. Credo che l’allenatore debba avere la possibilità e la serenità di fare delle scelte. Abbiamo dei grandi professionisti e loro sanno che si gioca in 11, che ci sono i cambi, ma che non posso far giocare tutti. Credo che piano piano lo stiano accettando e non pretendo che chi non gioca sia felice e allegro. Paponi e Simeri? Ieri hanno svolto per intero il lavoro con la squadra e quindi possiamo considerarli entrambi arruolabili. Se non farò giocare i diffidati col rischio di perderli in vista dell’Avellino? Non faccio ragionamenti in questo senso. Domani c’è una partita troppo importante e abbiamo bisogno di fare di tutto per portarla a casa. Magari a partita in corso potrei fare determinate valutazioni, ma sicuramente non dall’inizio. I centrocampisti? Partono sempre tutti alla pari e poi facciamo delle valutazioni su com’è andata la partita precedente, sul lavoro settimanale, sulla condizione attuale e sulle caratteristiche dell’avversario».

Il tecnico dei galletti si è congedato con un’ultima riflessione: «Mi è piaciuto molto quello una dichiarazione di Pucino quando ha detto che tanti parlano di noi, ma noi parliamo coi fatti. Credo che sia la risposta migliore. Poi è normale che la gente provi a scaricare le responsabilità sugli altri e che provi a mettere tensione. Ma noi guardiamo noi stessi e proviamo a fare il nostro percorso. Poi alla fine si vedrà».





About Redazione barinelpallone 3444 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*