LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: vicina la promozione matematica, ma attenzione ai cali di tensione contro la Juve Stabia…



Giusto il tempo di gioire per la strepitosa vittoria a Catanzaro e si torna subito in campo: meglio così, perché adesso il nemico più pericoloso dei biancorossi è il calo di tensione.

Dopo la grande prestazione offerta contro l’avversario più forte del girone, il rischio è quello di sottovalutare l’avversario di turno che certamente non giocherà a viso aperto ma cercherà di imbrigliare la manovra biancorossa, come peraltro si sono comportati in tanti nel recente passato.

Per giunta Mignani ha il problema di far fronte alle tante assenze, circostanza che lo ha costretto a convocare due terzini della squadra Primavera, Lambiase e Rana, avendo i difensori contati.

La Juve Stabia occupa attualmente la decima posizione in classifica con 42 punti e rientra così tra le qualificate ai play-off, ma deve guardarsi da Picerno (40 punti) e Catania (39 punti) che seguono immediatamente dietro e devono recuperare una gara. E poi c’è anche il Campobasso a quota 36 che ha giocato 2 partite in meno. Dopo la sconfitta interna con il Monopoli (quarta battuta d’arresto negli ultimi 5 turni) la società campana ha sostituito Sottili con Novellino. Il nuovo mister ha cambiato modulo, adottando il 4-3-3, ed ha ottenuto subito 2 successi, a Messina, interrompendo la sequenza negativa di 2 punti nelle ultime 10 trasferte, e in casa contro la Turris.

Finora i gialloblu hanno conquistato solo 13 punti fuori casa, frutto di 3 vittorie, 4 pareggi e 8 sconfitte, realizzando 13 reti e subendone 23.

All’andata, la Juve Stabia, con Sottili in panchina, gelò gli entusiasmi dei tifosi baresi infliggendo ai biancorossi la seconda sconfitta in otto giorni, dopo quella di Francavilla. Sul campo delle “vespe” il Bari, reduce dalla vittoria sul Catanzaro, disputò una prestazione insufficiente e fu punito dal rigore trasformato da Eusepi nel recupero del primo tempo e concesso per un netto fallo di mani di Gigliotti.

Le cifre della squadra campana sono quelle di una formazione di centroclassifica, il cui obbiettivo è conquistare un posto nei play-off.  I gialloblu non segnano  molto, appena 36 reti, e sono in dieci ad aver fatto meglio nel girone. I migliori cannonieri sono tutti attaccanti: Eusepi 10 gol (3 rigori), Stoppa 9, Bentivegna 7 (1 rigore) ed Evacuo 3 (2 rigori). Con 1 gol ciascuno all’attivo sono altri 2 attaccanti, Della Pietra e Panico, e i centrocampisti Bernardocco, partito a gennaio, Schiavi, italo-argentino, e Altobelli.

 I precedenti al “San Nicola” sono tutti favorevoli al Bari: solo 4 le partite giocate, 3 in serie B e l’ultima nel campionato scorso in Lega Pro, 3 vittorie dei biancorossi e un pareggio, 7 reti segnate e nessuna subìta. La prima sfida risale a 10 anni fa, il 24 marzo 2012, e si concluse 0-0. Poi 3 successi, due per 2-0 e uno per 3-0.

La gara sarà diretta dal sig. Daniele Rutella, iscritto alla sezione di Enna. E’ uno dei più esperti della Lega Pro, alla quale è stato promosso a giugno del 2017 dopo aver arbitrato 54 partite in serie D. Il suo ruolino registra 71 designazioni in serie C con 347 cartellini gialli, 17 espulsioni per doppia ammonizione, 11 per rosso diretto e 22 rigori concessi, 34 vittorie per le squadre di casa, 19 pareggi e 18 successi per le formazioni in trasferta. I precedenti con le due squadre sono davvero tanti, 4 con il Bari e 3 con la Juve Stabia. In questo campionato ha già diretto 2 volte i biancorossi, in casa con il Catanzaro (2-1) a ottobre e a Monopoli (0-0) un mese fa. A dicembre del 2020 aveva arbitrato Paganese-Bari (0-1) e a ottobre del 2019 era stato al “San Nicola” per Bari-Catanzaro 2-0. Nello scorso febbraio era stato designato per un derby “bollente”, Avellino-Juve Stabia 3-1, a settembre 2018 aveva diretto Juve Stabia-Potenza 4-0 e a maggio 2018 era stato a Reggio per Reggina-Juve Stabia 1-1. I collaboratori designati sono gli assistenti Giulio Basile della sezione di Chieti e Milos Tomasello Andulajevic della sezione di Messina e il quarto ufficiale Fabio Rosario Luongo della sezione di Napoli.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  ELEVEN  SPORT e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 21.   





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*