LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Contro la capolista il Bari cerca di riscattare la delusione dell’andata…


Nel big match della giornata, tra la capolista e la terza della classifica, il Frosinone è leggermente favorito nelle previsioni degli scommettitori.

Non c’è da sorprendersi perché la formazione laziale detiene quasi tutti i record stagionali della serie cadetta, a cominciare dal migliore attacco e dalla migliore difesa, per proseguire con il maggior numero di vittorie e il minor numero di sconfitte, per finire al miglior bottino di punti in casa e all’abissale vantaggio nei confronti degli inseguitori.

Il Bari è staccato di 12 punti dalla capolista che fra un mese potrebbe acquisire la certezza matematica della promozione. I biancorossi cercheranno di frenare la corsa vincente del Frosinone ma l’impresa si presenta quasi proibitiva. E’ allora importante, sia sotto il profilo della classifica che sotto l’aspetto psicologico, non uscire sconfitti da questo scontro diretto.

Sarebbe auspicabile il riscatto, da parte biancorossa, della sfortunata trasferta dell’andata, quando il Bari si trovò in inferiorità numerica e perse di misura solo nel finale, a causa  di Borrelli che sfruttò un’incertezza dell’acciaccato Vicari. Comunque, la filosofia da seguire, considerato che questa sera mancheranno solo 9 partite alla fine, è che, se non si può vincere, almeno non si deve perdere. E’ necessario amntenere la continuità nella raccolta dei punti.

Il Frosinone ha mandato in gol ben 14 giocatori. Il cannoniere dei laziali è l’attaccante Mulattieri, che ha firmato 10 reti, e precede una coppia di attaccanti, Caso e Insigne, a quota 7 gol. Segue poi ancora un attaccante, Luca Moro, autore di 6 centri, Con 3 reti all’attivo vengono poi l’attaccante Borrelli (1 rigore) e il centrocampista svedese Rohden.  In 3 hanno realizzato 2 reti: i centrocampisti Garritano e Mazzitelli e il difensore Lucioni. Infine chiudono la lista altri 5 calciatori, tutti autori di un gol: l’attaccante uruguaiano Baez, arrivato a gennaio dalla Cremonese, i centrocampisti Kone, della Costa dì’Avorio, e Baloca e i difensori Szyminski, polacco, e Monterisi, nato a Trani e con precedenti nel Lecce e nella Fidelis Andria. Va aggiunta l’autorete del palermitano Buttaro che segnò il successo interno della capolista sui siciliani nella gara di andata.

.La sfida tra  le due squadre non ha  radici molto antiche. La squadra laziale è venuta a giocare a Bari solo 9 volte, rimediando 1 solo pareggio e ben 8 sconfitte. Le reti biancorosse sono 20 contro le 6 dei gialloblu. Particolare curioso: la squadra laziale ha sempre subìto a Bari almeno un gol. Il primo incontro risale al febbraio 1953, unica gara in serie D, e finì con il successo del Bari per 2-0. Anche le successive due gare in serie C, nel 1967 e nel 1975, si conclusero con altrettanti successi biancorossi. Nella  prima partita giocata in serie B, il 14 ottobre 2007, si registrò l’unico pareggio (1-1) poi il Bari ha collezionato 5 vittorie consecutive. L’ultima risale al 10 febbraio 2018 (1-0 gol di Kozak): sulla panchina del Bari c’era Fabio Grosso e in campo Galano, con la maglia laziale c’erano Ciofani e Terranova, ex biancorossi, e Maiello.

La gara sarà diretta dal sig. Gianluca Aureliano, 43enne, avvocato presso uno studio legale bolognese, iscritto alla sezione di Bologna. E’ ritenuto arbitro che ama il dialogo con i giocatori, mantenendo comunque sempre il rispetto dei ruoli ed è molto severo. In serie B ha diretto complessivamente133 partite, con 641 cartellini gialli, 28 espulsioni per doppia ammonizione e 35 per rosso diretto e 71 rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 13, di cui 7 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Sono 12 le gare dirette in 5 campionati, dal 2013/14 al 2017/18, Dopo una lunga sosta, a causa della retrocessione biancorossa, l’ultima gara è stata diretta l’11 dicembre 2022: Bari-Modena 4-1. Aureliano ha invece diretto il Frosinone 6 volte, 3 in Lega Pro girone B (1 vittoria, 1 pari, 1 sconfitta) e altre 3 in serie B (2 pareggi e 1 sconfitta). L’ultima designazione è stata per Spal-Frosinone 3-0 il 30 aprile 2022. Gli assistenti designati sono Marco Scatragli della sezione di  Arezzo e Vittorio Di Gioa  della sezione di Nola, il quarto ufficiale è Antonino Costanza,  iscritto alla sezione di Agrigento. Al VAR ci sarà Francesco Fourneau, della sezione di Roma 1, coadiuvato dall’AVAR Francesco Meraviglia della sezione di Pistoia.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 251), DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI  Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 16.15.






About Peppino Accettura 579 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*